Veg pulao (riso pilaf con verdure)

Il termine “pílaf” (o “pilàf”) è preso dal turco pilâv, a sua volta derivato dal persiano pilau, con il significato di “riso bollito”. Il metodo di cottura del riso pilaf è per assorbimento. La ricetta tradizionale prevede la cottura al forno del riso in casseruola coperta. Molti sono i modi di insaporire il riso nelle varie regioni in cui si cucina questo piatto, principalmente in Medio Oriente, come per esempio l’aggiunta di spezie, chiodi di garofano o di cannella.

Nella cucina persiana il Biryani è una pietanza a base di riso (solitamente basmati, come per il pilaf), preparato assieme a spezie, carne, pesce, uova o verdure. Il nome deriva dalla parola persiana beryā(n) che significa fritto o arrostito. Il Biryani venne portato nel subcontinente indiano da viaggiatori e mercanti musulmani.
Le spezie e i condimenti con cui è preparato il Biryani sono vari, generalmente non vegetariano includendo quindi vari tipi di carni, tra cui: carne di manzo, carne di pollo, carne di capra, carne di agnello, pesce o gamberi.

La differenza sostanziale tra il Biryani ed il Pilaf, sta nella cottura. Il Biryani , a differenza del Pilaf, cuoce tutti gli ingredienti separatamente. Il riso viene infatti cotto da solo, saltato in un kayvan, padella simile al wok cinese, e solo successivamente vengono aggiunti gli altri ingredienti in modo da creare un contrasto tra i sapori degli altri ingredienti e il sapore del riso, rimasto pressoché insipido.

Non potendo mangiare tutto, e soprattutto i farinacei, nei miei viaggi i piatti a base di riso, sono i miei preferiti. Durante il viaggio in India ho mangiato quasi ogni giorno riso, e soprattutto il biryani, l’ho assaggiato con pollo, gamberi, montone, verdure, ma ho scelto il veg pulao perchè trovo che sia tra le ricette a base di riso più rappresentative della cucina indiana, in quanto è un riso molto speziato.
L’ho mangiato per ben due volte sia al “Sea Bird” sulla spiaggia di Morjim a Goa, che nel ristorante del resort “Rai Resort” a Madrem (Goa).

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaIndiana

Gli ingredienti principali

Le verdure scelte sono carote, patate e piselli, ma possono essere aggiunte anche altre verdure a piacimento, come ceci, fagioli etc.
  • 375 gRiso Basmati
  • 1cipolla
  • 1pomodoro
  • 1Peperoncino verde
  • q.b.Zenzero fresco e spezie varie
  • 2 spicchiAglio
  • 100 gPiselli precotti
  • 3Carote
  • 2patate (bollite e tagliate a dadini)
  • 1/2Succo di limone
  • 750 mlAcqua (solitamente il doppio della quantità del riso)
  • q.b.ghee
  • q.b.Sale
Anche le spezie possono essere inserite a proprio gusto.
Queste quelle più utilizzate per il pulao:
1 cucchiaino di cumino, 4/5 grani di pepe nero, 2/3 chiodi di garofano, 2/3 bacche di cardamomo, 1 anice stellato, 1 cucchianino di cannella, coriandolo in foglie.

Preparazione

  1. Prima di tutto sciacquare il riso in acqua scorrente e quindi immergerlo in acqua sufficiente per 30 minuti, filtrarlo e tenerlo da parte.

    Scaldare il ghee in una pentola o padella dal fondo spesso e aggiungere tutte le spezie.

    Aggiungere la cipolle a fette sottili e soffriggere a fuoco lento fino a dorarla e mescolandola spesso per una doratura uniforme.

    Quindi aggiungere lo zenzero tritato, l’aglio, il peperoncino verde. Aggiungere il pomodori tagliato a dadini.

    Aggiungere tutte le verdure tagliate e fare rosolare di nuovo per 2-3 minuti a fuoco lento. Se disponibili aggiungere le foglie di coriandolo tritate.

    E’ il momento del riso. Farlo saltare alcuni minuti nella pentola con il mix dis pezie e poi ricoprirlo con l’acqua.

    Aggiungere il succo di limone e regolare il sale. Coprire a cuocere fino ad assorbimento dell’acqua. Controllare più volte la cottura con una forchetta senza rompere i chicchi e all’occorezza aggiungere acqua.

    Una volta pronto, lasciarlo riposare per 5 minuti, coperto.

    Servire il veg pulao guarnito con foglie di coriandolo o foglie di menta o cipolle fritte e anacardi.

    Solitamente è accompagnato da salsa raita e pane indiano.

Videoricetta da ViaggiandoMangiando On Air:

Link affiliato #adv

La pentola più indicata per la preparazione è il wok, che potete trovare anche on line, acquistandolo QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.