Po’ Boy (Stati Uniti)

La prima volta che abbiamo assaggiato il Po’Boy eravamo a New Orleans, nel novembre 2013, infatti il Po’ Boy è un sandwich tipico della Louisiana.

L’origine del nome, che sarebbe una contrazione di poor boy, ovvero povero ragazzo, è sconosciuta, sebbene siano molte le teorie. Una di queste, la più accreditata,narra che durante la grande depressione, ci fu un lungo sciopero dei conducenti di tram della città. I fratelli Martin, ex conducenti di tram, che aprirono un locale a New Orleans intorno al 1922, per sostenere la protesta, fornirono cibo gratis ai “poveri ragazzi” che scioperavano preparando questi panini che poi diventarono famosi non solo negli Stati Uniti.

Il roast beef era il ripieno di po’boy più popolare di New Orleans fino agli anni ’70, oggi invece si tratta di un panino farcito di gamberi impanati e fritti, noti anche come gamberi popcorn, ed lattuga sminuzzata, pomodori, maionese e spesso sottaceti.
Ma ci sono moltissime varianti di Po’ Boy: ostriche, granchi, pesce gatto, pollo, tutti ovviamente fritti, oppure salsiccia e arrosto di manzo. Unico comun denominatore: la baguette di New Orleans (croccante fuori, cuore morbido: the fluffy bread) .

Quella che segue è la ricetta più “classica”m, con i gamberi fritti, e potete trovarla anche all’interno del libro “In cibo veritas, cucina creativa e etnica“.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2 persone, 2 panini
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaAmericana

Ingredienti

  • 1baguette
  • 450gamberi (puliti)
  • q.b.olio di semi
  • 2 cucchiaipaprika
  • 2 cucchiaipepe di Caienna
  • 2 cucchiaipepe bianco
  • 1 cucchiainoorigano
  • 1 cucchiainoaglio in polvere
  • 100 gfarina
  • 100farina di mais
  • 2pomodori
  • 50 glattuga
  • 1uovo
  • q.b.sale
  • q.b.maionese
  • sottaceti (opzionali)
  • burro (opzionale)

Preparazione

  1. Scaldare l’olio in una casseruola, con temperatura a 350°. Intanto mescolate paprika, pepe di Cayenna e bianco, aglio in polvere ed origano ed aggiustate di sale.

    A parte unite farina e farina di mais ed altro sale, mentre in un altro recipiente sbatti l’uovo.

    Pulite e sgusciate per bene i gamberi per poi impanarli nelle farine, nelle spezie, e poi nell’uovo sbattuto.

    Quando avrete fatto questo procedimento con tutti i crostacei, friggeteli all’interno di una padella antiaderente fino a completa doratura degli stessi. Basterà qualche istante. Riponete i gamberetti sulla carta da cucina per farli scolare dell’olio in eccesso.

    Trasferiteli poi tutti in un contenitore foderato sempre di carta da cucina ed aggiustate di sale.

    Adesso tagliate la baguette e farcitela con maionese, lattuga, pomodoro, e gamberi fritti (e se volete sottaceti).

    Si può tostare prima il pane con un po’ di burro.

Curiosità

Ogni anno c’è un festival a New Orleans dedicato al Po’Boy, il Festival Po’Boy di Oak Street con musica dal vivo, arte e venditori di cibo da strada. Si tiene a metà novembre lungo Oak Street, nel quartiere Carrollton della città. l festival assegna premi “best-of”, che danno agli chef un incentivo a inventare alcuni dei Po’boy più creativi.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.