Crea sito

Agnello kleftiko (Grecia)

La Grecia ha un cilma mediterraneo, molto simile al nostro, e io ho sempre avuto lavori estivi, perciò, nonostante la mia secolare passione per la mitologia greca, sono stata in Grecia solo una volta e non molto tempo fa.

Conservo un ricordo meraviglioso del mio viaggio nel settembre 2015, a Santorini, un’isola ricca di fascino, con paesaggi da lasciare senza fiato. L’abbiamo girata in scooter (il modo migliore e più economico) e ricordo una vacanza all’insegna delal libertà, della scoperta e del buon cibo. Davvero indimenticabile, e mi sono ripromessa di ripetere l’esperienza.

Santorini è bollata come un’isola chic , ed è vero, e cara, ma non lo è, o almeno non particolarmente. Non posso chiaramente fare il confronto con le altre isole greche, ma durante la crociere con Costa Venezia abbiamo attraccato a Corfù e non ho notato una grande differenze nei prezzi locali.

La Grecia offere cibo buono, abbondante e a buon mercato, anche nei ristoranti più belli.

Cucina mediterranea con piacevoli contaminazioni mediorentiali, tanta verdura e tanta carne, soprattutto di agnello. La prima cena a Santorini infatti è stata proprio a base di agnello, molto morbido (per la lunga cottura) e indubbiamente il migliore mai mangiato… Così sono andata a cercare la ricetta e ho scoperto che si tratta dell’agnello kleftiko.

L’aggettivo “kleftiko” significa “rubato” e si riferisce ai clefti, nome con cui venivano chiamati i briganti greci che si opposero all’occupazione ottomana nel corso del XVIII e XVI secolo. I clefti vivevano di furti per poter sopravvivere sulle montagne e cuocevano gli animali rubati in un buco scavato nel suolo, che veniva ricoperto di terra per evitare che il fumo o l’odore potesse tradire il loro nascondiglio.

Oggi in Grecia lo si trova cotto in forni appositi e si tratta semplimente di agnello con verdure cotti al cartoccio.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaGreca

Ingredienti

  • 1.3 kgcosciotto d’agnello
  • 400 gpomodori (o pomodorini)
  • 1cipolla rossa
  • 700 gpatate (o patate novelle)
  • 200feta
  • q.b.rosmarino
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale e pepe
Olio extravergine di oliva, succo di due limone, rosmarino, sale e pepe.

Preparazione

  1. Potete decidere se utlizzare i cosciotti di agnello interi o se disosssarli e tagliarlia cubetti.

    Mettere l’agnello in una ciotola. Mescolare bene gli ingredienti della marinata per unire e versare sull’agnello. Con le mani lavorare la marinata Conservare in frigorifero per circa 2 ore.

    Preriscaldare il forno statico a 180 ° C.

    Modellare 2 pezzi di carta da forno in quadrati abbastanza grandi da contenere gli stinchi e le verdure. Posizionare la carta da forno su una superficie di lavoro. Tagliare le verdure a pezzi e posizionarel nel cartoccio con gli stinchi sopra. Cospargere di feta tagliata a cubetti e versare la rimanente marinata.

    Chiudere a pacchetto.

    Posizionare il pacchetto su una teglia e cuocere per 4 ore.

Alcune foto del viaggio a Santorini nel settembre 2015.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da viaggiandomangiando

Classe 1980, ligure, ha pubblicato tre romanzi e altrettante raccolte di poesia, diplomata al Centro Sperimentabile di Cinematografia in sceneggiatura e produzione fiction televisiva, si occupa dell'organizzazione degli eventi artistico/culturali dell'associazione di cui è presidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.