Variabilicontaminazioni.blog

Il sole in tasca

Il sole in tasca Poesia contemporanea per illuminare i giorni persi

Ho messo il sole in tasca

Lo tengo per i giorni di pioggia

Per poter sorridere

Per poter sperare

Ho messo il sole in tasca

Per avere giorni sereni

E farmi cullare

Dal calore delle mie abitudini

Ho messo il sole in tasca

Per offrirlo a chi

Non sa sorridere

Che si perde la vita

Nell’isola della tristezza

A chi non ha più certezze

A chi cerca il proprio domani

Negli occhi della gente

Nelle giornate spente

Ho messo il sole in tasca

Per illuminare la memoria

E ritrovare strade perdute

Ho messo il sole in tasca

Una metafora per affrontare la vita, un arma segreta per riuscire a superare i giorni bui della nostra esistenza.

Una poesia che viene dal cuore, dai giorni, non giorni…Quando ti senti perso, ma ti resta quel lumino di speranza che avevi acceso per strada.

Allora pensi di essere protetto e cerchi una via di uscita

Per conoscere altre poesie potrebbe interessarti Mille nuovi germogli della stessa autrice, che sarei io!

Chi guarda col cuore, vede al di là del muro.
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Enza amante della vita all’aria aperta e della natura da cui trae ispirazione per i suoi hobby Da pochi anni ha smesso di cucinare, pur restando con la testa e il cuore nel mondo del cibo. Specializzata nella cucina tipica piemontese, rustica. Ha collaborato come coach organizzando corsi di cucina. Appassionata di erbe spontanee mangerecce che utilizza e risalta nelle sue preparazioni La passione e la ricerca del buon cibo fanno da base. Coltiva il suo orto, con una particolare attenzione alle erbe aromatiche, alleva le sue ”polle” per avere uova fresche. Insieme al marito ha trasmesso la stessa passione ai figli che conducono le proprie aziende agricole, con allevamento ovino e caprino e produzione di formaggi e carni. Nasce o meglio rinasce come autrice, in tempo di “clausura” dovuti a molteplici fattori. Scrive e descrive con passione; le sue poesie raccontano stati d’animo e sensazioni. Non sempre elaborati sulla propria persona, ma come riflesso della nostra società. Un gioco di parole, consapevole a volte ripetitivo, poiché innamorata delle parole stesse. Riporta ciò che la circonda, nella quotidianità, tra la folla o semplicemente nelle sue peregrinazioni nella natura. Solitaria seppur estroversa, poliedrica nei suoi interessi, che mette in risalto in momenti alterni; tutti legati da un filo conduttore, il legame con la terra e le emozioni; che interagiscono con il plasmare forme ceramiche o legnose oppure circondarsi di sassi e forme naturali. Confluisce la stessa passione nel rapporto con le erbe, le piante e la cucina, passando per la musica i libri e la curiosità… Nel tempo libero si occupa di trascrivere il suo mondo sul blog Variabilicontaminazioni.blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »