Cheesecake ai frutti di bosco, senza glutine né lattosio

Sulla strada del ritorbo dalla Costiera Amalfitana, il primo dell’anno ci siamo fermati al ristorante dell’hotel “Tiziana” a Montepulciano (frazione Tre Berte) dove, al termine di un pranzo a base di carne, ci hanno servito una cheesecake ai frutti di bosco. Dolce che io non posso nemmeno guardare, per le mie intolleranze a glutine e lattosio, così ho pensato di sperimentare con una versione gluten e lacto free.

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 370 gBiscotti secchi senza glutine e senza lattosio
  • 150 gBurro chiarificato
  • 700 gformaggio fresco spalmabile senza lattosio ( )
  • 150 gZucchero
  • essenza di fiori d’arancio o di vaniglia
  • 4Uova
  • 200 gFrutti di bosco

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 160 °C. Fondere il burro chiarificato a bagnomaria (in alternativa anche al microonde). Sbriciolare i biscotti e unire il burro fuso. In un’altra ciotola montare con la frusta elettrica la crema di formaggio, con lo zucchero e l’essenza di fiori di arancio: lavorare gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio ed omogeneo. Aggiungere alla crema di formaggio zuccherata e aromatizzata, le uova: una alla volta, mescolando con lo sbattitore elettrico alla minima velocità possibile. Mettere i biscotti sbriciolati e amalgamati con il burro sulla base di una teglia antiaderente da forno con l’apertura a cerniera, quindi versarvi  il composto cremoso. Cuocere la cheesecake per circa 50-60 minuti nel forno già caldo. A cottura terminata, fare raffreddare prima di sformare. Servire il dolce freddo con i frutti di bosco freschi o leggermente scaldati in padella con lo zucchero.

Note

La consistenza della base di biscotto sarà più friabile per la mancanza di glutine. La crema di formaggio sarà invece più dolce, a causa della mancanza di lattosio (vedi QUI perchè). Il glutine è un composto peptidico tipicamente contenuto in alcuni cereali, soprattutto nel grano o frumento e simili (spelta, farro, triticale, kamut), ma anche nella segale, nell’orzo e spesso nell’avena .

Qui la video ricetta:

https://youtu.be/ls4KOEgEWWQ  

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.