Crea sito

Fregola risottata con gamberi, zucchine e zafferano

Buon sabato a tutti 🌅
In questo fine settimana di fine Maggio é venuto a farmi visita nel blog Emanuele Concas.
Emanuele ha 25 anni, ha origini sarde e vive in un pittoresco paese chiamato Decimomannu vicino Cagliari. É uno studente di Medicina e Chirurgia alla facoltà di Cagliari con una grandissima passione per la cucina. Come sappiamo la cucina é sempre condivisione, unione e Emanuele fin da bambino l’ha coltivata con la madre e la nonna che, con entusiasmo, erano consone coinvolgerlo nelle loro attività in cucina. Questa passione in lui é cresciuta sempre più, specialmente negli ultimi anni, con la preparazione dei lievitati salati, creando delle leccornie stupende. É un ragazzo brillante, simpatico, preciso, estroverso ed intelligente, con tutte le passioni che contraddistinguono un bravo ragazzo di 25 anni. Ama leggere (soprattutto libri inerenti al mondo e alle tecniche della cucina), praticare sport e uscire con gli amici.
Alla mia classica domanda: <<Un tuo sogno nel cassetto?>>
Emanuele risponde: <<Sicuramente avrei desiderio di aprire un giorno un panificio tutto mio qui a Cagliari, dove potrei dare libero spazio alla mia creatività>>.
Che dire un ragazzo squisito e ambizioso che oggi viene a proporci una sua versione della fregola con gamberi, zucchine e zafferano.
La fregola, chiamata in dialetto “sa fregua”, è un formato di pasta tipico della Sardegna. È realizzata con semola di grano duro e acqua. Le ricette cambiano di paese in paese e di famiglia in famiglia; alcune di queste prevedono l’utilizzo di olio, uovo o zafferano. Viene realizzata in un particolare recipiente di terracotta chiamato “sa scivedda”, praticando dei movimenti rotatori con la mano fino a formare dei granuli di semola e acqua. Infine viene tostata al forno. Può avere diversi formati: quelli più piccoli vengono utilizzati per le minestre o per le zuppe, quelli medi o grandi preferibilmente per i primi piatti, sia di terra che di mare.
Vediamo insieme come prepararlo:

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 180 gfregola sarda fresca
  • 500 ggamberi rossi freschi
  • 2 spicchiaglio
  • 2zucchine (Grandezza media)
  • 200 gpomodori datterini
  • 1 bustinazafferano
  • Verdure per brodo (Emanuele ha usato sedano, carota e gambi di prezzemolo)
  • peperoncini freschi (Q.b)
  • olio extravergine d’oliva (Q.b)

Preparazione

  1. • Pulire i gamberi. Staccare le teste dalle code ed eliminare il carapace e mettere da parte le code. Schiacciare le teste e mettere il contenuto in un recipiente. Successivamente tagliare le zucchine a cubetti di circa 1 cm per lato e tagliare a metà i pomodorini.

    PREPARAZIONE DEL BRODO:

    • Far cuocere le teste dei gamberi in una pentola, aggiungere l’acqua, le verdure e lasciare cuocere per circa un’ora a fuoco lento. A cottura ultimata aggiungere il sale.

    PREPARAZIONE DELLA FREGOLA:

    • Scaldare in una padella un filo d’olio, con uno spicchio d’aglio schiacciato, la foglia di alloro e il peperoncino a piacere. Quando ben calda aggiungere le code dei gamberi, far cuocere per circa 40 secondi per lato, poi mettere da parte. Quando i gamberi saranno freddi tagliare a cubi, lasciandone qualcuno intero per guarnire il piatto. Nella stessa padella aggiungere un filo d’olio, l’altro spicchio d’aglio schiacciato, l’altra foglia di alloro e il contenuto delle teste dei gamberi. Far rosolare per qualche minuto stando attenti che non si attacchi alla padella.

    • Aggiungere le zucchine, i pomodorini e salare. Lasciare cuocere per 3-4 minuti. Aggiungere la fregola e far saltare un po’ con le verdure. Appena è leggermente tostata aggiungere il brodo e continuare la cottura per circa 10-15 minuti aggiungendo il brodo di tanto in tanto (i tempi di cottura cambieranno in base alla specifica fregola che utilizzate). A metà cottura aggiungere lo zafferano, precedentemente sciolto in un mestolo di brodo. A cottura ultimata aggiungere i cubi di gamberi e mantecare con un filo d’olio. Servire la fregola calda, guarnire con i gamberi e una spolverata di pepe

Che bontà. Un piatto tipico con una personalizzazione gustosa ed interessante. Mi sembra già di sentire profumo di mare!.

Ringrazio ancora Emanuele per aver condiviso con me e con la mia comunity la sua ricetta. Andatelo a seguire in massa perché ha un profilo Instagram stupendo. Taggate me ed Emanuele su Instagram se vi cimenterete nella preparazione, in basso vi linko il suo profilo social.

INSTAGRAM: @manu_concas

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.