Crea sito

Ricetta cavolfiore alla paprika e semi di zucca

Amanti del cavolfiore e non, oggi vi lascio una ricetta di cui vi innamorerete! Ricetta cavolfiore alla paprika e semi di zucca!
E’ una ricetta vegetariana che mi ha entusiasmato tantissimo per la sua leggerezza e per la sua straordinaria bontà!
Si prepara in pochissimo tempo, con pochissimi ingredienti e potete servirlo sia come contorno che come secondo piatto!
Ho usato la paprika dolce per fare in modo che anche i mie figli potessero mangiarlo, ma se vi piace il piccantino potete usare la paprika forte.
Prima di trasferirci tutti in cucina, prendete carta e penna per segnarvi gli ingredienti!
Ricetta del giorno? Ricetta cavolfiore alla paprika e semi di zucca! 😀

cavolfiore gratinato
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ricetta cavolfiore alla paprika …. ecco gli ingredienti che ho usato!

.. prendete nota 😀
  • 1cavolfiore (grandezza media )
  • 6 cucchiaiolio extravergine d’oliva (regolate la quantità a piacere)
  • 4 cucchiaipaprika dolce (regolate la quantità a piacere )
  • q.b.sale fino
  • 1 cucchiaiosemi di zucca (regolate la quantità a piacere )

Ricetta cavolfiore alla paprika in preparazione!

… accendete il forno a 220° statico e poi…
  1. cavolfiore al forno

    Mondate il cavolfiore dalle foglie e con un coltello dividetelo in cimette.

    Lavatele bene sotto acqua fresca corrente, dopodiché tamponatele con un canovaccio.

    Dividete ogni cimetta in due o tre parti, in base alla loro grandezza.

    In una grande ciotola versate l’olio, con il sale, la paprika ed i semi di zucca.

    Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti e poi unite i cavolfiori al condimento facendoli insaporire per bene.

    A questo punto sistemate le cimette su una teglia coperta con cartaforno e cuocete in forno per circa 25 minuti.

    Il cavolfiore alla paprika e semi di zucca è pronto per essere gustato!

    Buon appetito, Unoduetresimangia!

  2. cavolfiore al forno

    Se non sopportate l’odore del cavolfiore in cottura, potete anche mangiarlo crudo, tagliato sottile in insalata e conditelo con olio, sale e limone

    Un rimedio  per attenuare l’odore sgradevole è di cuocerlo insieme a un pezzo di pane secco.

Qualche consiglio

Come scegliere un cavolfiore?

Le cimette di un cavolfiore fresco devono essere serrate, e la superficie bianchissima ed uniforme, senza macchie. Le foglie devono essere piuttosto dure e spezzandole devono emettere un rumore secco… tipo TOC! Vi consiglio quindi di comprare un cavolfiore che abbia le foglie, in modo da avere un parametro per valutarne la freschezza. Inoltre, le foglie più tenere sono ottime da cucinare e danno un tocco di sapore in più a qualunque preparazione a base di cavolfiore.

Restiamo in contatto

Se avete dubbi o domande  sulla ricetta, scrivetemi!

Potete contattarmi sui miei profili social come Facebook, Twitter, Pinterest , Instagram o direttamente qui sul blog,

A voi la scelta! Vi aspetto numerosi, più siamo e meglio!!

ANNA 😀

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Anna Cimmarusti

Sono Anna, mi piace ridere, sono curiosa di conoscere tutto quello che ancora non so e naturalmente adoro cucinare! Un po' come si giocava da bambini... ecco il mio Unoduetre... si mangia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.