Curried sausages (Australia)

Le curried sausages, ovvero le salsiccie al curry, sono un classico pasto australiano e britannico che trae origine da una ricetta tedesca: currywurst, ovvero bratwurst grigliato (o, in altre varianti, bollito) e tagliato a rondelle, condito da una salsa a base di concentrato di pomodoro o ketchup, spolverata di curry, ed accompagnato da pane bianco o patate fritte.

Nella versione australiana la salsa è fatta con curry inglese, cipolle e brodo di manzo con l’aggiunta di piselli, servita su riso – come nel mio caso – puré oppure pasta.

Il piatto ha guadagnato una crescente popolarità a livello mondiale dopo la loro apparizione nello show televisivo per bambini australiano “Bluey.

In un episodio Bluey (stagione 3, episodio 8) crea un ristorante immaginario, spingendo il nonno Mort a ordinare un piatto utilizzando la finta app del telefono.

Mort adora le curried sausages e questa menzione ha incuriosito molti americani nel provare questa classica ricetta australiana.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaAustraliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Strumenti

Passaggi

In una padella soffriggere le salsiccie (o bratwurst) per 10 minuti, quindi metterle da parte e tagliarle a rondelle.

Nella stessa padella aggiungere la cipolla, il brodo e il curry, quindi nuovamente le salsiccie.

Portare ad ebollizione, aggiungere l’amido mescolato con 2 cucchiai di acqua, infine e piselli. Regolare di sale e pepe. Cuocere per 10 minuti.

Servire su riso bianco bollito (a scelta).

FAQ (Domande e Risposte)

Che cosa è il curry inglese?

Il curry non è una ricetta indiana e non è neppure una parola in lingua hindi.
Curry è una parola inglese, traslitterazione di parole hindi il cui suono sembrava “curry” e diventati i piatti che conosciamo grazie al Regno Unito.
Nato come polvere di spezie trasportabile fino in Europa, aggiunta a casaccio nei tipici piatti inglesi, come gli stufati, o usata dagli immigrati arrivati da India, Bangladesh, Pakistan e altre colonie.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *