Polenta gialla con cinghiale e funghi

Polenta gialla con cinghiale e funghi: un piatto della tradizione toscana, ottimo nelle serate invernali, ma non solo…

In partenza per il fine anno in costiera Amalfitana, il 28 dicembre 2019 abbiamo fatto tappa a Pistoia per una notte, e abbiamo cenato all’ottimo ristorante “Il Signorino”, dove abbiamo la polenta con il cinghiale e i funghi porcini.

Il cinghiale, essendo animale selvatico, va sempre “trattato” prima di essere cucinato al fine di evitare che sappia troppo “di selvatico”.

  • Preparazione: 6 Ore
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone

Ingredienti

  • 1 kg Cinghiale
  • 2 cucchiai Farina
  • 400 g Passata di pomodoro
  • 1 cucchiaino Concentrato di pomodoro
  • q.b. Bacche di ginepro
  • 1 kg Funghi (meglio se porcini)
  • 2 spicchi Aglio
  • q.b. Prezzemolo
  • 1 kg Farina di mais bramata (o polenta istantanea precotta)
  • 4 l Acqua
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Per la marinatura del cinghiale

  • 2 bicchieri Vino rosso
  • 2 coste Sedano
  • 1 Carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 foglia Alloro
  • q.b. Timo
  • 2 foglie Salvia
  • q.b. Pepe in grani

Preparazione

  1. Mettere la carne di cinghiale ridotta in pezzi a macerare  con il vino rosso, il sedano, la carota, la  cipolla, sale, pepe in grani, l’alloro, il timo e la salvia per almeno 6 ore.

    Scolare la carne, asciugarla ed infarinarla leggermente.

    Filtrare il vino della marinatura.

    In una padella fare rosolare nell’olio extravergine di oliva: sedano, carote, cipolla, aglio, salvia, timo e le bacche di ginepro. Aggiungere la carne infarinata nella padella.

    Quando il cinghiale sarà ben rosolato, unire il vino rosso della marinatura fino a farlo evaporare.

    Unire il concentrato di pomodoro diluito in poca acqua e quando il liquido nel tegame sarà quasi completamente evaporato, anche la passata di pomodoro.

    Trifolare a parte i funghi con aglio e prezzemolo. Aggiungere se necessario del brodo caldo di verdura, fino a portarli a cottura.

    Preparare la polenta nel modo consueto. Se la si vuole fare con la farina di mais bramata, portate a leggera ebollizione l’acqua aggiungendo una manciata di sale. Versate la farina a pioggia mescolando con una frusta per evitare che si formino i grumi. Farla cuocere a fuoco basso per circa un’ora e mezza.

    In alternativa si può usare la polenta istantanea precotta.

    Una volta pronta la polenta, distribuirla nei piatti e servire il cinghiale insieme ai funghi porcini su un fondo di polenta calda.

Note

Esistono diverse tipologie di farina di mais , quella bramata è la più diffusa, perché è quella “da polenta” e può essere gialla oppure bianca in relazione alla pigmentazione (alla varietà) di mais da cui deriva. La polenta bianca è utilizzata prevalentemente nella zona veneta e friulana.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.