• muffin e dolcetti
  • Muffin mandorle e zucchero muscovado

    Muffin mandorle e zucchero muscovado… che il frigo piangeva un po’ miseria. e quando mia mamma mi ha detto: “senti domani c’è gente a colazione, mi prepari qualcosa?” io non volevo crederci che dovevo mettere in piedi un dolce con questa desertificazione di ingredienti. niente ricotta, yogurt, formaggi, frutta fresca, spezie, niente di niente. la […]

  • dolci al cucchiaio
  • Tortine cioccolato e pere rovesciate….ispirate a Eric Landlard

    Tortine cioccolato e pere rovesciate....ispirate a Eric Landlard

    Era qualche tempo che mia mamma mi stressava: “daaaai fammi la torta di cioccolato e pere” “eh ma io voglio cioccolato e pere” e “quand’è che provi la cioccolato e pere?”
    e “guarda che io ho comprato la cioccolata e le pere”
    questo è stato l’ultimo messaggio subliminale che mi ha mandato. del tipo “ecco adesso hai gli ingredienti, non puoi esimerti dal farla. mettiti all’opera e fammi ‘sta cappero di ciocco e pere”.
    quindi stamani alla fine l’ho fatta, senza neppure un attimo di pressione eh. proprio di mia spontanea volontà! XD
    no perchè non è che mi piace tanto.
    non è che ci vado proprio matta. l’abbinamento fa impazzire tutti tranne me, evidentemente.
    quindi mi sono ricordata di queste tortine capovolte che avevo fatto qualche tempo fa, le Mini tortine capovolte di Eric Lanlard…con il mio zampino ed erano venute una cosa paradisiaca, e pure bellissime.
    siccome dato che la prima volta non ero riuscita a rovinare la ricetta, mi sono detta: “facciamo le tortine cioccolato e pere rovesciate! e vediamo se riesco a rovinarla almeno questa volta! ”
    ebbene no…miei cari lettori.
    lo so che eravate tutti lì trepidanti nella speranza di leggere un “sì” 😛
    invece sono venute buone anche ‘sta volta….dovete attendere futuri post per futuri disastri culinari. vi prometto che verranno 😛

  • muffin e dolcetti
  • Mini tortine capovolte di Eric Lanlard…con il mio zampino

    Mini tortine capovolte di Eric Lanlard...con il mio zampino

    Avete presente il detto “scivolare su una buccia di banana?”
    niente di più sbagliato. dovrebbero cambiarlo in “scivolare su un cubetto di prugna”
    manca poco mi ammazzo. ho fatto una spaccata alla Carla Fracci, e io Carla Fracci non sono davvero, ma neppure lontanamente. casomai la caricatura delle Fracci, goffa, impacciata, sbatto in ogni dove.
    e la mia schiena, già martoriata dai sui problemini, non se n’è giovata per niente di questo bello scivolone. ho passato l’intera giornata a fare “ohi ohi, ahi ahi, uhi uhi” per la gioia di chi mi stava accanto.
    ma dopo aver assaggiato le Mini tortine capovolte di Eric Lanlard devo ammettere che quasi quasi la semi-caduta se la sono meritata!
    mai mangiata una tortina così buona. non a caso Eric è un rinomatissimo pasticcere francese (che se non sbaglio lavora in inghilterra adesso)
    ho visto questa ricetta in Tv e perdonatemi, non ricordavo bene le dosi e gli ingredienti (tipo che tipo di zucchero usasse) quindi ho fatto un po’ a modo mio, per questo il titolo “….con il mio zampino” anche perchè ho modificato, e di quello sono certa, il tipo di frutta.
    lui usava ananas e ciliegie sciroppate (che io ODIOOOO) io invece ho usato le prugne.
    in pratica queste mini tortine capovolte sono delle simil-mini-tarte-tatin (ho esaurito i trattini, promesso!)

