Crostata zuppetta con pan di spagna e crema

Crostata zuppetta con pan di spagna e crema pasticcera, ricetta facile, dolce dopo pranzo, idea semplice e golosa, dolce alla pasta frolla ripieno.

Crostata zuppetta con pan di spagna e crema

Una deliziosa crostata zuppetta inglese farcita di pan di spagna e crema pasticcera perfetta per la domenica o quando ne avete voglia, è molto buona, la farcitura a strati alternati la rende ancora più buona e poi ci vuole davvero poco per realizzarla.

L’idea della ricetta della crostata zuppetta vista da Tina mi è piaciuta subito, io ho utilizzato una pasta biscotto anzichè i savoiardi per la farcitura e ho seguito le mie le mie dosi per la realizzazione ma l’idea è quella, vi consiglio di prepararla perchè è particolare, resta soffice e morbida all’interno.

Seguitemi in cucina oggi c’è la crostata zuppetta!

Crostata zuppetta con pan di spagna e crema vickyart arte in cucina Crostata zuppetta con pan di spagna e crema vickyart arte in cucina

Crostata zuppetta con pan di spagna e crema

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

SEGUI ARTE IN CUCINA SU INSTAGRAM

Ingredienti:

  • Per la frolla:
  • 200 g di farina per dolci
  • 80 g di burro
  • 50 g di zucchero
  • 1 uovo
  • Per la base di pan di spagna:
  • 90 g di zucchero
  • 90 g di farina per dolci
  • 3 uova
  • Per farcire:
  • Crema pasticcera QUI
  • liquore alchermes

Procedimento:

  1. Preparate la crema pasticcera e lasciate raffreddare.
  2. Preparate la pasta frolla: versate nel robot la farina, il burro, lo zucchero e l’uovo e lavorate, potete farlo tranquillamente a mano.
  3. Mettete in frigo mentre preparate la base biscotto.
  4. Lavorate le uova con lo zucchero fino a renderle molto spumose, unite la farina un po’ alla volta e lavorate tutto.
  5. Versate il composto su una teglia rivestita da carta forno di 30 cm x 40 cm o la leccarda e cuocete a 200° forno già caldo per 5-7 minuti.
  6. Sfornate, capovolgete su un panno umido e togliete il foglio, ritagliate due dischi di 20 cm va bene anche da 22 cm.
  7. Prendete la frolla e dividete in due parti una più grande e una un po’ più piccola.
  8. Stendete la frolla grande nella tortiera crean un bordo di circa 5-6 cm, sistemate il primo disco di pan di spagna, bagnatelo con l’alchermes.
  9. Farcite con la crema, con l’altro disco di pasta biscotto, bagnate di nuovo e ricoprite con la frolla rimasta, io ho fatto un cordolo di pasta frolla per abbellirla.
  10. Infornate nel forno caldo a 180° per 30 minuti circa, a doratura della frolla.
  11. Bon appétit

Precedente Schiacciata veloce speck e provola senza uova Successivo Rotolini di lasagne con carciofi e prosciutto

10 commenti su “Crostata zuppetta con pan di spagna e crema

  1. Antonietta il said:

    Salve,
    Manca la quantità di zucchero negli ingredienti della pasta frolla.
    Potrei sapere quanto zucchero è necessario?
    Grazie

  2. Antonietta il said:

    Salve,
    Manca la quantità di zucchero necessario per la pasta frolla.
    Potreste indicarmi gentilmente le quantità?
    Grazie un saluto

  3. silvia il said:

    Le dosi non sono giuste, sia la frolla che il pan di Spagna bastano appena per un disco! Perciò mi è venuta la base con sopra un disco di pan di Spagna e la crema. Bassa e brutta, dopo tutto il tempo che ho perso. se il gusto é buono la prossima volta provo a raddoppiare le dosi….

    • ml’impasto del pds che è una pasta biscotto va steso su una placca da forno, devi calcolare che è per una tortiera da 20 cm quindi va stesa per 40 cm più o meno, con questa dose ci faccio i semifreddi ricavando appunto due dischi, forse non l’hai stesa abbastanza, idem per la frolla, vanno stesi, se raddoppi la dose devi usare una teglia più grande altrimenti avrai uno strato troppo alto di frolla e più tempo per cuocere con il rischio che resti cruda o non cotta bene.. porta la frolla a 300 g magari ma a 400 dovrai usare una teglia da 22, il sapore per me è ottimo, ovviamente de gustibus ma fammi sapere 🙂

  4. Giorgia il said:

    Ha ragione Silvia. Le dosi, sia del pan di spagna che della frolla, sono sbagliate, Per una tortiera da 20 cm, bisogna raddoppiare le dosi. Mi sa che forse tu non l’hai mai preparata. Per esperienza ho raddoppiato direttamente le dosi e mi sono trovata bene. Se leggi altre ricette, vedrai che per una tortiera da 20 cm si usano il doppio degli ingredienti da te indicati…

    • e chi l’ha preparata quella che vedi? mi piacerebbe non fare niente e pubblicare solo, ma non è da me.. con 400 grammi di frolla e il doppio della dose di pan di spagna fai un dolce di 22-24 cm… sta tutto nel come la stendi o che altezza vuoi di pasta frolla.. la mia tortiera è piccolina la misura indicata è di 20 cm, non so internamente se rispetta la misura ma sotto è scritto 20 cm .. per la frolla più spessa ho utilizzata dai 250 a max 300 g di farina.. per una frolla normale ho utilizzato 200 g come questa per esempio: https://blog.giallozafferano.it/vickyart/crostata-ripiena-di-savoiardi-e-nocciole-veloce/ questa con 300 grammi sempre tortiera 20 cm https://blog.giallozafferano.it/vickyart/crostata-ripiena-ricotta-e-pera-morbidissima/ non è un pan di spagna è una pasta biscotto che resta basso 2-3 mm se lo si vuole più alto sulla stessa dose basta aggiungere un po’ di lievito, o cambiare completamente ricetta perchè ovvio no, non va bene, per questo tipo di dolci io lo utilizzo basso altrimenti viene troppo grossa, sostanziosa e sicuro non la si chiude con la frolla indicata.. se sei abituata ad uno spessore di pasta frolla di mezzo cm allora va bene raddoppiare, ma essendo un dolce bello sostanzioso la doppia dose lo rende ancora più pesante

    • Ciao! come minino dovresti raddoppiare la dose della frolla, questa è per una teglia da 20 cm, con la dose massimo puoi arrivare a 22 cm quindi raddoppia e vai sul sicuro, per il pan di spagna, uguale, con dose doppia fai due dischi belli grandi, quanto la leccarda, dovresti esserci come misura, male che vada aggiungi dei pezzi, i ritagli ci sono.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.