Variabilicontaminazioni.blog

Scende leggera la pioggia…Chiusa nel tempo del pensiero

Scende leggera la pioggia…Chiusa nel tempo del pensiero

Giornata mondiale delle api

Sono due argomenti che mi stanno a cuore…Sono due elementi del nostro tempo, del nostro ambiente. Vitali,

collegati, legati, in simbiosi…

Mi fermo e osservo

Tutto si ferma

La pioggia

Regala momenti di riflessione

Nell’ombra delle piccole gocce.

Cadono al suolo

Come diamanti

Cadono pesanti

Si ridesta l’albero arso dal sole

Si addormenta festosa

La salamandra nel suo bosco

Scrosci d’acqua in festa

Stesi dal peso

Piccoli veli rossi

Papaveri colorati di calde serate

Canti e silenzi

Accompagnano

Scende leggera la pioggia…Chiusa nel tempo del pensiero

Affanno del nostro tempo

La pioggia bene di lusso

Ogni volta che piove ringraziamo il cielo

Altri che vorremmo scomparisse

Come tutte le cose la pioggia crea problemi quando cade senza controllo.

In questa terra vittima del tempo e degli inganni.

In questi fiumi chiusi nel cemento

Vita e distruzione.

L’acqua in ogni sua forma, in ogni sua sembianza. Fonte di vita…

Mi incuriosisce e mi fa paura.

Ricordi che non vanno via, elemento di gioia e di dolore.

Eppure non riusciamo ancora a controllare il consumo dell’acqua; non abbiamo acquisito consapevolezza sulla sua importanza.

Non ci soffermiamo a pensare alle conseguenze.

Festeggiamo la giornata dell’ambiente, delle api, della terra…Eppure facciamo fatica a creare una nuova rotta.

Domani Giornata mondiale delle api…La connessione con l’acqua…Il legame della natura che ci racconta la vita

Scende leggera la pioggia…Chiusa nel tempo del pensiero

Senza acqua, senza erba, senza api, senza cibo…

Giornata mondiale delle api

Gli impollinatori sono animali che, visitando i fiori alla ricerca di nettare e polline, s’imbrattano di polline (gamete maschile, analogo allo sperma dei mammiferi) del quale sono ricchi le antere, cioè la porzione fertile degli organi sessuali maschili di un fiore. Visitando i fiori di altre piante, trasferiscono il polline (gamete maschile, analogo allo sperma dei mammiferi) attraverso il loro corpo sullo stigma, parte più esterna del gineceo o pistillo (che rappresenta la parte femminile del fiore). Attraverso lo stigma il polline giunge poi a fecondare l’ovario, permettendo così la riproduzione della pianta.

Fonte ISPRA
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Bio Enza da cuoca a fonte di ispirazione nella cucina e nella vita La passione per la vita all’aria aperta e la natura ha sempre caratterizzato la sua vita che, pur avendo lasciato il mondo professionale della cucina alcuni anni fa, non ha mai smesso di nutrire l’amore per il cibo, specializzata nella tradizionale cucina piemontese e italiana rustica. La sua dedizione la porta ad essere non solo un’apprezzata cuoca ma anche una stimata coach di cucina, organizzando corsi per turisti desiderosi di scoprire i segreti di piatti genuini arricchiti da erbe spontanee edibili, le cui virtù sa valorizzare nelle sue preparazioni. La decisione di coltivare un proprio orto, ponendo particolare enfasi sulle erbe aromatiche, e l’allevamento di galline, le sue “polle” per avere sempre a disposizione uova fresche, manifesta il suo profondo legame con la terra. Questa stessa passione è stata trasmessa ai suoi figli, i quali hanno abbracciato la vita agricola, dedicandosi all’allevamento di pecore e capre e alla produzione di formaggi e carni di qualità. Nel corso degli anni, ha scoperto la poesia come forma di espressione personale, nella quale riflette non solo su se stessa ma anche sulla società, condividendo poi queste riflessioni attraverso il suo blog Variabilicontaminazioni.blog che diventa punto di incontro tra la passione per la natura, l’amore per il cibo e la creatività artistica e il benessere. La sua vita è un chiaro esempio di come le passioni possano tessere assieme gli aspetti più disparati dell'esistenza, creando un tessuto ricco di esperienze e condivisioni.

Translate »