Crea sito

Gelato veg variegato alle Pesche (senza gelatiera)

gelato vegano variegatoNon si cucina molto, in piena estate.
L’afa non è mai stata così pressante come quest’anno, avvicinarsi ai fornelli è impossibile, accendere il forno? semplicemente impensabile.

Parola d’ordine: sussistenza.
Verdure marinate, tarallini, crudité, salse espresse e bruschette salva-pane (ingommosito dal caldo prima ancora di tirarlo fuori dal sacchetto della spesa) sono la prassi da almeno un mese, così la tavola sembra sempre apparecchiata per l’aperitivo del baretto sotto casa.

Ciò che non manca mai è frutta in quantità: melone Cantalupo, anguria  freschissima, pere Coscia e tantissime pesche! Per non gettar via la frutta troppo matura preparare il gelato è sempre una soluzione (moooolto!) gradita.

Ed ecco quì il mio gelato allo yogurt variegato alle pesche gialle: semplice da preparare senza gelatiera, completamente vegetale, senza glutine e…golosissimo!

Ingredienti:
  • 1 kg di pesche percoche
  • 750 ml di panna vegetale non idrogenata (ben fredda)
  • 250 ml di yogurt vegetale al cocco (in alternativa alla vaniglia o al naturale)
  • 250 ml di latte vegetale condensato (la ricetta quì)
  • 1 limone non trattato
  • vaniglia Bourbon in polvere
  • zucchero di canna grezzo q.b.

Tagliare a dadini le pesche (se biologiche senza sbucciarle) e distribuirle in una casseruola; cospargerle con il succo di limone e 3-4 cucchiai di zucchero di canna e lasciare macerare per una ventina di minuti.
Nel frattempo preparare il latte condensato secondo ricetta, trasferirlo in un recipiente a chiusura ermetica e lasciar raffreddare.

Quando le pesche avranno rilasciato un po’ di succo, accendere la fiamma e cuocerle a fuoco medio per 15 minuti, fino a quando saranno ben cotte e cremose ma senza sfaldarsi. Trasferire le pesche in un recipiente a chiusura ermetica e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.
Trasferire il latte condensato e le pesche in frigo fino al momento dell’utilizzo (generalmente preparo entrambe la sera prima e la crema il giorno dopo).

Montare la panna fredda ben ferma; incorporare a filo il latte condensato e infine lo yogurt. Aggiungere un cucchiaino raso di vaniglia Bourbon e la scorza del limone grattugiata, frullando ancora per amalgamare gli ingredienti.

Con il mixer ad immersione, frullare la composta di pesche ben fredda, lasciando qualche pezzetto intero se gradito. Dstribuire metà della crema in un recipiente adatto alla conservazione in freezer. distribuire metà della composta di pesche e variegare la crema con i rebbi della forchetta. Aggiungere il secondo strato di crema e la restante composta, variegando ancora la superficie.
Conservare in freezer per 4-6 ore.