Crea sito

Giorno 31: preparazione per il rientro in Italia

In questi ultimi due giorni di preparazione per il rientro in Italia, come volevasi dimostrare domenica ci hanno cancellato il volo intercontinentale di Air France per la chiusura della Francia al Brasile.
Ci siamo riprotetti su Air Europa, dopo l’ennesima richiesta di rimborso per la cancellazione di un volo, procedura che ci accompagna ormai da più di un anno.

Dopo la notizia e l’immediata ricerca di una soluzione, ci siamo spiaggiati nuovamente a Coroa Vermelha, questa volta alla Cabana “Brilho di Sol” di un italiano, dove ci ha portato Alessandro, altro italiano che abbiamo conosciuto in questi giorni trascorsi a Porto Seguro (lo vedete in foto) e che ci ha spiegato molto della attuale situazione brasiliana e soprattutto sul regolamento da rispettare per uno straniero che vorrebbe trasferirsi all’estero.
Non mi dilungo in spiegazioni, ma se qualcuno di voi lettori fosse interessato, vi invito a contattarmi privatamente attraverso e-mail (selenecoccato@gmail.com ) o social media.

Pranzo con mio ennesimo ceviche, questa volta di salmone, e per Stefano carne di sol con patatine fritte.

Pranzo con amico italiano Alessandro

Coroa Vermelha meno affollata, nonostante la giornata festiva. Ce la siamo goduta con più tranquillità.

Il video della nostra penultima cena a Porto Seguro….

Nella Churrascaria Baraca do Gaucho! la più famosa in zona, avremmo potuto fare rodizio di carne, ma abbiamo optato per la picanha, e i nostri amati Coração de frango, con i contorni di feijao tropeiro, che è un tipo di fagiolo bianco con l’occhio nero cucinato insieme alla farofa, al bacon e all’uovo sodo, il riso (immancabile) e il vinagrette. Ci siamo concessi anche il dolce con l’immancabile, in ogni viaggio brasiliano, mousse di maracuja e la new entry, cocada de coco, specialità a base di latte condensato e cocco venduta soprattutto nelle bancarelle sulla strada.

VAI A:  Jericoacoara 3.1

Ieri, lunedì 19 aprile è scoccato il mese da quando siamo partiti da Bergamo, e a ritroso, dobbiamo rifare la procedura per la partenza, questa volta per il rientro in Italia, perciò: tampone (ennesimo!) Covid, questa volta basta quello rapido e non molecolare, lo abbiamo prenotato i giorni passati e fatto presso una clinica privata in centro Porto Seguro al costo di ben 53,50 € cadauno, con risultato immediato. Occorre che sia stato fatto almeno nelle 48 ore prima rispetto alla partenza. La clinica è stata l’unica che vi ha anche fatto il test con il saturimetro per misurare la percentuale di ossigeno nel sangue.


Abbiamo preparato le auto certificazioni che indicano da dove arriviamo, dove andiamo e dove faremo la quarantena.
Una volta rientrati in Italia, dobbiamo:

  • denunciarci alla Asl locale attraverso e mail turisti@asl2.liguria.it;
  • fare un tampone molecolare entro le 48 ore dall’arrivo in Italia,
  • fare una quarantena di 15 giorni,
  • fare un altro tampone molecolare alla fine della quarantena. Di ogni tampone se ne dovrebbe occupare l’Asl…vedremo…

Non abbiamo però rinunciato alla nostra spiaggia mattutina, né al pranzo presso il Jamaica Beach, dove si pubblicizza un menù giamaicano-portoghese, ma in realtà è un brasiliano con qualche inserimento portoghese come il baccalà, ma noi abbiamo optato per un pasto leggero con insalata mista con pollo.

Pranzo al Jamaica Beach

Ultima cena a Porto Seguro, al ristorante Ristorante “Recanto do Sossego” ma in compagnia …. Guardate il video…

Così siamo stati a Coroa Vermelha anche alla sera e in compagnia dell’amico conosciuto qui, con un’ultima cena a base di grandi classici come calabresa açebolada e l’immancabile filet mignon. Il ristorante è molto bello è di tre italiani che si sono trasferiti qua diversi anni fa con pizza forno a legna e anche specialità italiane e brasiliane.

VAI A:  GIORNO 13: un po' di malinconia per la vacanza che sta per finire.

Stamattina, martedì 20 aprile, sorpresa all’aeroporto di Porto a Seguro dove abbiamo dovuto ripagare il volo per San Paulo con LATAM nonostante Air France ci avesse cancellato solo l’intercontinentale.

È bene sapere, e lo abbiamo imparato oggi, che se un volo viene acquistato da una sola compagnia, in questo caso Air France, nonostante ci siano voli di altre compagnie nell’itinerario, se una delle tratte è stata cancellata, anche le altre lo sono di conseguenza, sebbene siano disponibile al check in on line.
Chiederemo rimborso del volo intero ad Air France e del nuovo volo ad American Express con cui abbiamo una assicurazione di viaggio AXA molto valida, che vi consiglio.

Volo atterrato in perfetto orario.

Dovendo attendere circa 10 ore prima del volo intercontinentale, abbiamo deciso di andare in centro città e dopo aver lasciato i bagagli in deposito (piano terra, terminal 2 arrivo, attraversare la strada) con il nostro fido Uber, in tre quarti d’ora, abbiamo raggiunto la Avenida Paulista. Sperando di poter mangiare ci siamo invece resi conto di essere tornati quasi alla “realtà” perché qui a San Paulo i ristoranti sono aperti soltanto con servizio di asporto.

Abbiamo perciò mangiato per strada un pao de queijo e un bauru, che è una sorta di pane ripieno con formaggio e pomodoro, cotto al forno, molto croccante e, dopo una passeggiata, siamo rientrati in aeroporto.

É stata la prima volta che abbiamo visitato San Paulo che ci è parsa una città grande come molte, senza infamia né lode, noi ce l’aspettavamo più grigia, caotica e sporca, in realtà la via che abbiamo visto era ricca di bei negozi, grandi centri commerciali e molto ben tenuta.

VAI A:  GIORNO 12: Praia do Mole

Nell’aeroporto di Guarulhos è Da segnalare la presenza di ben due zone per effettuare Test Covid all’interno del terminal 3 dei voli internazionali con risposta in 15 minuti sia per molecolare che rapido.

Questa volta tutto bene all’imbarco del volo aereo Europa con scalo a Madrid e finalmente un Vip Lounge è aperto quello molto elegante di American Express dove ero già stata proprio lo scorso anno dove (Evviva!), ho trovato finalmente i miei amati Pao de queijo in quantità illimitata per concludere degnamente questa lunga vacanza!

Pao de queijo per concludere la vacanza!

Se tutti i voli saranno in orario, arriveremo domani mercoledì 21 aprile alle ore 17:15 a Milano Malpensa.

Grazie a tutti dell’attenzione alla prossima vacanza e vi ricordo che potete contattarmi per qualsiasi informazione attraverso email o i canali social.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.