Crea sito

Coniglietti di pane

Graziosi, cicciottelli, morbidissimi…..sono i coniglietti di pane! Una ricetta semplice semplice per la tavola di Pasqua, perfetta da preparare con i più piccoli. Ideali da farcire, sono perfetti anche così, addentati caldi caldi. Con sola farina di farro, un po’ di pazienza e poco latte di riso, è semplicissimo realizzare dei panini soffici soffici senza burro, latte e uova. Con tutto il buono delle farine di una volta 😉

coniglietti di pasqua
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina di farro
  • 500 gSemola di grano duro rimacinata
  • 3 gLievito di birra secco (1/3 di bustina)
  • 100 mlAcqua
  • 450 mlLatte di riso
  • 1 cucchiainoZucchero di canna
  • 20 gSale fino
  • 100 mlOlio extravergine d’oliva

Per decorare

  • Mandorle in scaglie
  • Semi di sesamo nero (o semi di finocchio o chiodi di garofano)
  • Latte di riso (per spennellare)
  • Semola (di spolvero)

Strumenti

  • 1 Barattolo di vetro con tappo
  • 1 Ciotola
  • 1 Pennello in silicone
  • Carta forno
  • Forbici

Preparazione

  1. Versare nel barattolo 100 ml di acqua appena tiepida; aggiungere 100 g di farina di farro, il lievito e lo zucchero e chiudere con il tappo. Agitare il barattolo per 30 secondi fino a formare una pastella piuttosto omogenea.
    Lasciare fermentare il lievitino per circa 60-90 minuti, fino al raddoppio.

    Stemperare il lievitino in 400 ml latte di riso a temperatura ambiente (tenerne da parte per regolare la densità dell’impasto, qualora necessario). Aggiungere poco alla volta le farine, iniziando a mescolare con il cucchiaio e successivamente impastando a mano. Dopo qualche minuto, incorporare poco per volta l’olio di oliva, attendendo che la quantità aggiunta venga ben assorbita dall’impasto prima di aggiungerne ancora. Impastare energicamente per 10 minuti, aggiungendo il sale soltanto alla fine.

    Pirlare con cura sul piano di lavoro fino a formare una sfera ben liscia e omogenea e trasferire l’impasto in una ciotola oliata.
    Coprire con pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente per 1 ora, poi trasferire in frigorifero per una notte.

    Al mattino, trasferire la ciotola con l’impasto fuori dal frigo e lasciarla ambientare per un’ora.

    Trasferire l’impasto sul piano spolverato di semola, ricavare delle porzioni di circa 100 g e ripiegarle a fiore, arrotolandole tra le mani o sul piano fino ad ottenere delle palline lisce ed omogenee. Coprire con pellicola e lasciare raddoppiare (circa un’ora).

    E ora, divertiamoci!

    PInzettare con le dita la punta di ciascuna pallina e appiattirla delicatamente sui lati per conferire una forma a goccia, simile al corpo del coniglietto. Spennellare con poco latte e creare il naso con un pezzetto di mandorla e gli occhietti con dei semi di papavero, sesamo nero o finocchietto (nel mio caso avevo solo ‘bimbi adulti’ e ho usato dei grani di pepe divisi a metà 😉 ). Praticare dei tagli obliqui con le forbici per formare le orecchie, un taglietto più piccolo per la coda e trasferire i coniglietti sulla leccarda con carta forno.

    Preriscaldare il forno a 200°C in modalità combinata, con una ciotolina d’acqua sul fondo.

    Infornare abbassando la temperatura a 190°C e cuocere i coniglietti per circa 15 minuti, fino a doratura.

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coniglietti di pane allo yogurt vegetale

ricette di Pasqua

 

 

Curiosando nel web, mi sono imbattuta in un tutorial di un sito inglese di cucina per realizzare questi graziosi coniglietti pasquali. La ricetta proposta da Maiko Nagao (che potete leggere al seguente link ) prevedeva l’utilizzo di farina 00, burro, uova e panna acida. Ho deciso allora di adattare questo simpatico tutorial alla ricetta di piccole forme di pane più semplici e sane, utilizzando le migliori farine che avevo in dispensa in un impasto a bassa idratazione, in modo che conservasse bene la forma e non si sedesse in lievitazione. Aggiungendo, poi, un vasetto di yogurt vegetale all’impasto, si arricchisce il lievito di Lattobacilli, che aiutano la lievitazione conferendo leggerezza e morbidezza all’impasto, permettendo di ottenere del pane più digeribile e durevole nel tempo. Ecco dunque la mia ricetta dei coniglietti di Senatore Cappelli allo yogurt, un pane grazioso e semplice semplice, per abbellire la tavola delle Feste 🙂

