Gnocchi con ragù di anatra

Gli gnocchi con ragù di anatra appartengono alla categoria dei piatti importanti, i cosiddetti piatti della domenica; per preparare il ragù di anatra in questa ricetta viene impiegato il solo petto, la parte del volatile considerata più nobile in quanto il prezzo è effettivamente piuttosto elevato. Ciò non toglie che il ragù di anatra possa essere preparato utilizzando tutte le parti dell’animale; in questo caso si otterrà un sugo più rustico ma ugualmente molto buono. Il ragù di anatra è una ricetta della tradizione culinaria toscana; molto apprezzato per condire le pappardelle (soprattutto nella versione preparata con l’animale intero) è il condimento ideale per preparare i sedani ripieni alla pratese.

Gnocchi con ragù di anatra

gnocchi con ragù di anatra
gnocchi con ragù di anatra

Per preparare questa ricetta ho utilizzato una varietà di gnocchi da gran gourmet; si tratta degli gnocchi di patate e degli gnocchi di ricotta e spinaci di Mamma Emma della ditta Master Gnocchi. Sono gnocchi veramente speciali, buoni come quelli fatti in casa; tutti i loro prodotti vengono preparati con ingredienti naturali, senza conservanti e senza aggiunta di preparati industriali e vengono passati ad uno ad uno sulla grattugia per conferire loro quel tocco di naturale rusticità che bene si sposa con il ragù.

Gnocchi con ragù di anatra
Recipe Type: Primi piatti di terra
Cuisine: Italiana
Author: Uovazuccheroefarina
Prep time:
Cook time:
Total time:
Serves: 4/6 persone
Gli gnocchi con ragù di anatra sono un primo piatto ottimo per le Feste.
Ingredients
  • una confezione da 400 g di gnocchi di patate Master Gnocchi
  • una confezione da 400 g di gnocchi di ricotta e spinaci Master Gnocchi
  • per il ragù di anatra:
  • 500 g di petto di anatra
  • 2 cucchiai di strutto di ottima qualità
  • una costa di sedano
  • una carota
  • una cipolla non molto grande
  • salvia, rosmarino
  • qualche foglia di alloro
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • triplo concentrato di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepe
Instructions
  1. Togliere la pelle al petto dell’anatra e tritarlo grossolanamente a coltello.
  2. Preparare un trito di sedano, carota e cipolla.
  3. In un tegame, preferibilmente di coccio, mettere lo strutto e un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva e metterlo sul fuoco; non appena lo strutto si sarà sciolto aggiungere il trito di verdure e farle appassire per cinque minuti almeno badando bene che non prendano colore.
  4. Aggiungere il petto dell’anatra tritato e farlo rosolare a fiamma vivace sempre mescolando; versare il vino rosso e farlo evaporare, sempre a fiamma vivace.
  5. Preparare un mazzolino odoroso con qualche rametto di salvia, qualche rametto di rosmarino e qualche foglia di alloro; legarlo bene con spago da cucina per evitare che gli aghi del rosmarino si disperdano nel ragù quindi aggiungerlo nel tegame.
  6. Aggiungere un paio di cucchiai di triplo concentrato di pomodoro e diluire il tutto con un bicchiere di acqua calda. Regolare di sale e di pepe.
  7. Abbassare la fiamma al minimo e cuocere il ragù per un paio di ore; se in cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungere un poco di acqua calda.
  8. Una volta pronto il ragù procedere con la cottura degli gnocchi: mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua calda e, una volta raggiunta l’ebollizione, salarla e versare gli gnocchi. Scolarli a mano a mano che vengono a galla e condirli con il ragù preparato.
  9. Servire gli gnocchi con ragù di anatra caldissimi.
Notes
[b]Gnocchi di patate e gnocchi di ricotta e spinaci Mamma Emma della ditta Master Gnocchi.[/b][br][br][cap id=”attachment_10924″ align=”alignnone” width=”800″][img src=”https://blog.giallozafferano.it/uovazuccheroefarina/wp-content/uploads/2015/11/gnocchi-con-ragù-di-anatra-01.jpg” width=”800″ height=”533″ class=” size-full” title=”gnocchi con ragù di anatra 01″ alt=”gnocchi con ragù di anatra Master Gnocchi”]gnocchi con ragù di anatra Master Gnocchi[/cap]

Vino consigliato: Rosso Cabernet Sauvignon dell’Azienda Vitivinicola Cantine Settesoli

Iscriviti alla mia Newsletter, riceverai gratuitamente le mie ricette nella tua posta! images (1) (1)

 

Precedente Tris di panna cotta Successivo Ragù alla bolognese con la Olla GM

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.