Variabilicontaminazioni.blog

E poi inventò la babbaiola, una crostata divina!

La “babbaiola” che inventò una crostata…Una crostata divina e squisita…

Un vero toccasana per la nostra tavola. Si racconta che fu proprio la signora Rosa detta la “babbaola” a creare questa crostata sublime, con il cuore morbido di crema al limone.

In quella Napoli, che di limoni ne trova ovunque, per un condimento fresco, estivo e profumato.

La signora Rosa un giorno sforna una crostata che lascerà il segno!

E ogni giorno vi aggiungo una piccola tessera alla cucina tradizionale italiana, per continuare il mio viaggio attraverso la passione che ogni cuoca mette a tavola, lasciandoci un eredità incredibile e da preservare nel tempo.

Certo la cucina moderna offre gusti e accostamenti innovativi, ma conoscere la cucina di un tempo, creata con sentimento ci porta in un viaggio oltre il semplice gusto, oltre la nostra storia.

E la crostata babbajola, rappresenta una parte profumata di questa nostra cucina.

Video ricetta del giorno

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornelloForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Uova, latte, limone e ricotta freschissima, sono alcuni degli ingredienti di questa torta

La bontà delle cose semplici…Crostata della babbaiola

350 g farina
150 g zucchero
140 g burro
2 uova
1 fiala aroma al rum

La crema per la babaiola

500 ml latte
160 g zucchero
3 tuorli
65 g amido di mais
1 scorza di limone (tritata fine)
400 g ricotta
150 g zucchero a velo

Strumenti

Teglia per la crostata, ciotola per impastare o planetaria…spianatoia

Passaggi

Ci vuole poco e i passaggi giusti per questa crostata buonissima

Alla scoperta di una nuova bontà italiana

Cominciate con prepararvi l’occorrente per la crema, nel macina caffè, riducete lo zucchero e la scorza di limone in un granulato fine.

In un pentolino, unite l’amido e lo zucchero al limone e miscelate, aggiungete poi i tuorli e mescolate, aggiungendo poco latte caldo per volta fino a ottenere una cremina, infine aggiungete tutto il latte; stemperate bene per evitare grumi, eventualmente frullate prima pochi secondi.

Mettete il pentolino sul fornello a fiamma media e fate rapprendere la crema.

Stemperate bene la ricotta con lo zucchero e unitela alla crema pasticcera, e infine il succo del limone setacciato, mescolate bene per ottenere un crema fluida e coprite con pellicola fino al suo utilizzo

Nella ciotola della planetaria o manualmente, impastate il burro morbido con lo zucchero e l’aroma al rum, aggiungete poi le uova mescolate bene e aggiungete la farina; impastate bene fino a ottenere un composto molto morbido e regolare. Fate riposare in frigorifero per 30 minuti circa.

Togliete dal frigo il panetto e siete pronti per ricominciare!

Stendete e ricoprite la teglia con uno strato sottile di frolla

Riempite con la crema e livellate

Create un reticolo con le strisce. Scaldate il forno a 180 gradi e fate cuocere per metà tempo sul piano basso del forno e poi alzate di un livello per definire la cottura anche nella parte superiore

Spolverate di zucchero a velo e…

La vostra crostata babbaiola è pronta; aspettate che raffreddi e gustatela nella sua piena fragranza!

Conservate in frigorifero, e servitela come dessert o come gustosa merenda!


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Hai voglia di aiutarmi a migliorare la ricetta, rispondendo a qualche domanda? Grazie!

* Domanda obbligatoria

Pubblicato da Enza Squillacioti

Bio Enza da cuoca a fonte di ispirazione nella cucina e nella vita La passione per la vita all’aria aperta e la natura ha sempre caratterizzato la sua vita che, pur avendo lasciato il mondo professionale della cucina alcuni anni fa, non ha mai smesso di nutrire l’amore per il cibo, specializzata nella tradizionale cucina piemontese e italiana rustica. La sua dedizione la porta ad essere non solo un’apprezzata cuoca ma anche una stimata coach di cucina, organizzando corsi per turisti desiderosi di scoprire i segreti di piatti genuini arricchiti da erbe spontanee edibili, le cui virtù sa valorizzare nelle sue preparazioni. La decisione di coltivare un proprio orto, ponendo particolare enfasi sulle erbe aromatiche, e l’allevamento di galline, le sue “polle” per avere sempre a disposizione uova fresche, manifesta il suo profondo legame con la terra. Questa stessa passione è stata trasmessa ai suoi figli, i quali hanno abbracciato la vita agricola, dedicandosi all’allevamento di pecore e capre e alla produzione di formaggi e carni di qualità. Nel corso degli anni, ha scoperto la poesia come forma di espressione personale, nella quale riflette non solo su se stessa ma anche sulla società, condividendo poi queste riflessioni attraverso il suo blog Variabilicontaminazioni.blog che diventa punto di incontro tra la passione per la natura, l’amore per il cibo e la creatività artistica e il benessere. La sua vita è un chiaro esempio di come le passioni possano tessere assieme gli aspetti più disparati dell'esistenza, creando un tessuto ricco di esperienze e condivisioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »