Crea sito

Maritozzi marchigiani ricetta facile

Maritozzi marchigiani, ricetta facile, panini dolci, dolci tradizionali delle Marche, ottimi per colazione, merenda, cottura veloce, dolci con uvetta, pinoli e arancia candita.

Maritozzi marchigiani

Profumatissimi panini dolci, i Maritozzi marchigiani con uvetta, arancia candita e pinoli, sono soffici e buoni davvero, semplici da fare con una lenta lievitazione, ottimi a colazione o a merenda, piacciono anche ai bambini! Il profumo dell’arancia candita è inebriante!

La ricetta è davvero molto semplice, la lievitazione è un po’ lunga ma ne vale veramente la pena, si cuociono in pochissimi minuti, 6-7 appena dorati si spennellano con uno sciroppo di zucchero e acqua e si lasciano in forno spento un paio di minuti oppure si possono ricoprire con una glassa di zucchero, semplicemente fantastici questi maritozzi marchigiani!

Seguimi in cucina oggi ci sono i maritozzi marchigiani!

Ricetta: Maritozzi marchigiani

Ingredienti

  • 1/2 kg di farina 00 setacciata
  • 75 gr di burro (oppure 60ml di olio)
  • 75 grammi di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 15 grammi di lievito di birra
  • 150 ml di latte tiepido
  • 7 grammi di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/2 buccia di arancia grattugiata
  • pinoli 50 g
  • uvetta 50 g
  • arancia candita tagliata a cubetti 50 g

Maritozzi marchigiani ricetta dolce vickyart arte in cucina

Maritozzi marchigiani ricetta dolce vickyart arte in cucina

Maritozzi marchigiani ricetta dolce vickyart arte in cucina

Procedimento

  1. P.S. i maritozzi si presentano lisci in superficie i miei probabilmente avevano troppa uvetta che è spuntata un po’ dappertutto
  2. Sciogliere il lievito nel latte, aggiungere la farina, vanillina, il sale, l’uovo e il burro.
  3. Avviare la macchina, o lavorate a mano energicamente, aggiungere due cucchiai di zucchero e metterla a lievitare.
  4. Quando sarà raddoppiato, un oretta circa, aggiungete l’uvetta, i pinoli e la buccia d’arancia.
  5. Dividete l’impasto in 6 maritozzi di forma ovale e schiacciateli un po’ con le mani.
  6. Lasciar lievitare 2-3 ore.
  7. Infornare a più di 250 gradi per 6-7 minuti.
  8. Togliete i maritozzi dal forno appena saranno dorati e morbidi.
  9. Spennellarli con lo zucchero rimasto sciolto in pochissima acqua.
  10. Rimetterli nel forno spento, ma ancora caldo, per qualche minuto per far asciugare lo zucchero in superficie.
  11. Bon appétit

Preparation time: 30 minute(s)

Cooking time: 10 minute(s)

Number of servings (yield): 6

Culinary tradition: Italiana

Voto 5 Stelle:  ★★★★★ 1 review(s)

Copyright © Vickyart.

 QUI la ricetta originale

23 Risposte a “Maritozzi marchigiani ricetta facile”

  1. Vicky sono passata da te per cercare una ricetta per biscotti che oggi li preparo per Alice Ginevra (anche per noi ad essere sinceri) che è a casa febbricitante. Nel frattempo ho avvistato questi maritozzi che mi mettono fame solo a guardarli. Ti sono riusciti una meraviglia.
    Bacioni da SAbrina&Luca

  2. Devono essere sicuramente ottimi, ma nella ricetta tu scrivi tra gli ingredienti olio di oliva 75 ml e nel procedimento invece scrivi burro. Errore di trascrizione?

  3. mamma quanto mi piacciono….mamma mamma!!li ho mangiati una volta da mia zia nellemarche appunto….i tuoi sono ugualissimi a quelli comprati la!!!bravissima cara…..

  4. Che bel risveglio stamattina con i tuoi maritozzi ..!!Io ci sono creciuta a maritozzi..sono stupendi i tuoi!! brava e complimenti sinceri .Te li copierò…!!
    buona giornata Laura

  5. Ho preparato i maritozzi come da vs.ricetta sono venuti buonissimi….!!!!!!!!!!!!!!!Grazie e tanti carisssimi saluti!!!

  6. ciao, io sono marchigiana e la ricetta qui descritta non mi corrisponde… ma potrebbe essere una variazione di mano…ognuno li fa un po’ diversi dagli altri…però non sono così come da foto che dovrebbero venire, sono lisci e l’ uvetta non si vede se non al pari dell’ impasto…. non metto in dubbio la bontà della ricetta però non penso siano gli originali, un saluto

    1. ciao! non ricordo dove ho preso la ricetta è la mia lavorazione che probabilmente non è stata perfetta non avevo un punto di riferimento visivo, ti ringrazio, è sempre un piacere avere un confronto diretto almeno ora so di preciso come si presentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.