Ularthiyathu (India)

Ularthiyathu è uno stile di cottura tipico del Kerala.

Cottura lenta con una miscela di spezie (curcuma, coriandolo, garam masala, pepe nero, peperoncino rosso), cipolle, aglio, zenzero e foglie di curry, combinate a scaglie di cocco leggermente arrostite.

Tradizionalmente veniva cucinato in grandi uralis di rame dal fondo alto (un piatto a fondo piatto), sopra il fuoco di legna.

La preparazione cuoceva lentamente nel suo sugo e veniva lasciata per ore sulle braci.

La parola Ularthiyathu in lingua malayalam significa “cotto lentamente e arrostito a secco”.

Le ricette in stile Ularthiyathu sono abbastanza comuni in Kerala con piatti a base di carne di maiale, manzo, pollo, crostacei e molluschi.

Noi, durante il nostro viaggio in Kerala, abbiamo infatti assaggiato sia i gamberi (chemmeen), che il manzo, il pollo, che i calamari in stile Ularthiyathu.

Segue la ricetta del manzo, ma è sufficiente sostituire l’ingrediente principale con altro per testare le diverse ricette.

I punti chiave della preparazione sono: la cottura a secco iniziale, in modo che l’acqua fuoriesca, e l’ultima fase della tostatura a secco abbassando il fuoco al minimo e saltando in padella finché il tutto diventi completamente marrone.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaIndiana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

1 kg manzo
4 cipolle
10 spicchi aglio
5 cucchiai olio di cocco
q.b. zenzero fresco
40 g cocco essiccato

Spezie: 1 cucchiaio di peperoncino Kashmir in polvere, 1 cucchiaio di pepe, 2 cucchiai di coriandolo in polvere, 1 cucchiano di Garam Masala e 1 cucchiaino di curcuma in polvere.

Passaggi

Tagliare la carne di manzo a cubetti.

Cuocere in una pentola a pressione con sale.

Cuocere a fuoco lento per al massimo 5-7 minuti dopo il fischio.

Scaldare 2 cucchiai di olio di cocco in una padella e friggere i pezzetti di cocco fino a quando diventano di colore marrone dorato.

In un padella dal fondo alto, scaldare l’olio di cocco, aggiungere le spezie e le foglie di curry.

Quando l’aroma comincia a diffondersi, aggiungere le cipolle e mescolare per un minuto.

Quindi aggiungere lo zenzero e l’aglio.

Tutta questa miscela dovrebbe caramellarsi, ma attenzione a non bruciarla.

Aggiungere la carne parzialmente cotta e mescolare bene.

Cuocere a secco la carne e assicurarsi che sia ben ricoperta di masala (mix di spezie)

Regolare di sale.

Se necessario, aggiungere un po’ dei succhi rimasti nella pentola a pressione.

Cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti.

Infine tosatre a secco abbassando il fuoco al minimo e saltando in padella finché il tutto diventi completamente marrone.

Servire con le scaglie di cocco fritte.

Chemmeen (gamberi) ularthiyathu

I beneifici dell’olio di cocco:

L’olio di cocco è ampiamente utilizzato nei paesi tropicali come India, Sri Lanka, Thailandia, Filippine che hanno una buona produzione di olio di cocco.

Può essere usato per cucinare a elevate temperature e fare fritture poiché contiene prevalentemente grassi saturi a catena media che non si ossidano. Ottimo come condimento a crudo.

É una delle fonti più ricche di grassi saturi, quasi il 90% degli acidi grassi sono saturi, ma la loro composizione chimica è molto diversa dai grassi saturi contenuti nella carne e nei latticini.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *