Scialatielli ai frutti di mare (ricetta originale)

Non si può andare in Costiera Amalfitana e non mangiare i famosi scialatielli ai frutti di mare! Nella bella Positano, l’ultimo giorno 2018, al ristorante “Elisir di Positano” li abbiamo assaggiati per la prima volta…

La ricette originale dei scialatielli campana prevede che vengono fatti a mano, mentre il sugo ai frutti di mare viene preparato cucinando separatamente i crostacei e i molluschi, per rispettare i diversi tempi di cottura.
Il termine dialettale “scialatielli” deriva dal verbo “sciglià” che nel dialetto napoletano ha il significato di “scompigliare”. In lingua italiana il verbo scompigliare, riferito ai capelli, significa “arruffare, mettere in disordine, scombinare”.
Un’altra teoria dice, invece, che il nome derivi dall’unione di due parole del dialetto napoletano, ovvero “scialare” (godere) e “tiella” (padella).
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per gli “scialatielli”

  • 500 gFarina di 0
  • 1uovo
  • 150 mlLatte
  • 60 gpecorino grattuggiato
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Basilico

Per il sugo ai frutti di mare

  • 250 gCozze
  • 250 gVongole veraci
  • 250 gFasolari
  • 250 gCannolicchi
  • 8Gamberi
  • 8Scampi
  • 2 spicchiAglio
  • 300 gPomodorini
  • q.b.Peperoncino
  • q.b.Prezzemolo
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.Olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Disporre su un piano di marmo gli ingredienti: la farina, l’uovo al centro, il pecorino, il pepe, l’olio extravergine di oliva,il sale e il basilico tagliato finemente. Amalgamare gli ingredienti con una forchetta aggungendo il latte poco per volta, quando il composto prende consistenza, lavorare l’impasto con le mani per circa dieci minuti, fino a raggiungere un risultato liscio e compatto. Avvolgere la pasta nella pellicola trasparente e lasciarla riposare per circa un’ora in un luogo fresco e asciutto. Riprendere l’impasto e stenderlo con il mattarello fino a raggiungere una soglia di pochi millimetri. Arrotolare la soglia su se stessa e tagliare al coltello gli scialatielli: lunghezza di circa 10-12 cm. e spessore di circa 3-4 mm.

    Lavare e pulire per bene i molluschi. Mettere 2 cucchiai d’olio exravergine di oliva in un tegame, unire uno spicchio d’aglio e lasciarlo imbiondire. Unire i molluschi, coprire con un coperchio e lasciarli aprire, prima di toglierli dal fuoco. Sgusciare una parte dei molluschi, mettendone da parte qualcuno con il guscio per decorare il piatto. Filtrare, raccogliere e mettere da parte il liquido di cottura. Far imbiondire l’altro spicchio d’aglio con 4 cucchiaio d’olio extravergine di oliva, aggiungere i pomodorini tagliati a metà, un pizzoco di peperoncino e, dopo qualche minuti, unire anche il liquido di cottura messo da parte. Lasciar cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo, unire i gamberi e gli scampi, far cuocere per circa 10 minuti e poi aggiungere anche i molluschi, lasciando cuocere il tutto per altri due minuti. Aggiustare di sale e pepe.

    Lessare gli scialatielli, scolarli al dente ed unirli al condimento. Spolverare con del prezzemolo tritato e mantecare il tutto.  

Link affiliato #adv

Gli scialatielli sono un’invenzione abbastanza recente (nel 1978 ad Amalfi dal cuoco napoletano Enrico Cosentino) e oggi si trovano abbastanza facilmente in commercio sia freschi che secchi, nel caso possono essere sostituiti dalle tagliatelle.

La Molisana ha in commercio una buona qualità: La Molisana, Scialatielli Pasta Lunga, SOLO Grano Italiano – 500g a 1,49 € on line.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.