Crea sito

Escudella y carn d’olla (Spagna)

Feliz navidad! E’ Buon Natale in spagnolo.

Per tradizione, gli spagnoli non celebrano l’arrivo di Babbo Natale a dicembre. I regali ai bambini spagnoli vengono consegnati il 6 gennaio dai Reyes Magos, i Re Magi, che sfilano per le strade cavalcano grandi carri da parata e lanciano dolci e caramelle ai bambini e questa sfilata, conosciuta come: la “cabalgata“. Fatta eccezione per la Catalogna, in cui si usa ricevere i regali il 25 dicembre, per mano del tio (zio) e non di Babbo Natale.

Altra data molto importante per i festeggiamenti natalizi sagnoli è il 22 Dicembre: giorno del sorteggio della Lotteria di Natale. La si conosce popolarmente come “El Gordo”, il sorteggio ha inizio la mattina e dura cinque ore, durante le quali i numeri estratti vengono cantati dal coro dei bambini del Colegio San Idelfonso di Madrid.

La sera del 24 Dicembre è la Nochebuena e la cena corrisponde al nostro classico pranzo di Natale. Non manca mai il Jamon serrano, e pesce e frutti di mare hanno un ruolo importante nel menù, in particolare i gamberoni, il tutto accompagnato da vino, sidro e “cava”, un vino molto simile allo spumante francese.
Ma anche la carne è molto popolare, sono molti i piatti che includono una grande varietà di carne come el puchero de pelotas de carne (zuppa di polpette) a Valencia o il cocinillo al horno (arrosto di maiale) in Castilla La Mancha, o la Escudella y Carn d’Olla in Catalogna.

A mezzanotte poi si celebra la Misa del Gallo: secondo la tradizione il gallo fu il primo testimone della nascita di Gesù, e fu lui ad annunciarlo al mondo.

La Escudella y Carn d’Olla è una zuppa di verdure e carne dove i vari tipi di carne (maiale, gallina, agnello, vitello) simboleggerebbero infatti i 4 evangelisti, mentre i 7 tipi differenti di verdure utilizzati (fagioli, patate, rapa, cavolfiore, carota, sedano, cipolla) sarebbero associati ai 7 sacramenti, e sebbene il piatto sia piuttosto corposo, viene considerato un antipasto natalizio.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaSpagnola

Ingredienti

  • 500 gstinco di vitello
  • 300 gorecchio e muso di maiale
  • 300 ggallina
  • 1stinco di agnello
  • 1piede di maiale
  • 100 gpancetta
  • 300 gpatate
  • 100 gbutifarra negra (salsiccia locale)
  • 100 gbutifarra blanca (salsiccia locale)
  • 1chorizo
  • 150 gceci in scatola
  • 150 gcarne macinata di suino
  • 100 gcarne macinata manzo
  • 100 gpancetta tritata
  • 2 spicchiaglio
  • 2uova
  • 1 fettapane
  • q.b.latte
  • q.b.prezzemolo
  • 1 gambosedano
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 1rapa
  • 1/2verza
  • 4ossa di manzo
  • 500 gpasta piccolo taglio (tipo conchiglie)
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Sistemare lo stinco di vitello e di agnello, la gallina, la pancetta, gli ossi di manzo, l’orecchio, il muso e il piede di maiale in una pentola con dell’acqua. fare bollire,

    Trascorsa un’ora si aggiungono: il sale, i ceci, la rapa, la carota e la cipolla sminuzzate e il sedano.

    La pilota (la polpetta): mescolare insieme la carne macinata, la pancetta tritata, l’aglio, il prezzemolo e il pane ammollato nel latte e poi strizzato. Aggoiungere le uova e un pizzico di sale, mescolando tutto (e se necessario in un po’ di farina in modo da renderla più compatta). Con l’impasto ottenuto si preparano delle polpette e si aggiungono al brodo.

    La carn d’olla: si aggiungono le varie forme di salsiccia catalana (botifarra blanca e negra, chorizo), e si cuoce a fuoco lento per ulteriori 30 minuti.

    Una volta che la carne è pronta, si ritira la pentola dal fuoco e si cola un poco del brodo in un altro recipiente, dove si bolliranno le patate e la verza a pezzi.

    L’escudella: quando il tutto è cotto, si tolgono gli ingredienti e si utilizza il brodo per cuocere la pasta di piccolo taglio.

    Si serve prima la zuppa e poi il piatto con la verdura e la carne.

Link affiliato #adv

Il presepe è una decorazione natalizia spagnola comune. Può essere semplice come la figura di Maria, Giuseppe e Gesù nella sua mangiatoia, oppure più elabrorato con paesaggi che che mostrano il deserto, i Re Magi, e persino il ‘caganer‘, una minuscola statuina del folklore catalano di un ragazzo intento a defecare sul pavimento. Secondo la tradizione metterlo nel presepe porterà fortuna, al contrario non farlo può essere causa di sventure.

Se vuOi seguire anche tu questa tradizione spagnola, trovi la statuina del “caganer” in terracotta QUI.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.