  • muffin e dolcetti
  • Dolcetti alle more, pistacchi e latte di cocco

    Dolcetti alle more, pistacchi e latte di cocco

    Era un po’ che volevo fare dei dolcetti alle more ma poi mai niente di fatto perchè sistematicamente non le avevo mai a disposizione (cucinando i miei dolci nel piccolo hotel dove lavoro non sono io a fare la spesa, quindi mi arrangio con quello che trovo di giorno in giorno, e prendo ispirazione da quello che mi offre il frigo o la dispensa).
    oggi la fortuna è stata dalla mia parte, visto che aprendo il frigo ho trovato un bellissimo cestino di more fresche e lucenti che era lì che mi chiamava e diceva “prendimi! prendimi!”
    inutile dire che non mi sono fatta pregare a lungo! le ho afferrate in un batter d’occhio, mi sono diretta in dispensa cercando qualcosa da abbinarci e me ne sono tornata sorridente in cucina con i pistacchi e il latte di cocco.
    un abbinamento che non avevo mai provato, ma che ho voluto azzardare, le more dolciastre ma anche un po’ acidule, i pistacchi salatini, e il latte di cocco cremoso e dolce.

  • muffin e dolcetti
  • Tortine alle carote e mandorle (ciambelline e cuori)

    Tortine alle carote e mandorle

    Posso confessarlo? sono proprio soddisfatta di queste piccole tortine alle carote e mandorle.
    oramai mi sto sbizzarrendo e devo assolutamente provare tutti gli stampi che ho ricevuto per il compleanno. questa volta è stato il turno degli stampi a cuore (della Guardini) e quelli a ciambellina (della Kaiser), entrambi deliziosi!!!
    quelli a cuore permettono di fare una tortina larga ma non molto alta, mentre quelli a ciambellina una tortina molto dettagliata, con il buchetto e piena di scanalature, sembrano quasi dei bomboloncini tutti ricoperti di zucchero a velo!
    la ricetta delle tortine alle carote e mandorle è una ricetta classica, ve ne sono molte in giro, solitamente si usa l’olio di semi come parte grassa, ma non ne disponevo quando le ho preparate, così l’ho sostituito con la margarina che è comunque un grasso vegetale. potete decidere se seguire la mia strada oppure inserire l’olio…a voi la scelta 🙂
    purtroppo ne ho assaggiate molte di queste tortine alle carote e mandorle e spesso mancano un po’ di sprint, quindi ho deciso di dargli un po’ di aromatizzazione extra, ho inserito lo zucchero di canna che è già di per sè uno zucchero dal sapore intenso, molto caramellato, e poi ho aggiunto anche la cannella che si sposa benissimo con le carote, abbinamento che avevo già sperimentato in questa ricetta “Muffin alle carote e cocco” ed era risultato vincente!!!

  • dolci soffici
  • Tortine alle mele monoporzione

    Tortine alle mele monoporzione

    Le tortine alle mele sono delle piccole torte di mele in miniatura. perchè tagliarsi una fetta quando si può avere l’illusione di mangiare una torta intera? 😛
    la tecnica che ho usato per fare queste tortine alle mele è molto simile a quella dei Muffin fior di mela si dispongono le fette di mela come a simulare i petali di un fiore e l’effetto ottenuto è davvero carino.
    a differenza dei muffin qui i petali si possono vedere di più perchè lo stampo essendo più basso da modo alle mele di rimanere più in superficie, mentre nei muffin l’impasto lievita in altezza e tende a nascondere le fettine di mela.
    Ovviamente si può decidere di mettere più mele (ad es riempire di più la parte centrale delle tortine, a posteriori lo farei anche io, la prossima volta 😛 alla fine sono tutti esperimenti sempre migliorabili…com’era il detto? la pratica affina la tecnica…o qualcosa del genere) oppure di disporle in maniera di diversa, insomma libero sfogo alla fantasia e al gusto personale.
    quello che importa è racchiudere il sapore di una torta di mele in un piccolo gioiellino monoporzione, da servire in tavola ad amici, invitati, parenti come qualcosa di nuovo rispetto alla classica torta di mele da tagliare a fette.

