Francesinha (Portogallo)

Lasciati gli Stati Uniti, patria dei panini per eccellenza, ci spostiamo in Europa, più precisamente in Portogallo, e qui troviamo un panino davvaro interessante: la francesinha. Difficile da mordere, per la sua abbondanza, va consumato necessariamente con forchetta e coltello…
Originario di Porto è simile al croque-monsieur francese, dal quale deriva. L’invenzione è attribuita a Daniel da Silva, un emigrante portoghese ritornato da Francia e Belgio, che nel 1960 cercò di adattare appunto il croque-monsieur al gusto portoghese. Si dice che lo chiamò così, a causa della sua enorme ammirazione per le donne liberali francesi, le più “piccanti” del suo tempo.

Si tratta di un piatto molto popolare a Porto, anche se può essere talvolta trovato altrove in Portogallo.
Viene preparata con due fette di pane in cassetta farcite con salsiccia fresca, fiambre (un prosciutto cotto tipico del Portogallo), linguiça, e una bistecca di manzo, il tutto ricoperto con formaggio fuso e infornato in una terrina di terracotta con un’abbondante salsa a base di pomodoro, birra e peperoncino. Per questo sugo, acquistabile già pronto in molti supermercati portoghesi, non esiste una ricetta standard, ma solo tantissime varianti.
Facoltativamente, può essere servito sormontato da un uovo fritto (francesinha speciale) e su un letto di patatine fritte ed accompagnate in genere da un fino (bicchiere di birra alla spina).

Nel 2011 è stato nominato uno dei 10 migliori panini del mondo dal sito statunitense “AOL Travel”.

La ricetta che segue è senza cottura al forno: Si puà decidere di sistemare il panino in una forma di terraccotta e di passarlo al forno, modalità grill, 5 minuti prima di servirlo.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaPortoghese

Per il panino:

  • 8 fettepane in cassetta
  • 4 fetteprosciutto cotto
  • 250 ggroviera (a fette)
  • 150 mllatte
  • 4 fettecarne di vitello
  • 100 gsalsiccia
  • 4linguiça (o bratwurst)
  • q.b.sale
  • q.b.burro

Per la salsa al pomodoro:

  • 150 gpolpa di pomodoro
  • 150 mlvino Porto
  • 100 mlbirra
  • 250 mlbrodo di carne
  • 1 cucchiaiofarina (opzionale)
  • q.b.sale
  • q.b.peperoncino

Preparazione

  1. Per il panino:

    Tagliate le salsicce e i wurstel a metà, senza aprirli del tutto e battete le fettine di vitello con un batticarne. Cuocete in padella con un filo d’olio le fettine di vitello e le salsicce.

    Tostate le fette di pane in cassetta in forno o in padella. Mettete il formaggio fresco a pezzi in un pentolino con il latte e il burro e fatelo fondere.

    Per la salsa al pomodoro:

    In un pentolino fate sciogliere del burro, unire la birra, e poi la polpa di pomodoro, il brodo, il peperoncino, il vino porto, in questo preciso ordine. Di tanto in tanto, per verificare sapore e cottura, bisogna provare il composto.

    In fase di cottura, bisogna mescolare la salsa, in modo da renderla cremosa ed omogenea. Se necessario, aggiungere un cucchiaio di farina mescolata in un po’ d’acqua per addensare la salsa. Lasciar bollire e poi cuocere ancira qulache minuto.

    Una volta pronti tutti gli ingredienti assemblate il panino: adagiate prima la fetta di vitello, la salsiccia, il prosciutto e il wurstel, coprite con l’altra fetta di pane, coprite con la crema al formaggio e con la salsa di pomodoro e birra.

    Servite subito la vostra francesinha, su un letto di patatine fritte.

Altre versioni di francesinha:

La “francesinha poveira”, che prende il nome dalla città di Povoa do Varzim, e consiste in una francesinha realizzata con la baguette francese al posto del pane in cassetta, ottima da consumare come street food.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.