• dolci soffici
  • Tortine alle mele monoporzione

    Tortine alle mele monoporzione

    Le tortine alle mele sono delle piccole torte di mele in miniatura. perchè tagliarsi una fetta quando si può avere l’illusione di mangiare una torta intera? 😛
    la tecnica che ho usato per fare queste tortine alle mele è molto simile a quella dei Muffin fior di mela si dispongono le fette di mela come a simulare i petali di un fiore e l’effetto ottenuto è davvero carino.
    a differenza dei muffin qui i petali si possono vedere di più perchè lo stampo essendo più basso da modo alle mele di rimanere più in superficie, mentre nei muffin l’impasto lievita in altezza e tende a nascondere le fettine di mela.
    Ovviamente si può decidere di mettere più mele (ad es riempire di più la parte centrale delle tortine, a posteriori lo farei anche io, la prossima volta 😛 alla fine sono tutti esperimenti sempre migliorabili…com’era il detto? la pratica affina la tecnica…o qualcosa del genere) oppure di disporle in maniera di diversa, insomma libero sfogo alla fantasia e al gusto personale.
    quello che importa è racchiudere il sapore di una torta di mele in un piccolo gioiellino monoporzione, da servire in tavola ad amici, invitati, parenti come qualcosa di nuovo rispetto alla classica torta di mele da tagliare a fette.

  • crostate
  • Crostata alla frutta a forma di numero (bis) – ricetta di Montersino

    Crostata alla frutta a forma di numero

    Ricetta bis….esatto! perchè è la stessa ricetta identica identica a quella postata un paio di giorni fa, stavo facendo delle prove tecniche per un compleanno e questa è la versione finita della crostata alla frutta a forma di numero.
    nel post precedente mi sono sbizzarrita a provare un paio di numeri, diverse consistenze di crema, provare la buonissima pastafrolla di Montersino perchè era la prima volta che la facevo e avevo giusto un attimino di ansia da prestazione, visto il mostro sacro verso cui mi andavo ad approcciare, finchè alla fine non ho trovato la tecnica e l’abbinamento perfetto, sia alla vista che al gusto (eh bisogna sacrificarsi per l’arte della pasticceria e assaggiare, assaggiare e assaggiare! che vita grama!!!!), alla fine dovevo preparla per un compleanno e tutto doveva essere perfetto, non potevo permettermi di sbagliare, e un paio di prove erano di dovere!
    così ieri è finalmente venuta alla luce una coloratissima crostata alla frutta a forma di “70”, con frutti di bosco: fragole, lamponi, mirtilli e more.

  • crostate
  • Crostate di crema e frutta a forma di numero (Montersino docet)

    Crostate di crema e frutta a forma di numero

    ma veniamo al dolce, queste sono delle prove di laboratorio, degli esperimenti che ho condotto perchè una amica di mia mamma mi ha ordinato una torta di compleanno per il marito. è una crostata a forma di numero, vidi una puntata di Accademia Montersino in cui spiegavano come farla e allora mi è tornata in mente! (infatti la ricetta della frolla è sua! :P)
    così ho provato a farla e devo dire che non è stato difficile!!!
    e il sapore…mamma mia! volevo svenire!
    avete presente quando comprate una crostata crema e frutta in pasticceria? ecco identica!
    a frolla croccante e friabile, la crema liscia e soffice, la frutta che gli da quella punta di acidità e freschezza….ero davvero fiera di me, non potevo crederci. non potevo credere che quella cosa talmente buona e paradisiaca fosse uscita dalle mie manine!
    credo che sia stato il momento in cui mi sono sentita davvero una pasticcera quasi seria ahaha

