Variabilicontaminazioni.blog

Cestino di frolla meringata

Ricetta cestino di frolla meringata

È nata così l’idea dagli avanzi della pasta frolla, gli albumi e abbondante impasto per la torta al cioccolato…

Poi gli ho dato una forma…Mi piaceva l’idea di intrecciare la pasta frolla…Ogni tanto lo facevo

Un esperimento…Mancava un tocco di frutta e ho aggiunto la mia confettura di pere…

Mi piace sperimentare, ma cerco di fare attenzione nel rispetto delle materie prime che hanno un costo e non si può sprecare…Difficilmente parto da zero…Aspetto che avanzi qualche crema, o impasto per dare nuova vita

Altrimenti ci studio con attenzione…A volte va bene altre un poco meno.

Difficile creare un dolce orribile…Le basi sono sempre buone…Cambiano gli accostamenti

Se l’idea è buona, c’è armonia nei sapori…Altrimenti si mangia e si ricomincia a studiare

Il bilanciamento dei gusti non sempre arriva alla prima prova…Spesso ci vogliono più riprese!

In questo credo di avere creato un buon bilanciamento!

Credo! E spero!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

Albumi freschi, pasta frolla, pasta per tortino al cioccolato

2 albumi
150 zucchero
4 cucchiai confettura di pere

Strumenti

Sono strumenti che si hanno normalmente in cucina, quando manca improvviso, un pezzo per volta acquisto…Ovviamente dopo 40 anni…Mi manca sempre qualcosa!

Una volta i dolci si facevano con poche attrezzature, ora serve aggiornarsi…In effetti si ottengono ottimi risultati e prestazioni.

Per i cestini servono i seguenti strumenti…

Passaggi

Per fare il cestino di frolla meringata…

Armatevi di pazienza, come sempre…

Stendete la sfoglia e tagliate i fondi per i cestini.

Imburrate le formine e

Sistemate i fondi, alcuni li ho fatti lisci…

Altri ho tagliato delle listarelle di 5 mm e intrecciato fra di loro, rivestendo le pareti delle formine

Ho sistemato la confettura di pere e messo in frigo le formine. Preparate l’impasto al cioccolato e quando è pronto sistematelo nei cestini aiutandovi con un cucchiaio o la sac a poche

Montate gli albumi con un pizzico di sale e a metà montatura aggiungete lo zucchero. Distribuite sui cestini.
Infornate a 180/190 gradi per venti minuti circa…Se volete un contrasto più c

Cestino pronto intrecciato

Interno del cestino.

Come conservare i cestini…

Si possono conservare fuori frigo per uno, due giorni…In frigorifero qualche giorno in più…Naturalmente si può modificare il gusto della confettura…Ho provato con fragola e anche con more…Strepitosa!

Ci sono molte varianti nella pasta frolla…La friabilità, compattezza, granulosità…La plasticità…Dipende dal contenuto di burro, dal tipo di zucchero utilizzato, dal tempo di riposo o lavorazione…Un insieme di combinazioni portano risultati variabili…

2,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »