Io e la pasticceria….un amore a primo assaggio (o quasi)

Tortine alle carote e mandorle
bene….eccomi qua, pronta a iniziare questa nuova avventura. ho cosi tante cose da dire che non so neppure da che parte cominciare.
metto già le mani avanti e inizio col dire che quando Dio dava il dono della sintesi io non c’ero, ero a mangiare i brownies (di Nigella  possibilmente) quindi portate pazienza!!!!
questo blog nasce con l’intento e la speranza di affrontare un tema serissimo come la cucina (anzi la pasticceria, ma di quella semplice, casalinga, quella delle nostre mamme e nonne) con leggerezza e divertimento, perchè la vita va presa con leggerezza (disse quella che amava il burro e le torte ipercaloriche),  e bisogna scherzare sempre, non prendersi mai sul serio…la vita è fin troppo seria e complicata.

il mio amore per i dolci e le torte nasce da una (s)fortunata serie di eventi: il mio lavoro in un piccolo hotel a conduzione familiare, il desiderio di comunicare alle persone che mi stanno intorno quanto tengo a loro tramite un dolce pensiero, una  lunga tradizione familiare di tortificatrici (passatemi il neologismo) che passa di madre in figlia da generazioni e la mia malattia.

ma andiamo con ordine.
mi chiamo valentina, ho 31 anni.
da qualche anno mi sono ammalata di una forma di artrite che colpisce soprattutto la schiena, non starò qua a spiegarvi del come e del perché, nè a lagnarmi (anzi tutto questo a volte genera delle situazioni alquanto comiche in cucina!!!), ma è stata proprio la malattia la cosa che forse ha contribuito di più  a far nascere questo nuovo amore.
ho passato un momento davvero difficile in cui tutto mi era impossibile, ho dovuto abbandonare molte passioni, per le limitazioni che la malattia mi ha imposto, la musica, i concerti, la fotografia, la pittura. lentamente mi sono sentita come morire dentro. mi sembrava di non servire più a niente, di non avere più scopo alcuno…
poi ho scoperto la pasticceria e ho capito che potevo ancora fare qualcosa di buono, che la mia vena artistica poteva riversarsi su qualcos’altro, che potevo orientare le mie energie su qualcosa che la mia malattia (a piccole dosi) mi permetteva ancora di fare. e lentamente qualcosa si è riacceso in me, quel fuoco della passione che si è era ormai spento…
cosi sono, piano piano, diventata la CAKE GIRL…quella che all’hotel fa sempre i dolcetti per tutti, quella che il sabato sera fa sempre trovare le torte pronte agli amici che vengono a trovarla e ogni sabato una torta nuova senza mai ripetersi, quella che fa i dolci per le occasioni di famiglia e non, e sì devo ammetterlo, spesso mi chiedono anche  piccoli ordini, tipo un mini-catering.
e finalmente, beh si questa storia ha un lieto fine, sono tornata a vivere e a sorridere 🙂 ecco beh…ora mi emoziono… :lacrimuccia:
per me la pasticceria è questo…una ragione di vita, una cura (per questo il titolo del blog “un dolce al giono…. ” che riporta al famoso detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”), un passione che ti scava dentro, che ti consuma, la notte spesso mi succede di sognare nuovi dolci, è  quasi un’ossessione. se sto 2-3 giorni senza fare un dolce entro in astinenza, è una roba seria!!!

Tortine alle carote e mandorle
Io e la pasticceria….un amore a primo assaggio (o quasi)

ovviamente sono autodidatta, non ho fatto scuole e molte ricette che posterò sul blog sono di mia invenzione, o prese dai vecchi quaderni strappati e malconci, scritti a mano da mia mamma (mi dice sempre “questa sarà la mia eredità!”), ricette di famiglia passate di mano in mano. alcune invece probabilmente le ho sentite alla tv (se mi ricordo posterò la fonte)  ma spesso rimaneggiate secondo il mio gusto personale.
qua non troverete nè torte professionali, nè foto professionali, ma quello che è professionale è l’amore per quello che faccio, e l’ottimo sapore delle ricette che posterò (numerose sono le cavie a cui le ho sottoposte e giuro che sono sopravvissute TUTTE QUANTE, e anzi hanno apprezzato! e pure fatto il bis!). ovviamente non sono ricette LIGHT. quindi chi è a dieta è avvisato (e mezzo salvato), purtroppo non sono una fan delle ricette cosiddette light, leggere o a ridotto contenuto di grassi, poichè purtroppo è la parte grassa quella che da sapore alla torta. per sbaglio o fortuna (sinceramente non so :P)  troverete qualche ricetta a base d’olio invece che di burro, ma saranno poche!
ah come dimenticare, se avevate qualche dubbio, forse ho visto troppe puntate di Nigella, ma che donna! mi ci scambiarei subito, dove devo firmare? 😛
comunque, bando alle ciance, come si dice dalle mie parti, ho parlato fin troppo…e partiamo con le cose importanti…I DOLCI!!!
buona lettura amici!!!

vi lascio con una citazione di un film che ho visto di recente, e che mi è piaciuto parecchio, un film francese intitolato “La cuoca del presidente” che a sua volta cita Montesquieu:
‘Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia’.

4 Comment

  1. Catia says:

    Leggerti è un piacere 😀 Continua così che vai alla grande!
    Ehi, guarda però che certi dolci in chiave light non sono poi così male! (ehm, ho il marito a dieta!!) 😛

    1. undolcealgiorno says:

      eh io invece ho il fidanzato che se non ci schiocco 2 kg di nutella o cioccolata o burro mi si sente male. XD
      odia tutto ciò che è frutta, light o dietetico.
      prova ad arrivare a casa con una bella crostatina alla frutta o alla marmellata…mi chiude fuori all’addiaccio 😛

  2. Sono senza parole Valentina. Sei forte, avanti tutta….. Non ti fermerà nessuno ^_^

    1. undolcealgiorno says:

      grazie XD
      io non mi fermo..o almeno ci provo!
      mi devono accoppare XD

I commenti sono stati chiusi.