Paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno

Paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno; un titolo lunghissimo per un primo piatto di semplice realizzazione che prevede l’utilizzo di uno dei prodotti siciliani più rinomati e apprezzati in tutto il mondo: il pistacchio di Bronte.

paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno
Paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno

Per preparare questa ricetta ho utilizzato il pesto di pistacchio di Bronte della Valle dell’Etna, un’azienda  siciliana che commercializza e produce, con cura artigianale, prodotti a base di pistacchio. Si va dalla semplice materia prima, intera o tritata, al semilavorato per prodotti di pasticceria. Interessanti sono anche il pesto di pistacchio di Bronte (che ho impiegato in questa ricetta), la crema di pistacchio e i deliziosi croccantini e torroni. Insomma, una bella scelta per gli amanti di questo prezioso piccolo gioiello della natura no? 

Io adoro i paccheri e voi? Provate anche queste semplici ricette:

Come preparare i paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno

Paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno
Recipe Type: Primi piatti di mare
Cuisine: Italiana
Author: Uovazuccheroefarina
Prep time:
Total time:
Serves: 4 persone
Paccheri con pesto di pistacchio di Bronte vongole e tonno: un primo piatto ricco di sapori.
Ingredients
  • 400 g di paccheri di Gragnano
  • 200 g di pesto di pistacchio di Bronte
  • 350 g di vongole fresche
  • 250 g di tonno fresco in unica fetta (due al massimo)
  • due spicchi d’aglio
  • vino bianco
  • un mazzetto di prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepe
Instructions
  1. Lavare accuratamente le vongole, togliere quelle con il guscio rotto o eventualmente aperte e lasciarle immerse in acqua salata (un cucchiaio colmo di sale grosso per ogni litro di acqua) per circa quattro ore affinché si spurghino dalla sabbia. Cambiare l’acqua due o tre volte avendo cura di togliere le vongole con le mani e trasferirle in un altro contenitore colmo di acqua salata. Trascorso questo tempo toglierle dall’acqua e metterle in un colapasta.
  2. In una larga padella mettere uno spicchio d’aglio, qualche rametto di prezzemolo, un filo di olio e far aprire le vongole a fuoco vivace. Appena si saranno aperte tutte toglierle dalla padella, eliminare quelle rimaste chiuse e filtrare il liquido di cottura. Tenerlo da parte al caldo.
  3. Tagliare a dadi il tonno fresco; preparare un trito con lo spicchio d’aglio e il prezzemolo e metterlo in una larga padella con qualche cucchiaio di olio. Rosolarlo a fuoco vivace, sfumare con vino bianco, regolare di sale e di pepe e spegnere il fuoco appena il pesce avrà cambiato colore.
  4. Nel frattempo lessare i paccheri in abbondante acqua salata. Appena saranno bene al dente trasferirli nella pentola insieme al tonno utilizzando una schiumarola e aggiungere anche le vongole. Cuocere il tutto per un minuto a fiamma vivace per far amalgamare i sapori.
  5. Diluire il pesto di pistacchio con qualche cucchiaio di liquido delle vongole tenuto da parte e aggiungere il pesto alla pasta. Mescolare bene, completare con un trito di prezzemolo e servire il tavola caldissimo.

Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche su Facebook oppure iscriviti alla mia Newsletter per riceverle direttamente in posta! Ricorda che da oggi puoi anche seguirmi su Telegram e/o scaricare la mia app Uovazuccheroefarina su Google Play collegandoti qui

Precedente Giulebbe di ciliegie Successivo Tortini con fiori di zucca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.