Crea sito

Spaghetti alla puttanesca piatto napoletano

Spaghetti alla puttanesca, ricetta primo piatto napoletano, facile e veloce, idea per il pranzo o la cena in pochi minuti.

Spaghetti alla puttanesca piatto napoletano

Uno dei piatti classici, tipici, della cucina napoletana, gli spaghetti alla puttanesca sono semplicissimi da preparare e anche veloci, sono buoni per gli ingredienti utilizzati, pomodoro, aglio, olive e l’acciuga nella versione laziale, combinati insieme conferiscono sapore e profumo ad un semplice piatto di pasta.

La ricetta degli spaghetti alla puttanesca non ha bisogno di molte spiegazioni è un piatto semplicissimo, le origini del piatto pare risalgano addirittura agli inizi del XIX secolo, mentre per il nome si è pensato probabilmente al fatto che agli inizi degli anni ’30 il proprietario di una casa di appuntamenti a Napoli nel Quartieri Spagnoli preparasse questo piatto veloce per rifocillare i suoi clienti.

Al di là delle origini del piatto e dell’etimologia resta ottimo e buono, come si dice a napoli spaghetti “aulive e cchiapparielle” olive e capperi.

Seguitemi in cucina oggi ci sono gli spaghetti alla puttanesca!

Spaghetti alla puttanesca piatto napoletano vickyart arte in cucina Spaghetti alla puttanesca piatto napoletano vickyart arte in cucina

Spaghetti alla puttanesca piatto napoletano

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

Ingredienti:

  • 180 g di spaghetti
  • 1 spicchio di aglio
  • 200 g di pomodori pelati
  • 50 g di olive nere di Gaeta snocciolate
  • 1 manciata di capperi
  • prezzemolo
  • 1 acciuga dissalata per la versione laziale
  • sale
  • olio di oliva

Procedimento:

  1. Secondo una versione trovata su un libro di ricette antiche napoletane, i capperi sono omessi, mentre è presente l’acciuga.
  2. In un’ampia padella mettete l’olio e lo spicchio d’aglio schiacciato, lasciatelo colorire poi eliminatelo.
  3. A questo punto potete anche unire l’acciuga, se preferite, che mentre cuoce si scioglierà, io preferisco, oppure dopo, alla fine.
  4. Versate i pelati e lasciate cuocere per 10-15 minuti senza coperchio, poi aggiungete le olive e i capperi.
  5. Nel frattempo portate l’acqua per la pasta ad ebollizione e calate gli spaghetti.
  6. Scolate gli spaghetti al dente e sistemateli insieme al condimento, rimestate per bene, salate, unite l’acciuga spezzettata, se preferite e non l’avete fatto prima e il prezzemolo.
  7. Bon appétit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.