Variabilicontaminazioni.blog

Strascinati con verdure e ricotta salata

Ricetta strascinati con verdure e ricotta salata

Come sapete le verdure in casa non mancano, e bisogna anche consumarle, perché il mio freezer a pozzetto è oramai al limite, ne conservo di essiccate, poche nei barattoli, ma ogni giorno il pranzo e la cena sono garantiti, le uova completano tutto…Non acquistando carne e formaggi, ne consumiamo pochissimi, tra legumi e verdure siamo ok.

La pasta la faccio sempre in casa, acquisto la semola direttamente al mulino, il prezzo è più vantaggioso, e la freschezza di macina è garantita.

La conservo in monoporzioni; a pranzo, per lavoro sono fuori casa, per cui, il consorte ha sempre il pranzo quasi pronto, e da buon romagnolo anche la pasta fresca, e io posso sbizzarrire nelle forme e nei condimenti.

La mia esperienza in cucina, devo dire che copre una buona parte dell’Italia, origini calabresi io, Suocera e marito romagnoli, suocero napoletano, residenza piemontese! Ho da divertirmi!

In questa ricetta ho usato verdure di stagione, anche le rape, che in verità nell’orto son già finite ma, le ho essiccate un poco per fare la polvere proprio per colorare la pasta

Come sempre il peso è indicativo, Se non strettamente necessario, non peso le verdure, vado a occhio, a gusto.

Video ricetta del giorno

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Verdure e pasta fresca fatta in casa….

Dall’orto alla tavola…

300 g semola rimacinata di grano duro
1 rapa rossa, bollita (In polvere; se volete usarla fresca, frullate fine, fine e, usate meno acqua. Ne serve circa 100 grammi fresca)
1 melanzana (Media)
1 zucchina (Media)
1 mazzetto fagiolini
2 patate
1 mazzetto rucola
8 fiori di zucca
50 g ricotta salata (Da grattugia)
1 peperoncino
q.b. sale
q.b. olio di oliva

Strumenti

Spianatoia o tagliere, pentola per la pasta, padella per il condimento

Passaggi

Impastare, tagliare, trascinare, cuocere…

Lavorate la semola con la polvere di rapa o con la rapa fresca, aggiungendo acqua tiepida quanto basta per ottenere un panetto sodo, ma non troppo asciutto

Ricavate dei salamini, di circa un cm di diametro e tagliateli a tocchetti di un cm e mezzo circa; con l’aiuto della spatola o di un coltello, trascinate la pasta, aprendo il ricciolo che si forma

Nel frattempo, fate cuocere in acqua salata, le patate a tocchetti e i fagiolini, la userete poi, per cuocere la pasta.

Finito di fare la pasta, potete far soffriggere un peperoncino, in olio di oliva, aggiungete poi le melanzane tagliate a piccoli pezzi, e le zucchine a fettine e i pomodorini tagliati a metà.

Dopo aver rosolato un poco le verdure, non si devono disfare ma restare croccanti, aggiungete i fiori e la rucola tagliate.

Fate cuocere la pasta, regolate di sale e, dopo averla scolata, aggiungetela al condimento. Se necessita, unite un poco di acqua di cottura della pasta, per ben amalgamare.

Fate insaporire pochi minuti e servite…

Con un’abbondante nevicata di ricotta salata! Una pasta rustica, buona, e profumata!

La pasta la potete congelare, prima sul vassoio e, successivamente in sacchetti; la rimanenza condita, ottima anche il giorno successivo. Eventualmente, se preferite, anziché usare la ricotta salata, potete usare la ricotta fresca di pecora. Si creerà un cremina, che ben si raccoglie sulla pasta!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »