Crea sito

Mince Pie (Stati Uniti)

Alle Hawaii, la tradizionale formula d’augurio Merry Christmas! è stata storpiata con Mele Kalikimaka!

La stagione natalizia viene di fatto inaugurata negli Stati Uniti con la festa del Ringraziamento, che cade l’ultimo giovedì di novembre.

A causa della composizione multietnica della popolazione statunitense, ciascun nucleo familiare segue riti e usanze differenti, onorando il proprio credo e le proprie origini.

I coloni portarono con sé molte credenze e usanze specifiche, tra cui la leggenda di Babbo Natale. In origine si chiamava Santa Claus, ma in seguito il nome si è evoluto in Babbo Natale. Sono stati gli americani a dare a Babbo Natale l’aspetto che oggi è associato a lui in tutto il mondo, quando Haddon Sundblom,tra il 1931 e il 1966, disegnò la famosa immagine di Babbo Natale per la pubblicità della Coca Cola.

A tavola, il vero pranzo di Natale americano vede il predominio indiscusso del tacchino ripieno, ormai adottato anche dagli immigrati che lo propongono accanto alle loro pietanze locali.

Gli americani abbondano nel preparare la Mince Pie, una torta di “crust pie” (la pasta frolla inglese senza uova, simile alla nostra pasta brisée) ripiena di una mistura a base di frutta chiamata fruitmince che contiene frutta fresca e disidratata (uvetta, ciliegie, albicocche, scorze d’arancia candite, mela etc), spezie (cannella, noce moscata, zenzero), noci o mandorle a pezzetti, burro e un po’ di liquore (di solito brandy o rum), un dolce talmente buono che anche Babbo Natale, secondo la tradizione, lo adora. Per questo è necessario lasciare un piattino con una o due fette sul bordo del caminetto, accompagnato da un bicchierino di brandy e da una carota per la renna, come ringraziamento affinché le calze di Natale siano ben riempite di doni.

Un’altra tradizione legata alla Mince pie è quella che raccomanda di mescolare la farcia sempre in senso orario, per non attirare la mala sorte per l’anno successivo.

Può essere grande e venire tagliata a fette, oppure piccola, come una tartelletta (Mince pies) e essere servita come monoporzione. Gli ingredienti variano da famiglia a famiglia. Quel che di certo non deve mai mancare nella farcia sono: i frutti rossi disidratati, la frutta secca e la parte alcolica.

Più tempo passa, più tempo il composto staziona, più tutti i sapori si impregnano di profumo e si amalgamano. Il consiglio è quello di lasciare a macerare il ripieno almeno una notte.

Ricetta Mince pie Natale Stati Uniti ViaggiandoMangiando
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Per la crust pie per 1 teglia da 22 cm:

  • 320 gfarina
  • 225 gburro
  • 1 cucchiaiosale
  • 1 cucchiaiozucchero
  • 100 mlacqua (fredda)

Per il ripieno:

  • 100 guvetta
  • 100 gmirtilli rossi
  • 1mela
  • 50 galbicocche disidratate
  • 20 gmandorle tritate (o noci o nocciole)
  • 90 gzucchero
  • 60 gburro
  • 100 mlbrandy (o Cherry o Grand Manier)
  • 1limone
  • 1arancia
  • 1 cucchiaiozenzero in polvere
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • q.b.noce moscata

Preparazione

  1. Ricetta Mince pie Natale Stati Uniti ViaggiandoMangiando

    Il ripieno:

    tritate la buccia d’arancia e di limone finemente, sminuzzate le albicocche e tritate le mandorle (o noci, o nocciole).

    Aggiunget l’uvetta e i mirtilli rossi.

    Girate bene in senso orario (per non attirare la sfortuna!).

    Aggiungete le spezie, lo zucchero e infine la mela tagliata a pezzettini piccolissimi.

    Aggiungete il burro fuso.

    Girate ancora.

    Aggiungete il brandy (o rhum, o cherry, o Grand Manier).

    Sigillate con una pellicola e lasciate marinare almeno una notte a temperatura ambiente. Avendo cura di mescolare ogni 6 -7 ore.

    l giorno successivo, occupatevi di preparare il crust pie:

    in una ciotola mescolate la farina con lo zucchero ed il sale, aggiungete poi il burro tagliato a dadini e lavorate fino ad ottenere un composto sabbioso.

    Unite in fine l’acqua fredda.

    Impastata sino ad ottenere un composto liscio e compatto e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 20 minuti.

    Stendete poi la pasta a 5 mm di spessore Ricoprite lo stampo (o gli stampi se volete fare le tartellette) e farcite ogni con il composto ormai marinato.

    Taglia alcune fessure nella crosta superiore per far fuoriuscire il vapore.

    Scaldate il forno a 175°C e infornate i la Mince pie nella parte centrale del forno e cuocetela per circa 30 – 40 minuti.

    Dopo i primi 15 -20 minuti spostatela i nella parte bassa del forno per 10 minuti. poi di nuovo nella parte centrale.

    Sfornate e lasciate intiepidire nella teglia.

    Quando la Mince piee è tiepida allora potete tirarla fuori.

Tradizioni nei diversi Stati…

Nel sud-est degli Stati Uniti, si hanno usanze simili al vicino Messico, quali le luminarias e le farolitas, consistenti in sacchetti riempiti di sabbia ed illuminati da candele.

A New Orleans, vengono invece accesi dei falò lungo il fiume Mississippi per tutta la durata della stagione natalizia. Lo scopo è aiutare Babbo Natale a intraprendere la strada giusta mentre cerca le case di bambini buoni.

A Filadelfia, ha luogo il 1º gennaio la sfilata dei mummers.

Diffusa in Alaska è invece la tradizione dei cantori della Stella.

Nel Connecticut, Maine, Massachusetts, New Hampshire, Rhode Island e Vermont sono stati creati dei negozi appositi dediti esclusivamente alla vendita di articoli natalizi chiamati Christmas shops.

A Frankemouth, nel Michigan si trova poi il Bronner’s Christmas Wonderland, creato nel 1977 e che in un’area di 2,2 acri espone 300 alberi di Natale, 700 statuete e 100.000 luminarie. Il più grande negozio di oggettistica natalizia di New York è invece la House of Holidays, situata nell’Ozone Park.

Nei Monti Appalachi e presso alcune comunità Amish viene festeggiato il “Vecchio Natale” che cade il 6 gennaio.

Link affiliato #adv

Se violete anche voi la vostra immagine di Babbo Natale Coca Cola come decorazione da parete, in latta, nel trovate una molto bella QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.