Crea sito

Torta della nonna semplice e buona

Le versioni di questo classico dolce sono innumerevoli ma se volete provare la ricetta di una torta della nonna semplice e buona dovete assolutamente provare anche questa; io avevo una mia ricetta che mi ha sempre dato grande soddisfazione (e anche un premio vinto) ma da quando ho scoperto questa vi confesso che l’ho un po’ accantonata. E’ una ricetta che presenta un sacco di lati positivi: prevede l’utilizzo di poche uova, si prepara velocemente ed è davvero buona. Cosa chiedere di più da un dolce?

Vi confesso però che questa ricetta per me ha un valore aggiunto che la rende speciale: mi è stata donata dalla maestra delle elementari di mia figlia. La maestra Marzia (anche se sono passati anni da allora per la mia famiglia è e resterà sempre “la maestra Marzia”) è una di quelle insegnanti che tutti i bambini dovrebbero avere: severa sì, forse alle volte un pò spigolosa, poco espansiva, forse apparentemente troppo fredda ma con un senso di protezione e soprattutto di amore sconfinato nei confronti dei suoi bambini che grazie a lei hanno sviluppato l’amore verso lo studio, la curiosità di andare oltre a quello che potevano trovare nei libri di scuola. Ricordo sempre che mia figlia, ai tempi delle elementari, diceva: ” con la maestra Marzia si parte dalla matematica e si arriva alla storia, facciamo tanti viaggi tra le materie: sappiamo dove si parte ma non sappiamo dove si arriva … “: La maestra Marzia non ha semplicemente riempito i ragazzi di sterili nozioni ma li ha abituati a pensare con la loro testa, li ha incuriositi, ha stimolato la naturale curiosità insita in ogni bambino: come diceva Plutarco “I giovani non sono vasi da riempire ma fiaccole da accendere”. Con i suoi insegnamenti di fiaccole ne ha accese davvero tante e ancora oggi mia figlia, alle soglie del suo ingresso in 5a superiore, spesso torna a casa e mi dice: “mamma sai che queste cose ce le aveva insegnate la maestra Marzia alle elementari?” Oggi la maestra Marzia si gode la sua meritata pensione e spesso viene a trovarmi per prendere un caffè insieme; parliamo di tutto, degli anni trascorsi, dei ragazzi che crescono e spesso (anzi, quasi sempre .. ) ci scambiamo ricette e consigli. Io le voglio un gran bene credetemi; purtroppo il suo carattere un po’ rigido non è sempre stato apprezzato da qualcuno ma io mi sento di dire che è grazie a lei se mia figlia oggi è una brava studentessa, che non si limita semplicemente ad imparare ma si chiede soprattutto il perché delle cose. Per questo motivo io auguro sempre ai bambini che si accingono ad entrare nel mondo della scuola di trovare una maestra Marzia nel loro percorso …

Grazie maestra Marzia, non solo per questa ricetta ma per tutto ciò che hai saputo insegnarci in tutti questi anni …

Leggi anche: Torta della nonna con crema e ricottaTorta della nonna ai mirtilliTorta del nonno.

 

torta nonna semplice buona crema pasticcera
  • Preparazione: 10 min + riposo della pasta 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la base di pasta frolla:

  • 250 g Farina 0
  • 100 g Burro
  • 1 Uovo
  • 100 g Zucchero
  • 1/2 bustina Lievito in polvere per dolci

Per la crema pasticciera:

  • 3 Tuorli
  • 4 cucchiai Zucchero
  • 2 cucchiai Amido di mais (maizena)
  • 1/2 l Latte intero

Per la superficie:

  • 30 g Pinoli
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. Preparare la base per la torta: nel robot da cucina, o nella planetaria, inserire la farina setacciata con il lievito, lo zucchero e il burro a pezzetti e azionare la macchina per il tempo necessario a far sabbiare il burro. A questo punto aggiungere l’uovo e lavorare ancora velocemente per amalgamarlo al composto. Si otterranno dei grossi bricioloni che potranno essere facilmente compattati togliendo l’impasto dalla macchina e lavorandolo velocemente con le mani sopra ad una spianatoia infarinata. Si dovrà ottenere una pasta frolla liscia e omogenea che andrà messa in frigo, dentro ad un sacchetto di cellophane, per farla riposare una mezz’oretta. Volendo è possibile preparare questo impasto semplicemente a mano.

  2. Mentre la pasta riposa preparare la crema: mettere in una casseruola lo zucchero, la maizena e i tuorli. Lavorare con una frusta per ottenere una cremina liscia e senza grumi quindi versare il latte a filo sempre mescolando. Trasferire la casseruola sul fuoco e far cuocere la crema a fuoco lento sempre mescolando affinché non si attacchi sul fondo. Quando comincerà ad ispessire toglierla dal fuoco e trasferirla in una terrina per farla raffreddare. Coprirla con della pellicola da cucina messa a contatto con la crema per evitare la formazione della classica pellicina.

  3. Riprendere la pasta dal frigo e dividerla in due parti, una un po’ più grande dell’altra; formare due cerchi e con la parte più grande foderare la base e i bordi della tortiera. Versare la crema pasticciera e coprire con l’altro cerchio. Chiudere bene lungo i bordi e decorare la superficie con i pinoli.

  4. Cuocere la torta in forno preriscaldato a 175° per circa 30 minuti. Una volta pronta toglierla dal forno, lasciarla raffreddare quindi spolverarla con zucchero a velo.

Seguimi sui social!

Se ti piacciono le mie ricette seguimi su FacebookTwitter Instagram Telegram; puoi anche iscriverti alla mia Newsletter oppure scaricare gratuitamente la mia App.

Torna alla Home

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.