Jericoacoara 3.10: la partenza dall’aeroporto di San Paolo

Jericoacoara 3.10: la partenza dall’aeroporto di San Paolo

Dopo una tranquilla notte al fresco, senza sudare, un’ottima colazione a buffet con specialità brasiliane, come il paio queijo, e internazionali, una lunga mattinata trascorsa in camera tra Facebook e This is us con Amazon Video (incredibile come proprio ora che sono distante dalla mia famiglia, mi sia appassionata proprio ad un family drama….😅), ci siamo traferiti in aeroporto.

Colazione all’hotel Hampton by Hilton Guarulhos San Paolo


Soli due voli intercontinentali, l’altro va a Houston con United. La zona nazionale e’ più trafficata e ci sono più negozi e ristoranti aperti, in quella internazionale meno. Check in velocissimo, come metal detector, fortunatamente non dovremo ritirare le valigie a Parigi, ma andranno dirette a Nizza.

Adesso mi trovo nel vip lounge American Express, molto elegante, ovviamente semi deserto. Causa Coronavirus il pasto e’ a là carte, con vasta scelta e possibilità di ordinare più volte. Io ho optato per riso con piselli, delle ottime crocchette di riso e ananas. Ho cinque ore da aspettare qui prima dell’imbarco.  Porta 304, alle  18.05. Non escludo di provare anche l’altro vip lounge convenzionato da Prority Pass. In alcuni aeroporti non se ne trovano, qui al terminal 3 addirittura ce ne sono due…

 

 

Sono a buon punto. La mia preoccupazione era soprattutto legata al volo intercontinentale. Ora so che è tutto confermato. Non mi resta che lasciare il Brasile.

Boa tarde!

 

Print Friendly, PDF & Email
VAI A:  Jericoacoara 3.3: con il "tudo fechado" si cucina brasiliano!