Frittata di maccheroni

La frittata di maccheroni è un piatto tipico della cucina napoletana; nasce come ricetta per non sprecare gli avanzi della pasta del giorno prima ma è così buona che spesso ne veniva preparata in grande quantità proprio per poterla poi utilizzare per preparare questa gustosissima frittata.

La frittata di maccheroni non ha una ricetta ben definita proprio perché è una ricetta di riciclo; può essere preparata quindi nella versione rossa, con il pomodoro, oppure in bianco. Oltre alle uova possono essere aggiunte fette di salame, fette di scamorza oppure dadini di fiordilatte per rendere la frittata ancora più ricca e gustosa. E’ un piatto che si gusta caldo ma è ottima anche fredda; è perfetta quindi per essere messa nel cestino del pic nic.

La ricetta di per sé non è particolarmente difficile; bisogna solo prestare particolare cura alla cottura. Affinché la frittata di maccheroni risulti compatta e ben rosolata è necessario tenere la padella sempre inclinata in modo che solo una parte sia a stretto contatto con la fiamma; ogni due minuti va spostata in modo che a fine cottura la padella abbia fatto un giro completo. In questo modo la frittata si rosolerà perfettamente all’esterno e non bruciata al centro; la stessa cosa andrà poi ripetuta capovolgendo la frittata.

Il tempo di preparazione di questa ricetta varia sensibilmente in base a ciò che si ha di pronto; se si parte da una o più porzioni di pasta avanzate basteranno circa 10 minuti di cottura. Se invece si prevede di preparare anche il sugo il tempo aumenta sensibilmente. Nel caso abbiate già pronti gli spaghetti (di solito si usa la pasta a formato lungo) calcolate circa 2/3 uova per 500 g di pasta; tenete sempre presente che, essendo una ricetta casalinga di riciclo, le dosi sono sempre molto indicative. Questa che vi riporto è la ricetta classica tratta dal libro “La cucina napoletana” Ed. Newton & Compton di Jeanne Caròla Francesconi.

Leggi anche: Nidi di spaghetti alla mozzarella di bufalaSpaghetti alle vongole fujuteSpaghetti alle vongole e pomodorini

frittata maccheroni cucina napoletana
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:per preparare il sugo: 45 minuti
  • Porzioni:6/8 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

Per il sugo:

  • 1,250 kg Pomodori (freschi da sugo)
  • 1 cipolla (piccola)
  • 70 ml Olio extravergine d’oliva
  • 1 mazzetto Basilico
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe nero in grani (da macinare)

Occorreranno inoltre:

  • 750 g Vermicelli (o spaghetti non sottili)
  • 4 Uova
  • 120 g Parmigiano reggiano (grattugiato)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Pepe nero in grani (da macinare)

Preparazione

  1. Lavare i pomodori, tagliarli a grossi pezzi e lasciarli sgocciolare per una mezz’ora in un colapasta. Trascorso questo tempo metterli in una casseruola insieme alla cipolla sbucciata e tagliata a fette, il basilico e il prezzemolo. Aggiungere l’olio, regolare di sale e di pepe e far cuocere a fuoco dolce per circa un’ora lasciando che la salsa si addensi.

  2. Una volta pronto il sugo lessare i vermicelli lasciandoli al dente. Condirli con la salsa, aggiungere il parmigiano e mescolare bene; lasciarli intiepidire.

  3. Sbattere le uova in una terrina salandole leggermente; versarle sui vermicelli, aggiungere del pepe macinato al momento e mescolare bene.

  4. Mettere dell’olio in una padella e farlo riscaldare; versare la pasta, spianarla aiutandosi con un cucchiaio e cuocere la frittata a fuoco lento, prima da una parte e poi dall’altra. In cottura la padella andrà sempre tenuta inclinata e fatta ruotare piano piano; in questo modo si avrà una bella rosolatura all’esterno e non brucerà al centro.

  5. Una volta pronta far scivolare la frittata sopra ad un piatto da portata, lasciarla intiepidire quindi tagliarla a fette e servirla. La frittata di maccheroni è ottima anche fredda.

Seguimi sui social!

Se ti piacciono le mie ricette ATTIVA LE NOTIFICHE oppure seguimi su FacebookTwitter Instagram Telegram; puoi anche iscriverti alla mia Newsletter

Torna alla Home

Precedente Crostata morbida con pere e mascarpone Successivo Crostata con crema pasticciera e grano cotto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.