Variabilicontaminazioni.blog

Anicini

Quel profumo avvolgente che sprigionano appena apri la scatola dei biscotti…

Intensità e ricordi. Gli anicini li conosco fin da piccola, quel loro profumo intenso, mi ricordano una visita, un dono, un piccolo gioiello da gustare.

L’anice ha un aroma profondo e caldo, una spezia che sa di festa e forse anche un po di atmosfera invernale, aroma di un caffè fumante e profumato, di un liquore azzurro che desta meraviglia.

Gli anicini, sono profumati, croccanti e friabili

Biscotti
Anicini
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni50 biscotti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

9 uova
360 g farina 00
360 g zucchero
1 cucchiaino anice in polvere (Oppure 2 fialette )

Strumenti

Frusta elettrica
oppure Planetaria

Passaggi

Biscotti anicini

Montare bene le uova con lo zucchero

Aggiungere la farina setacciata con delicatezza mescolando dal basso verso l’alto. aggiungere l’anice e mescolare bene

Sistemare il composto in teglia rettangolare e cuocere per 30 minuti a 190 gradi

Sfornare e far raffreddare. Tagliare a fette e poi a fette più piccole. La misura ideale sarebbe 2×5

Sistemare sulla gratella del forno e far tostare a temperatura di cottura fino alla doratura intensa.

Togliere dal forno e far raffreddare

Si conservano chiusi in sacchetti di carta per molti giorni. se li preferite morbidi, la conservazione è naturalmente più corta. Sono molto aromatici e si sposano bene con il te del pomeriggio o una cioccolata calda invernale.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »