• crostate
  • Crostatine decorate alla nutella

    Decorated Nutella mini tarts

    L’altro giorno ho comprato le crostatine alla cioccolata del mulino bianco.
    erano secoli che non le mangiavo.
    quale delusione.
    pastrafolla strana, molliccia, un retrogusto curioso. cioccolata che doveva essere tipo nutella ma non era nutella.
    insomma. tutto cambia negli anni. anche le certezze più certe, come le crostatine del mulino bianco. (o forse sono diventata più esigente io rispetto a quando ero bambina? probabile!)
    così oggi, dato che è il compleanno del mio ragazzo, ho preparato per lui la mia versione, ossie le Crostatine decorate alla nutella.
    visto che lui ama la nutella e che i vasetti di nutella durano un tempo imbarazzante in casa mia, e io non riesco neppure a infilarci il cucchiaino che sono già finiti.
    abbiamo la piattaia stracolma di bicchieri della nutella, inequivocabile indizio delle sue malefatte.
    queste crostatine, inutile a dirle, sono una spanna sopra a quelle del mulino bianco.
    ma indovinate un po’?
    io son qua bischera e poverella.
    loro son là, che fanno i miliardi!
    non mi sembra mica giusto! 😛

  • crostate
  • Crostatine autunnali alla marmellata

    Crostatine autunnali alla marmellata

    Era un po’ che volevo fare delle piccole crostate con i tagliapasta autunnali che avevo comprato qualche mese fa. L’estate è praticamente finita (è mai cominciata?) quindi era giunto il momento giusto per utilizzarli!
    così ho voluto prepare le mie crostatine autunnali, che altro non sono se non delle semplici crostata di marmellata, con una piccola decorazione sopra, che le ha rese a parer mio deliziose.
    beh vi avviso già che questa sarà una ricetta un po’ “sgangherata” come si dice dalle mie parti!
    ossia un po’ disorganizzata…infatti avevo già la pastafrolla in congelatore, uno scampolo che mi era avanzato da alcune crostate fatte in precedenza, quindi metto le mani avanti e vi avverto! NON HO IDEA DELLE DOSI!
    cioè sì ho idea delle dosi della pastafrolla complessiva, quella da cui ho ricavato lo scampolo, e ve le metterò nel link sotto, ma ecco non so quanto di questo impasto abbia usato, metà? un terzo? un quarto? BOOOH?
    mi sono venute 4 crostatine, quindi non so quante ne verranno con la dose piena…ma non credo sia davvero così importante visto che la pastafrolla si può fare e congelare, quindi alla fine fate la dose consigliata, e poi quando avrete fatto le crostate che vi servono (oppure quando semplicemente vi sarete stancati di farle!) mettete il resto in congelatore e alla prossima volta!
    considerate che con la dose piena viene una crostata grossa quindi vi verranno tranquillamente 8-10 crostatine, se non di più. il numero dipende poi dalla grandezza delle crostatine (io le ho fatte in stampi da 10 cm di diametro) e da quante decorazioni deciderete di usare per guarnirle.

  • ricette base
  • Pasta frolla con uova intere – ricetta base 1

    pasta frolla

    Questa è una pasta frolla un po’ particolare visto che contiene anche gli albumi e non solo i tuorli. Leggendo qua e là e anche alla TV ho notato che praticamente tutti usano fare la pasta frolla usando solo i tuorli. non so se è una cosa tipica della mia zona, oppure una cosa di famiglia, ma noi usiamo sempre le uova intere (sia per la crema che per la pastafrolla).
    innanzitutto si ottiene un prodotto più leggero e meno grasso (se meno grasso si può dire visto la quantità di burro che c’è nella pasta frolla) perchè il grasso nell’uovo è contenuto praticamente tutto nel tuorlo, il secondo vantaggio e che non ci ritroviamo con una quantità imbarazzante di albumi da dover riutilizzare dopo in qualche modo.
    Ad es se prepariamo una crostata alla crema, usiamo solo uova intere, mentre seguendo la ricetta classica bisognerebbe utilizzare solo tuorli sia nella base che nella crema, e alla fine resteremmo con tipo 10 albumi inutilizzati (anche perchè le ricette da fare con i soli albumi non sono tantissime)
    quindi credo che alla fine sia una cosa che deriva molto dalla tradizione povera, per evitare gli sprechi.