  • plumcake
  • Plumcake ricotta e mele

    Plumcake ricotta e mele

    Oggi ho sfidato il caldo torrido per voi facendo questo buonissimo e sofficissimo plumcake di ricotta con mele caramellate sopra, non mi merito un applauso?
    dicevano che doveva piovere nel week-end, ma niente…sono rimasta un po’ delusa in effetti, ma mi ero ripromessa di cucinare qualcosa, visto che il forno è un po’ che non lo accendo. di necessità virtù, si dice, quindi mi ero data a ricette fresche, ricette veloci o ricette base, che non prevedevano l’uso di infernali attrezzi roventi.
    che poi dovete sapere che il mio forno è l’anticamera dell’inferno. non è un forno normale, a partire dalle dimensioni. è profondo 90 cm e largo 80, quindi credo che possiate intuire la quantità di calore che possa generare e condurre nell’aria.
    come se non bastasse è a gas, a fiamma diretta. e se non bastasse ha delle simpaticissime bocchette di fuoriuscita del calore e dal vapore che contribuiscono a espandere per bene il calore in tutta la stanza. e se ancora non siete contenti vi dirò che è anche corredato da 6 bellissimi fuochi industriali, spesso accesi. ah e dimenticavo, è tutto in acciaio, sopra, sotto, dietro, davanti, quindi se per sbaglio ti appoggi nel posto sbagliato quando è acceso, tipo lo sportello, son guai! e non solo, avere lo sportello di acciaio porta un’altro piccolissimo problema, ossia NON SAPERE MAI COSA DIAVOLO STA SUCCEDENDO LI’ DENTROOOO! quindi ogni dolce è un po’ un terno al lotto, mi meraviglio ancora di me stessa, di non averne bruciato ancora nessuno!

  • ricette base
  • Crema pasticcera al microonde – ricetta base

    crema pasticcera al microonde

    La crema pasticcera al microonde è molto adatta per essere usata al “naturale” ossia per non subire una seconda cottura in forno (al contrario della ricetta della Crema pasticcera con uova intere, ottima per crostate) ad es per farcire delle tartelette dove la pastafrolla è stata precotta in bianco, per fare delle vellutate chantilly, per la zuppa inglese, per dolci a strati, per farcire il pan di spagna, etc.
    uso la cottura la microonde perchè è veloce e facile, e inoltre la crema fatta con la maizena viene più liscia e soffice, davvero cremosa. potete usare la maizena o l’amido di riso, anche mischiati assieme (50 e 50%) ma MAI E POI MAI la fecola di patate altrimenti diventa gommosa.
    cuocendo al microonde poi si sporca pochissimo, non si accendono i fornelli, la crema pasticcera si prepara e cuoce nella stessa ciotola, un metodo rapido e semplicissimo! minimo impegno e massimo risultato, non è quello che vorremmo sempre in cucina? 😉

  • crostate
  • American apple pie o torta di mele all’americana

    La Apple pie è una ricetta classica e intramontabile della cucina statunitense. Avete presente quando vedete qualche film in cui mangiano una torta di mele? beh è questa, senza ombra di dubbio!
    ovviamente ci sono varianti, 1000 ricette diverse in cui il bilanciamento degli ingredienti varia, ma il succo non cambia. è come se prendete il nostro famosissimo tiramisù, ognuno lo prepara a modo diverso, perchè non esiste una vera ricetta del tiramisù, non è mai stata “codificata” a quanto so, e le varianti regionali spesso influiscono, quindi basta spostarsi di famiglia in famiglia per trovare dei tiramisù dai sapori diversi, ma fondamentalmente il dolce è quello, savoiardi, mascarpone, uova, zucchero, cacao (chi mette le fragole), bagna al caffè, chi al liquore, etc.
    questa torta mi ha sempre incuriosita perchè è lontana dalla nostra tradizione di torta di mele, per noi la torta di mele è soffice, “panosa”, le mele sono racchiuse in un impasto simile a quello di una ciambella. loro invece usano la “pie crust” una base vagamente simile alla pastafrolla, ma più sfogliata e senza uova, anzi leggermente salata e poverissima di zucchero, deve essere più una sorta di involucro, dal sapore molto neutro, che serva a contenere l’interno molto dolce e speziato, e anche succoso, delle mele tagliate a fette