Crea sito

Torta co’ bischeri

La torta co’ bischeri é una specialità pisana che viene solitamente preparata nel periodo dell’Ascensione; si tratta sostanzialmente di un “guscio” di pasta frolla che viene riempito con un composto cremoso a base di riso, cioccolato fondente, canditi, pinoli, uvetta.

torta co' bischeri

La torta co’ bischeri nasce nella zona di Pontasserchio ed è collegata ad un evento religioso; pare infatti che il 28 Aprile quella zona fosse meta di un pellegrinaggio religioso in onore del Crocifisso del Miracolo posto all’interno della Chiesa di San Michele Arcangelo proprio a Pontasserchio. Per sfamare i pellegrini che arrivavano là, stremati dal gran viaggio, occorreva un piatto ricco e sostanzioso; la torta co’ bischeri rappresentó pertanto la soluzione ideale.

Perché ” torta co’ bischeri “? E soprattutto: cosa sono i “bischeri”? In campo gastronomico i bischeri sono le puntine di pasta frolla che fuoriescono dallo stampo e che vanno a creare il bordo decorativo della torta. Nella tradizione popolare Toscana invece per “bischero” si intende una persona sempliciotta, alla buona, tant’è che spesso si dice “bono vol di’ bischero”.

L’appellativo “bischero” deriva dalla famiglia fiorentina dei Bischeri, una famiglia facoltosa, proprietaria di vari immobili, alcuni dei quali posti tra P.zza del Duomo e Via dell’Oriuolo. Quando fu deciso di costruire la cattedrale di Santa Maria del Fiore, il governo dell’allora Repubblica Fiorentina propose alla famiglia dei Bischeri l’acquisto delle case adiacenti il cantiere per poterle poi demolire. I Bischeri però, vuoi per la paura di perdere parte del loro patrimonio immobiliare, vuoi per la voglia di mercanteggiare, cominciarono un tira e molla con la Repubblica Fiorentina, la quale, alla fine, procedette con esproprio forzato degli immobili lasciando la famiglia dei Bischeri con un palmo di naso.

Torta co’ bischeri

INGREDIENTI per una tortiera diametro cm 24/26

Per la pasta frolla:

  • 300 g di farina 00
  • 150 g di zucchero a velo
  • 150 g di burro
  • 4 tuorli d’uovo
  • scorza d’arancia grattugiata
  • bacca di vaniglia (i semi per la pasta, il baccello per il ripieno)
  • sale un pizzico

Per il ripieno:

  • 1/2 litro di latte
  • 70 g di riso originario per dolci o minestre
  • 2 uova
  • 120 g di zucchero
  • 80 g di cioccolato fondente
  • 25 g di cacao amaro in polvere
  • 70 g di canditi misti
  • 50 g di uvetta
  • 40 g di pinoli
  • 2 cl di liquore Strega
  • 1 cl di Rum
  • noce moscata
  • 1 limone non trattato
  • 1 bacca di vaniglia

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla: io utilizzo come sempre il robot da cucina. Inserisco nel boccale la farina, lo zucchero, il pizzico di sale, la scorza grattugiata dell’arancia, i semini della bacca di vaniglia e il burro ben freddo tagliato a cubetti. Aziono velocemente il robot fino a far polverizzare il composto, fermo la macchina e inserisco i tuorli. Altra lavorazione veloce alla massima velocità, quel tanto che basta per ottenere una pasta ben amalgamata, liscia e omogenea; a questo punto spengo il robot, tolgo il panetto di pasta e lo metto in frigo a riposare per almeno un paio d’ore.

Nel frattempo preparare il ripieno: mettere a bagno i canditi nel liquore Strega e l’uvetta nel Rum. Tostare i pinoli per qualche minuto in forno o in una padellina antiaderente.

In una casseruola portare ad ebollizione il latte con la scorza grattugiata del limone e la bacca di vaniglia (la stessa a cui sono stati tolti i semi per la frolla); aggiungere il riso e farlo cuocere a fuoco basso fino a che non avrà assorbito il latte. Una volta tolto dal fuoco aggiungere lo zucchero, il cacao e il cioccolato fondente a pezzi; mescolare fino a completo scioglimento del cioccolato.

torta co' bischeri 04Una volta raffreddato il composto aggiungere le uova leggermente sbattute, i canditi e l’uvetta con i liquori e i pinoli. A piacere una puntina di noce moscata grattugiata.

Foderare una tortiera da crostate con la pasta frolla lasciandone una parte per la grata finale; i bordi di pasta devono fuoriuscire dallo stampo per poter formare i “bischeri”.

Riempire il guscio di pasta frolla con il ripieno, livellarlo in superficie e praticare lungo il bordo eccedente dei tagli con le forbici a torta co' bischeri becchidistanza di circa tre cm l’uno dall’altro; pizzicare la pasta con la punta delle dita per creare appunto dei becchi decorativi.

Completare la torta con la classica “grata” di pasta, lucidarla con tuorlo d’uovo sbattuto e cuocerla in forno a 160° per circa 45 minuti.

 

Servire la torta co’ bischeri fredda spolverizzata con zucchero a velo.

torta co' bischeri fetta

Iscriviti alla mia Newsletter, riceverai gratuitamente le mie ricette nella tua posta!

images (1) (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.