Variabilicontaminazioni.blog

Misteriosamente sambuco…Fiori foglie e bacche

Misteriosamente sambuco…Fiori foglie e bacche.

Nel medioevo “Sambuco” si utilizzava per indicare diversi strumenti musicali; flauto, cornamusa, alcuni strumenti a corda.

Con il suo legno si costruiscono cerbottane e zufoli, il famoso “Flauto magico” leggenda germanica, era ricavato proprio da un ramoscello svuotato di sambuco.

Nell’antica tradizione cristiana si poneva sul capo del defunto una corona di fiori o bacche di questa piante come ponte efficace per l’aldilà.

I fiori riuniti in una densa ombrella bianca dal profumo intenso e ricca di minuscoli fiorellini.

In seguito, si trasformeranno in piccole bacche violacee dal sapore dolce acidulo.

La pianta può raggiungere i cinque metri di altezza, cresce in tutta Italia fino ai 1500 mt

Si utilizzano fiori, bacche e corteccia.

La marmellata favorisce lo svuotamento intestinale. Utile anche per i bambini.

Si crede che le bacche siano utili a far arrivare la montata lattea.

Lassativo, diuretico, sudorifero.

Si consiglia di non abusare di nutrirsi di questa pianta; per non incorrere a eventuali dolori addominali, nausea.

Misteriosamente sambuco…Fiori foglie e bacche.

Sciroppo di sambuco

Lavare e asciugare 500 grammi di bacche di sambuco, passare al setaccio, raccogliere il succo pesarlo e unire la stessa quantità di zucchero. Bollire lentamente per dieci minuti, imbottigliare e sterilizzare. Si beve puro o diluito con acqua.

Questa pianta è residenza dal Piccolo Popolo, protegge se piantata vicino alle case, da ogni male.

Si utilizza per la costruzione di talismani contro negatività e problemi.

Legno ideale per la costruzione di bacchette magiche

La legna utilizzata nei falò dei Beltane proviene da nove alberi, tra cui il sambuco.

Sciroppo di fiori di sambuco

20 fiori (ombrelle) di fiori di sambuco

1 litro di acqua

15 grammi di acido citrico

1 chilogrammo di zucchero

2 limoni non trattati

In un vaso di vetro sistemate i fiori dopo averli scrollati per allontanare eventuali ospiti; non si lavano, per non portare via tutti gli aromi,

coprite con i limoni tagliati a fette e l’acqua. Lasciate macerare per 48 ore.

Al termine del tempo necessario, setacciate tutto il liquido e strizzate bene tutte le parti, fiori e limoni. Aggiungete lo zucchero e l’acido citrico, mescolate bene e fate sciogliere sul fornello fino a ebollizione. Bollite per due minuti e imbottigliate in bottiglie di vetro a chiusura ermetica. Conservare al buio. Dopo aperta la bottiglia consumatela nel giro di un mese.

Fiori di sambuco fritti preparate una pastella con 100 grammi di farina, due uova, acqua. Immergete i fiori puliti e non lavati, friggete in olio bollente e cospargete di zucchero o sale.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Bio Enza da cuoca a fonte di ispirazione nella cucina e nella vita La passione per la vita all’aria aperta e la natura ha sempre caratterizzato la sua vita che, pur avendo lasciato il mondo professionale della cucina alcuni anni fa, non ha mai smesso di nutrire l’amore per il cibo, specializzata nella tradizionale cucina piemontese e italiana rustica. La sua dedizione la porta ad essere non solo un’apprezzata cuoca ma anche una stimata coach di cucina, organizzando corsi per turisti desiderosi di scoprire i segreti di piatti genuini arricchiti da erbe spontanee edibili, le cui virtù sa valorizzare nelle sue preparazioni. La decisione di coltivare un proprio orto, ponendo particolare enfasi sulle erbe aromatiche, e l’allevamento di galline, le sue “polle” per avere sempre a disposizione uova fresche, manifesta il suo profondo legame con la terra. Questa stessa passione è stata trasmessa ai suoi figli, i quali hanno abbracciato la vita agricola, dedicandosi all’allevamento di pecore e capre e alla produzione di formaggi e carni di qualità. Nel corso degli anni, ha scoperto la poesia come forma di espressione personale, nella quale riflette non solo su se stessa ma anche sulla società, condividendo poi queste riflessioni attraverso il suo blog Variabilicontaminazioni.blog che diventa punto di incontro tra la passione per la natura, l’amore per il cibo e la creatività artistica e il benessere. La sua vita è un chiaro esempio di come le passioni possano tessere assieme gli aspetti più disparati dell'esistenza, creando un tessuto ricco di esperienze e condivisioni.

Translate »