Variabilicontaminazioni.blog

Involtini mediterranei al pomodoro

Ricetta involtini mediterranei al pomodoro.

Il sugo di carne non è ragù! Il sugo di carne nel sud Italia è fatto con carne di maiale (costine, salsiccia, qualche cotica…) con carne di manzo (coda, collo e brutto e buono) cipolla, aglio e pomodoro.

Una cottura lentissima che crea un sugo denso e profumato.

Alcune preparazioni si fanno cuocere in mezzo a questa bontà aumentando così il già complesso assemblaggio di sapori. Gli involtini mediterranei fanno parte degli ingredienti del sugo di carne…Ma spesso vengono cucinati da soli perché son veloci da fare e una volta provati si ripete la ricetta.

Con il sugo si possono poi condire un bel piatto di maccheroni e pecorino, oppure usare per un timballo di ziti.

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per fare

Ingredienti per gli involtini mediterranei al pomodoro

8 fette manzo
1 bicchiere uvetta
1 tazza da caffè pinoli
500 ml salsa di pomodoro
1 cipolla (media)
1 spicchio aglio
foglie prezzemolo (Quanto basta)
q.b. olio di oliva
q.b. sale

Strumenti

Vi serve una bella pentola con coperchio…

Passaggi

Un mito questi involtini mediterranei

Provali e vedrai!

La prima operazione da fare e mettere il sugo a cuocere, quindi affetta la cipolla finemente, sbuccia l’aglio e soffriggi in olio di oliva (La foto non corrisponde, ho dimenticato di farla, il procedimento è uguale) non farlo abbrustolire, altrimenti il sugo prende sapore amaro. Aggiungi ora il pomodoro e mescola bene… Versaci dentro anche un bicchiere di acqua. Avvia la cottura a fiamma lenta.

Passiamo ora a preparare gli involtini. Sovrapponi le fette di carne e disponi intorno a te gli ingredienti per essere più comoda, ora puoi sistemare la farcitura…Con le foglie di prezzemolo fai il primo strato disponendole su tutta la fetta, Poi aggiungi l’uvetta, avendo cura di non contarne pochi, infine i pinoli…Vai di pinoli, abbastanza ma non troppi

Ripiega i lembi laterali delle fettine, per non far uscire il ripieno in cottura, e arrotola i tuoi involtini. Fermali con uno stuzzicadenti, che toglierai prima di portare in tavola.

Dai una controllata al sugo e una rimestata…Ora infarina i tuoi involtini da tutte le parti

E soffriggili in olio caldo facendoli ben rosolare.

Trasferisci gli involtini rosolati nel sugo di pomodoro. Ora puoi aggiungere un pizzico di peperoncino se di tuo gradimento e aggiustare di sale, occhio che con l’avanzamento della stessa potrebbe restare salato, quindi puoi restare un poco scarso per poi aggiustare verso la fine. Porta a termine la cottura per almeno 90 minuti.

Puoi portare gli involtini a tavola, sono spettacolari!

E non dimenticarti di aggiungere il sughetto per la scarpetta!

Gli involtini mediterranei al pomodoro…

Si conservano in frigorifero, si possono anche congelare per avere delle scorte già pronte. Sono buonissime, se invece di infarinrle le impanate, le friggete e finite la cottura nel sugo di pomodoro!

Se ti capita di avere salato troppo un sugo, aggiungi una patata e il sale verrà assorbito dalla stessa. Funziona! Per il brodo di carne puoi usare lo stesso procedimento quando non è consigliabile aggiungere acqua per non “lavarlo” Se invece è una salsa fredda per accompagnare alcuni piatti, puoi usare una patata lessa e schiacciata.

‘A cucina piccerella fa ‘a casa granne.

“La cucina piccola fa la casa grande”
2,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »