Crea sito

Culurjones

I Culurjones sono ravioli tradizionali sardi.L’impasto è a base di semola di grano duro e uova.Esiste un’altra variante molto conosciuta che li vuole impastati senza uova, con sola semola rimacinata e acqua. Anche il ripieno varia a seconda della zona (ricotta,pecorino fresco,zafferano ecc) così pure il loro nome,culingiones, cullurzones o angiulottus.Su un fatto ci si trova tutti d’accordo la loro chiusura: “La spighetta” incisa sui bordi , un ricamo di pasta ,per sigillare il delizioso ripieno nel mio caso di  patate come si usa in Ogliastra.
Ingredienti :

per la pasta :

  • 500 g di semola rimacinata
  • 5 uova
  • sale

per il ripieno :

  • 1,5 kg di patate
  • 1 spicchio d’aglio
  • foglie di menta
  • 300 g di pecorino sardo in salamoia
  • sale e pepe

Procedimento:

Sulla spianatoia impastate la semola con le uova e un pizzico di sale, fino a quando avrà raggiunto  una consistenza  liscia ed elastica. Avvolgete l’impasto nella pellicola per alimenti o coperto con un canovaccio e lasciate riposare.

Lavate le patate e lessatele con la buccia, scolatele ,pelatele quando sono ancora calde ,passatele con lo schiacciapatate raccogliendole in un’ampia ciotola.Aggiungete il pecorino grattugiato, l’aglio e la menta tritati finemente.Amalgamate con cura e aggiustate di sale e pepe.

Riprendete la pasta e tirate una sfoglia sottile, con un coppa pasta ricavate dei dischi, disponete la farcia al centro.Chiudete formando la spiga .

Lessate i culurjones in abbondante acqua salata, scolateli e condite con salsa di pomodoro e pecorino grattugiato o semplicemente con un buon olio extravergine d’oliva e pecorino.

Consigli :

potete surgelare i vostri ravioli sardi dopo la preparazione, mettendoli ben distanziati su vassoi e successivamente trasferirli nelle bustine per congelare.
Se non trovate Il pecorino in salamoia potete sostituirlo con un mix di pecorino fresco, pecorino stagionato e della ricotta.

Aggiungete aglio e menta a gusto vostro .

Potete prepare un impasto senza uova utilizzando semola rimacinata ,acqua calda e sale .

Buon lavoro 

Vannisa