Nel corpo della ricetta, per comodità, il tutorial dal sito di Maiko Nagao 😉

Ingredienti per circa 8 coniglietti:
  • 200 gr di farina di farro bio
  • 300 gr di semola rimacinata di grano duro Senatore Cappelli
  • un vasetto di yogurt vegetale al naturale a temperatura ambiente (tiratelo fuori dal frigo almeno mezz’ora prima)
  • 12 gr di sale integrale
  • una bustina di lievito di birra secco
  • 150 ml circa di acqua tiepida
  • un cucchiaino di zucchero di canna grezzo o malto
  • 50 ml di olio evo

Far rinvenire il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida assieme ad un cucchiaino di zucchero o malto per circa cinque minuti, fino alla formazione di una densa schiuma in superficie. Riunire le farine in una ciotola capiente. In una fontana al centro versare il lievito rinvenuto, lo yogurt a temperatura ambiente e, incorporando poco alla volta la farina dai bordi con un cucchiaio, aggiungere a filo la quantità di acqua tiepida necessaria ad ottenere un impasto sodo e liscio, non appiccicoso. Impastare energicamente per almeno dieci minuti, incorporando l’olio dopo qualche minuto ed il sale soltanto alla fine, in modo da non interferire con la lievitazione. avendo cura che sia ben disciolto nell’impasto.

Disporre l’impasto sul piano spolverato di semola, allargarlo con i polpastrelli in forma di rettangolo, ripiegarlo su se stesso a portafoglio (piega a tre) ed infine avvolgerlo su se stesso a chiocciola, in modo da chiudere il lato di chiusura delle pieghe all’interno. Arrotolarlo tra i palmi ripiegando l’esterno del panetto al di sotto, in modo da raccoglierlo in una sfera gonfia e liscia (pirlatura). Disporre l’impasto in una ciotola di vetro, coprire con la pellicola trasparente e far lievitare in luogo tiepido per tre ore.

Ultimata la prima lievitazione, sgonfiare l’impasto con i polpastrelli sul piano di lavoro spolverato di semola, in modo da allargarlo delicatamente in forma di rettangolo. Ripetere le pieghe a tre per quattro o cinque volte, fino a quando l’impasto riprenderà tenacia, poi lasciarlo riposare sul piano di lavoro per dieci minuti, in modo che la maglia glutinica si rilassi un poco.

Dividere l’impasto in porzioni da 100 gr, appiattire ciascuna con i polpastrelli, ripiegarne i lembi dall’esterno verso l’interno come per raccoglierlo in un fagottino, girare la pallina di impasto con il lato delle pieghe verso il piano e farla roteare sotto il palmo (o tra le mani se vi è più comodo) fino a formare una sfera uniforme. Far riposare le palline sul piano per 10 minuti, poi ripassarle nuovamente tra i palmi schiacciandole appena sui lati, in modo da descrivere dei piccoli fusi cuneiformi, appena slargati su un lato (che sarà il corpo del coniglietto). Disporre i cunei sulla placca rivestita di carta forno. Coprire con un canovaccio e far lievitare le forme di pane per circa 40-60 minuti, fino a quando saranno quasi raddoppiate di volume.

easter bunny rolls_new

Preriscaldare il forno a 200°C. Praticare, con delle forbici a lama sottile, due tagli di circa 3 cm lungo la superficie anteriore del fuso, in modo da disegnare le orecchie del coniglio.  Attendere invece l’ultima fase di cottura per disegnare gli occhietti, che altrimenti si richiuderebbero durante la lievitazione in forno.

Cuocere in forno statico a 200°C per 15-18 minuti, disponendo la teglia nel terzo inferiore del forno in modo da dare spinta alla lievitazione. Quando le forme saranno appena dorate, praticare due forellini anteriori con uno stuzzicadenti, in modo da disegnare gli occhi dei coniglietti, coprire le forme di pane con un foglio di alluminio e continuare la cottura per altri 15 minuti, abbassando la temperatura del forno a 180°C. Lasciare intiepidire prima di servire.

  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Porzioni: