Schie con polenta bianca

Il 9 marzo 2019 al ristorante “Il Mercante” a Venezia abbiamo assaggiato uno dei piatti più rappresentativi della Laguna: schie e polenta. Schia è il nome in dialetto di un tipo di gamberetto dipiccole dimensioni di colore grigio che cuocendo diventa rosa. Un tempo le schie erano considerate un piatto povero perché facilmente reperibili in laguna, oggi invece sono una vera e propria prelibatezza, leggermente diverse dai classici gamberetti sono dei crostacei caratterizzati da una polpa è ricchissima di sapore. Tipiche tradizionali della zona lagunare tra Venezia e Trieste, oltre che del delta del fiume Po, si trovano soprattutto nel periodo invernale e vengono venduti ancora vivi al banco del pesce. Comprandole fate attenzione alla loro vivacità, che determina il grado di freschezza del crostaceo.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gschie
  • 500 gFarina di mais bianco (in alternativa polenta di mais bianco istantanea)
  • 3 lAcqua
  • 125 mlVino bianco
  • 1 spicchioAglio
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Prezzemolo
  • q.b.sale e pepe

Preparazione

  1.   Lavare bene le schie in acqua corrente e lessarle per pochissimo tempo in acqua salata bollente. Scolarle, farle leggermente raffreddare e pulirle (oltre a sciacquarle molto bene sotto l’acqua corrente prima della cottura, per pulire le schie è sufficiente togliere il filamento intestinale)   Preparare la polenta, che sarà molto morbida e cremosa: portare ad ebollizione 3 litri di acqua e appena questa accennerà a bollire, aggiungere 1 cucchiaino colmo di sale grosso e lasciare che riprenda a bollire, poi versare a pioggia la farina di mais bianco per la polenta, mescolando bene con una frusta così che non rimangano grumi. Appena la polenta inizierà ad addensarsi, mescolalare con un cucchiaio di legno, abbassando la fiamma al minimo e proseguire la cottura per 40 minuti circa, mescolandola spesso. Alla fine la polenta dovrà risultare molto morbida (in alternativa si può usare la polenta istantane precotta per velocizzare i tempi). Quando mancheranno 15 minuti al termine della cottura della polenta, fare scaldare tre cucchiai di olio di oliva in una padella posta su fuoco vivace, unire l’aglio tritato e il prezzemolo, e dopo un minuto aggiungere le schie e lasciare cuocere per 2 minuti, trascorsi i quali potranno essere sfumate con il vino bianco per poi proseguire la cottura per altri 5 minuti. Una volta pronte, aggiustare di sale e pepe, quindi servirle in tavola accompagnandole con la polenta bianca.

Note

Al di fuori di Venezia (e del Veneto in generale) è davvero raro trovare le schie, perciò possono essere sostituite con dei normali gamberetti piccoli. La polenta bianca ottenuta dalla macinazione di farina del mais biancoperla (tipica del Polesine e delle zone di Padova, Treviso e dell’entroterra veneziano), più raro e più costoso del mais giallo, è una polenta che oltre ad un profumo meno deciso della rispettiva gialla, è più delicata e più rispettosa del piatto che a lei viene accompagnato e da lei esaltato. La farina di mais non viene utlizzata solo per fare la polenta (fioretto e bramata sono le più adatte), ma a seconda delle tipologie può essere utilizzata per diversi tipi di preparazioni e ricette. Trovate QUI un approfondimento.  

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


1 commento su “Schie con polenta bianca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.