  • muffin e dolcetti
  • Dolcetti alle banane e zenzero – ricetta brasiliana per i mondiali

    dolcetti alle banane e zenzero

    Ecco…vi ricordate quando ero alla ricerca della torta di mele perfetta? se mi leggete da un po’ saprete che ne ho provate mille mila, beh non è che mi sono stufata, le torte di mele non tramontano mai, ma adesso mi sono lanciata in questa nuova sfida, trovare nuove e gustose torte con le banane.
    Fino a 1 mese fa, mi vergogno a dirlo, non ne avevo assaggiata alcuna, poi è stata come una folgorazione, ho provato dei muffin alle banane e yogurt e mi sono innamorata, di lì è nata questa mia nuova passione!!!
    Questi dolcetti alle banane e zenzero oltretutto sono una ricetta brasiliana, quindi quale ricetta migliore per questo periodo di mondiali? stasera gioca l’Italia, quindi speriamo che questi dolcetti alle banane portino fortuna!!!

  • muffin e dolcetti
  • Muffin al cacao

    muffin al cacao

    Avete presente quando partite con un’idea fica e vi buttate sulla ricetta senza pensarci un attimo, e ponderare se è una buona idea o meno?
    beh….errare è umano, e di sicuro non sono una professionista. quindi voglio condividere con voi anche i miei errori, perchè dietro ai piccoli trionfi ci sono prove, disastri, ricette non venute, ricette dal sapore non soddisfacente, qualche torta “deceduta” (poche a dire il vero)…insomma non sono perfetta, e non voglio neppure sembrarlo!!!
    questi muffin nascono con l’idea di fare dei muffin-smarties. ero al supermercato e girottolavo per la corsia delle caramelle e cioccolatini, e l’occhio mi cade sui tubetti di smarties.
    mi sono detta che dei muffin al cacao con gli smarties colorati sopra sarebbero stati davvero carini, il contrasto tra il colore scuro del muffin e i dischetti multicolore sarebbe stato di forte impatto visivo, così parto a tutta birra, preparo l’impasto, lo metto nei pirottini, ci adagio sopra 4-5 smarties per muffin e inforno.
    ero proprio soddisfatta, davvero carini a vederli lì, nella teglia, da crudi!!! già mi pregustavo il risultato finale!!!

  • muffin e dolcetti
  • Muffin mirtilli e banana con yogurt – ricetta semplice e veloce

    muffin mirtilli e banana

    Anche questa ricetta, i muffin mirtilli e banana, è una ricetta di mia mamma, vecchia di qualche annetto, quando ancora i muffin non andavano di gran moda come adesso. anche le teglie che adopero per farli sono sue, mi ha raccontato di averle comprate parecchi anni fa, quando appunto la parola muffin era ancora quasi sconosciuta, almeno in italia.
    quindi capirete che è forse la mia ricetta di muffin preferita perchè è quella che me li ha fatti conoscere, scoprire e innamorarmene. oltre che avere un legame affettivo con questa ricetta, devo ammettere che è anche molto ma molto buona!
    i muffin, se conoscete un po’ la storia, sono nati in inghilterra come i dolcetti della servitù, venivano fatti nelle cucine delle famiglie più ricche, con gli scarti, e in formato monoporzione, a differenza di quello che veniva servito ai nobili. poi i nobili si innamorarono di questi piccoli dolcetti e li fecero propri rendendoli più ricchi e sofisticati mano mano che il tempo passava, e portandoli all’attenzione di tutti, fino ad arrivare ai giorni nostri. incredibile se si pensa a quanto siano apprezzati oggi, decorati e curata la loro presentazione.