• biscotti e barrette
  • Whoopie-scones – quando gli amish incontrano gli scozzesi

    Whoopie-scones - quando gli amish incontrano gli scozzesi

    Ok lo ammetto. l’idea era stravagante già in partenza.
    non è la prima volta che mi cimento in strani mescoloni culinari…fondendo e unendo dolci che apparentemente non c’entrano niente gli uni con gli altri…vedasi i Muffin brownies con crumble al cocco (ben 3 dolci fusi insieme, il mio record!), oppure la Lemon pie camuffata da cheesecake o anche i Muffin cheesecake.
    per ora era andato tutto sempre per il verso giusto. per ora.
    ho voluto tentare la fortuna una volta ancora.
    com’è il detto?
    la fortuna premia gli audaci!!!
    beh un po’ di coraggio, almeno in cucina, mettiamocelo 😛
    tanto male che vada, che danni possiamo fare? buttare qualche uovo, un po’ di zucchero, della farina. roba da non “andare in fallimento economico”, diciamocelo pure…
    così ho progettato i miei whoopie-scones, che non sono altro che degli scones a forma di whoopie pies!
    gli scones sono tipici dolcetti da thè di origine scozzese, mentre gli whoopie pies dei biscotti doppi con farcitura, che la tradizione attribuisce agli amish. il nome sembra derivare dal fatto che quando gli uomini al lavoro sui campi aprivano il cestino del pranzo esclamassero dalla sorpresa “whoopie!” di fronte a questi dolcetti deliziosi.
    per ottenere i miei whoopie-scones ho dovuto riaggiustare un pochino la ricetta, per ottenere degli scones piatti che non lievitassero troppo. così invece che farina autolievitante ho usato farina normale addizionata di pochissimo lievito.
    ho steso l’impasto sottile (consigliano di stenderlo almeno 3 cm, io l’ho steso 1 cm e mezzo circa) così hanno mantenuto la forma che volevo, bassi, a cupoletta, con la base piatta da poter essere accoppiati a due a due come gli whoopie pies!