Crea sito
Blog di valentinabiocucina

CONSIGLIO DEL VENERDI’: ALESSANDRA

Tradizione e frittura!

La frittura è, forse, una delle cose più gustose da mangiare, purtroppo è una pratica culinaria di cui non si può abusare, per svariati motivi…tra cui la linea! Ma veniamo subito al consiglio suggeritomi da voi. Questa settimana abbiamo scelto…Alessandra! Che da brava napoletana ci dice: ” Quando si frigge, preferendo olio di girasole, si possono mettere nella padella 2-3 mandorle per evitare che resti in casa l’odore di fritto!” Grazie ALE! Proveremo sicuramente alla prossima frittura!

Quante volte abbiamo sentito :”Non si può friggere con l’olio di oliva! Fa male! PUZZA! Si deve friggere con l’olio di semi!”

In realtà il miglior olio per friggere è proprio l’extravergine. Perchè? Perchè l’importante è il punto di fumo. Il punto di fumo è la temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato rilascia sostanze volatili che divengono visibili sotto forma di fumo, formando l’acroleina, una sostanza tossica e altre sostanze nocive come formaldeide, idrocarburi policiclici e altri. L’olio di semi, per quanto sia l’olio più gettonato per la frittura, non è in grado di sopportare bene il calore senza essere dannoso per l’organismo.

olio di girasole

Studi recenti, in particolare la ricerca pubblicata sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry” dall’American Chemical Society, dimostra quanto detto: ovvero che l’olio ottenuto dalle olive riesce a mantenere inalterate le sue proprietà sia in friggitrice che in padella, risultando quello più indicato per la frittura e anche quello più salutare.

I ricercatori hanno condotto i propri esperimenti con quattro oli diversi: olio di oliva, olio di mais, olio di soia e olio di girasole. I test richiedevano la frittura di patate crude a 160 e a 180 gradi. Ogni olio è stato riutilizzato per dieci volte. Ha vinto l’olio d’oliva!

Certo, mi rendo conto che versare mezza bottiglia di olio d’oliva in padella, considerato il suo prezzo non proprio modesto, potrebbe indurci a ritornare alle “vecchie” abitudini utilizzando i molto più economici olii di girasole, o di arachidi, ma vi sconsiglio fortemente di mangiare “col portafoglio”!

Vorrei indicarvi alcuni suggerimenti che potreste trovare interessanti per la frittura con olio extravergine:

usate pentole strette e profonde e padelle non troppo larghe; immergete completamente gli alimenti nell’olio; controllate che la temperatura non superi il punto di fumo, meglio mantenersi sotto la temperatura massima; cambiate l’olio ogni volta che scurisce o fa troppo fumo (ricordatevi le mandorle per l’odore!); asciugate bene i prodotti prima di friggerli; evitate di mettere sale o spezie se non a frittura ultimata; tamponate gli alimenti fritti con carta assorbente prima di consumarli.

frittura mix

Vi lascio alle vostre squisite fritture...

BUON WEEK END!

SEGUIMI SU: