Crea sito

Gnocchi di zucca senza patate

Gli gnocchi di zucca senza patate sono un primo piatto semplice, leggero e delicato.
Si abbinano a svariati condimenti, infatti si possono gustare con burro fuso, salvia e una spolverata di formaggio grattugiato oppure, per un gusto più deciso, con una crema ai formaggi tipo gorgonzola; sono ottimi anche conditi con un sugo semplice a base di pomodoro e basilico!
Adoro gli gnocchi in generale e devo dire che questa variante senza patate ha sorpreso le mie aspettative!
Quando si dice “gnocchi di zucca“, quello che ci viene in mente è la buonissima ricetta classica con zucca, patate, farina e uova; molto spesso preferiamo comprarli perchè la ricetta classica porta via un po’ di tempo, quindi se decidiamo all’ultimo minuto di mangiarli, a meno che non li abbiamo già in frigo, rinunciamo all’idea e cambiamo menu!
Con questa ricetta il problema è risolto perchè in pochissimo tempo, possiamo ottenere dei buonissimi gnocchi di zucca senza patate “last minute”! 😀
Che ne dite di provarli?
Prima di cominciare, prendete carta e penna per segnarvi gli ingredienti e poi tutti in cucina!
Prepariamo gli gnocchi di zucca senza patate!

gnocchi zucca
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Per preparare gli gnocchi di zucca senza patate, vi serviranno questi ingredienti…

Pronti per scrivere? … se volete potete anche stampare la ricetta! 😀
  • 500 gzucca (già pulita )
  • 150 gfarina
  • 1uovo
  • 1 pizzicozucchero (facoltativo)
  • 2 pizzichisale

La ricetta inizia! Ecco come ho preparato gli gnocchi di zucca senza patate

… prendete nota!
  1. gnocchi di zucca

    Tagliate la zucca in pezzi e cuocetela al microonde per 5 minuti (potenza W1000).

    “Se il vostro microonde è meno potente, allungate il tempo di cottura, fino a che la zucca non sarà morbida, tanto da poterla schiacciare agevolmente senza problemi.

    Se non avete il microonde potete passarla in forno a 200° oppure al vapore o ancora cuocerla in un pentolino con pochissima acqua.”

    Schiacciate la polpa della zucca con la forchetta e frullatela con un minipimer (in mancanza potete usare il passaverdure) fino ad renderla cremosa.

    Versate la farina a fontana su una spianatoia e unite la crema di zucca, l’uovo, il sale e lo zucchero.

  2. gnocchi senza patate

    Impastate e formate un panetto.

    Prelevate una porzione di impasto e formate un cordoncino spesso circa un dito.

    Tagliatelo a tocchetti e formate gli gnocchi con l’attrezzino “riga gnocchi”.

    Se non lo avete potete usare i rebbi di una forchetta facendovi scivolare il tocchetto di impasto con una leggera pressione.

  3. gnocchi con la zucca

    Ponete gli gnocchi, man mano che li formate, su un piano leggermente infarinato e distanziati fra loro per evitare che si appiccichino l’uno all’altro.

    Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata e scolateli con un mestolo a fori appena salgono in superficie.

    Gli gnocchi di zucca senza patate sono pronti, non vi resta che condirli come più vi piace!

    Buon appetito, Unoduetresimangia!

Qualche consiglio

Se dopo la cottura la zucca risultasse troppo acquosa, filtratela in un colino a maglie fitte.

Gli gnocchi si possono congelare e cuocerli al bisogno immergendoli direttamente in acqua bollente.

Prima di congelarli abbiate cura di non sovrapporli fra loro e di disporli su un vassoio; quando saranno congelati potrete porzionarli in pratici sacchetti gelo.

RESTIAMO IN CONTATTO

Se avete dubbi o domande  sulla ricetta, scrivetemi!

Potete contattarmi sui miei profili social come Facebook, Twitter, Pinterest , Instagram o direttamente qui sul blog,

A voi la scelta! Vi aspetto numerosi, più siamo e meglio!!

ANNA 😀

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Anna Cimmarusti

Sono Anna, mi piace ridere, sono curiosa di conoscere tutto quello che ancora non so e naturalmente adoro cucinare! Un po' come si giocava da bambini... ecco il mio Unoduetre... si mangia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.