• biscotti e barrette
  • Biscottini ai fiocchi di avena e pistacchi

    Biscottini ai fiocchi di avena e pistacchi

    Oggi volevo provare un regalo di compleanno, regalo della mia migliore amica Michela. Sì mi vergogno un po’ ma ancora se ne stava lì inutilizzato dal 15 di luglio.
    ma devo ammetterlo, non sono una grande preparatrice di biscotti! e questo invece è uno stupendo tappetino di silicone della silikomart che puo avere 1000 usi, tra cui appunto quello di sostituire la carta forno come base per i biscotti. così oggi l’ho provato per cuocere i miei biscottini ai fiocchi d’avena e pistacchi.
    e siccome è enorme, ma veramente enorme, non l’ho misurato ma una cosa spropositata, può essere usato anche come piano di lavoro, tipo per stendere la pastafrolla, etc.
    solo che ultimamente incasinata come sono stata con il mio “vero” lavoro, ho avuto tempo di fare solo ricette veloci, torte semplici, muffin, quindi addio a crostate e pastafrolle. ma prometto che rimedierò, giurin giuretto!
    la cosa si è dimostrata complicata fin dall’inizio però.
    innanzitutto il lavaggio dell’arnese infernale. eh si. perchè come lo lavi un tappetino di silicone lungo, diciamo, 60 cm e largo 40, che già da asciutto sguiscia e si dibiscia come un’anguilla appena pescata e appena ci va mezza goccia d’acqua diventa come posseduto?
    bella domanda eh?
    la risposta è ovvia. che finisci per farti il bagno tu, invece che lui. ma tra uno spruzzo e uno zampillo sono riuscita nell’impresa, piu o meno!
    poi fai i biscottini, li adagi sul bel tappetino, adagi il tappeto sulla placca da forno eeeee…è troppo grande ahahah la disavventure non finiscono mai nella mia cucina, mi chiedo se sono io sfigata (o disorganizzata) o è così per tutti 😛
    adesso devo comprare una placca più grande, ero seriamente convinta che la mia fosse davvero enorme.
    poi infilo placca con tappetino debordante nel forno e indovinate un po? non ci sta.

  • biscotti e barrette
  • Biscotti al cocco e cioccolato fondente

    Coconut cookies with dark chocolate cubes

    Anche questa volta sono andata a spulciare nelle vecchie agende di mia mamma. i biscotti al cocco e cioccolato fondente sono una ricetta che ha fatto spesso negli anni e come tutte le buone ricette non invecchia, non passa mai di moda, né stanca mai!
    la cosa che mi ha fatto sorridere è che il ritaglio di giornale consigliava di usare del cocco fresco grattugiato, cosa che penso oggi giorno nessuno faccia, sia per tempo (avete mai provato ad aprire una noce di cocco? ecco…se avete provato sapete di che parlo!) sia per reperibilità . tra parentesi però aggiungeva che nel caso non se ne disponesse andava bene anche del cocco essiccato, messo in ammollo in acqua per farlo rinvenire, procedimento che mi è suonato un po’ strano, perché ogni volta che ho usato il coccò rapè l’ho messo direttamente nell’impasto così come usciva dalla busta, senza ammollo.
    però questa volta ho voluto fare la diligente e seguire la ricetta così come era scritta, visto che avevo sempre mangiato i biscotti fatti da mia mamma e sapevo che seguiva quel procedimento, quindi per non sbagliare mi sono attenuta ai consigli.
    i biscotti al cocco sono velocissimi e semplici da prepare, e sorprendentemente buoni.
    l’abbinamento tra cocco e cioccolato fondente è divino, il cocco molto dolce e il cioccolato amaro si sposano alla perfezione.

  • biscotti e barrette
  • Shortbread – biscotti scozzesi friabili (ricetta facile e veloce)

    A me piacciono molto le ricette complesse, quelle che ti devi mettere lì con pazienza, pesare prima tutti gli ingredienti, suddiverli per gruppi a seconda se vanno in una preparazione o in un’altra, neppure stessi facendo un esperimento di chimica!!! poi leggere attentamente le istruzioni, seguire i passaggi (ok lo ammetto, raramente lo faccio, diciamo che leggo la ricetta e poi la interpreto :P), fare mille cose assieme, pentolini sul fuoco, burro nel microonde, planetaria azionata, avessi mille braccia e 6 paia di occhi mi sarebbero davvero utili.
    c’è un che di supereroe in tutto questo, ti senti invincibile, quando emergi da 1 ora di pasticceria intensa, tutta ricoperta di farina da testa ai piedi, e sospiri “fiuh…ce l’ho fatta!”
    sfoggiando la torta completata.
    ma a volte, anche le ricette semplici e veloci possono dare grandi soddisfazioni, perchè diciamocelo, la soddisfazione non sta solo nella prepazione e nello sfoggio delle proprie abilità di cuoca amatoriale, ma anche nel risultato finale, nel sapore del piatto!
    è proprio il caso degli Shortbread, dei biscottoni tipici della scozia, che più semplici di così “si muore”, come dice il detto.

  • biscotti e barrette
  • Biscotti ai fiocchi d’avena e nocciole (cookies)

    Non faccio quasi mai (per non dire MAI!) i biscotti perchè non sembra, ma c’è molto lavoro dietro. in realtà l’impasto è sempre semplice, ma quello che porta via davvero molto tempo è fare le palline, metterle sulla placca, aspettare che cuociano, fare più infornate. perchè una volta che ci si mette a fare i biscotti, mica se ne fanno solo 4 o 5!
    mentre invece una torta richiede più lavoro all’inizio, soprattutto se una crostata con pastafrolla da stendere, poi una volta volta messa in forno fa tutto da sola, ha bisogno al massimo in una controllatina o due. con i cookies però, o biscottoni giganti, il problema si aggira un pochetto, visto le loro dimensioni, quando ne hai fatti una ventina ne hai fatti per un’esercito! così invece che 4-5 infornate con un paio si risolve.
    a poco ho scoperto le molte virtù e adattabilità dei fiocchi d’ avena in pasticceria, possono essere usati per fare ottimi crumble as es, possono essere messi nell’impasto dei muffin, o sulla superifice per guarnire e dare croccantezza, ma il modo migliore forse per ora è quello di usarli per fare ottimi biscotti ai fiocchi d’avena!