Cupcakes celtici – il mio personale “Art-Attack”

cupcakes celtici

Devo innanzitutto mettere le mani avanti e dire che ovviamente non voglio neppure lontanamente competere con i/le bravissime cake designer che ci sono in giro e fanno cose bellissime!!!
Diciamo che questi cupcakes celtici sono i miei primi tentativi, il mio primo “bubu-settete” nel mondo della pasta di zucchero. non ho mai preso in considerazione la cosa perchè non mi piace il sapore della pasta di zucchero, nè quello della pasta di mandorle, quindi fare una cosa che poi non mangerei, beh non ne vedo il senso 😛
oltretutto non sono una persona con molta pazienza, nel senso che  per le cose che mi piacciono ne ho anche a bizzeffe, ma per altre cose mi spazientisco subito, soprattutto se si tratta di cose molto piccole da dover maneggiare, quindi capirete che il cake design probabilmente non fa proprio per me! ma almeno un tentativo dovevo farlo, sono una persona curiosa per natura, e finchè non provo non sono contenta!
però ho una grandissima passione: quella per l’arte celtica e vichinga e per tutto ciò che viene dal nord, soprattutto per i disegni e gli intrecci tipici di queste civiltà. un tempo dipingevo anche, e mi riusciva sicuramente meglio che il cake design (beh anche perchè se mi riusciva peggio…. a voi le conclusioni XD)
comunque, visto che l’ironia (e soprattutto l’autoironia) è una delle qualità migliori che credo si possa avere, ho deciso di condividere con voi i miei primi tentativi….sarete voi a valutare se sono così drammatici , oppure quasi passabili! mi piacerebbe sapere che ne pensate!!!
devo ammettere che ero anche abbastanza disorganizzata, innanzitutto avevo solo due panetti di pasta di zucchero, regalati da mia zia che non li usava. quindi già lì partivo paaaarecchio male, poi non avevo un briciolo di attrezzo,  solo qualche coppapasta “nano” e n° 2 stampi ad espulsione a forma di foglia, che avevo comprato per fare biscotti e decorare delle crostate, un mattarello gigante per stendere la pastafrolla, quindi non quello piccolo apposito per la pasta da zucchero, insomma, non proprio quello che serve per preparare dei perfetti cupcake.
ma come si dice “il bisogno aguzza l’ingegno!” oltretutto, per fare quello che mi interessava, ossia dei cupcakes celtici, non esistono stampi o coppapasta a quando so, quindi ho lavorato di fantasia.

quindi sì insomma…prendete questi cupcake per quello che sono, degli esperimenti, un primo affacciarsi in un mondo a me sconosciuto che non sono sicura che mi piaccia, ma intanto finchè non lo capisco, lo studio da lontano, con un po’ diffidenza e anche di timore.

Cupcake celtico N° 1

per il primo cupcake ho fatto una treccia a mano, creando 3 salamini lunghi e stretti e poi intrecciandoli come si fa esattamente con i capelli, poi usando i vari stampini ho tagliato un quadrifoglio (tipico dell’irlanda) e due foglioline per completare il tutto.
della serie “più disastrati di così non si può” non avevo neppure lo zucchero a velo, quindi ho steso la pasta di zucchero aiutandomi con la carta da forno per non farla appiccicare al piano, non so se sia una prassi usata comunemente (diciamo che non sono molto ferrata in materia) però non mi ci sono trovata malissimo, la pasta di zucchero si stacca abbastanza bene, l’unica pecca è che non si riesce a stendere finissima perché la carta da forno cammina sul piano e non agevola la stesura.

cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici

Cupcake celtico N°2

per il secondo cupcake mi sono fatta più ardita! XD ho disegnato un intreccio celtico di quelli proprio basilari, visto che lo spazio su cui lavorare era minuscolo, su un foglio di carta, poi l’ho ritagliato seguendo le linee e rispettando i vari sopra e sotto (quello che caratterizza gli intecci celitici è l’alternarsi di linee che talvolta passano sopra e talvolta sotto le altre in modo molto armonico, vedere foto sotto), poi ho appoggiato i 3 pezzetti sulla pasta da zucchero e l’ho ritagliata.
semplice a dirsi, difficile a farsi, visto che stavo “operando” con un coltello da prosciutto, non proprio un bisturi di precisione, ma era l’unico coltello che ho trovato con una punta fine, però decisamente non adatto allo scopo, quindi i bordi non sono venuti proprio perfetti.
ho inoltre fatto tre piccole lune usando la mini-bocchetta di un sac-a-poche….mac-gyver mi fa un baffo, è un principiante a confronto!!!

cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici
cupcakes celtici

cliccate qui se volete leggere TRUCCHI/SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

P.S. tanto per capire di che si parla, questi sono alcuni acrilici su legno che ho fatto. il primo è sono dei pavoni celtici (ho preso ispirazione da un disegno del Book of Kells e l’ho riadattato a grandi dimensioni)  e il secondo sono dei dragoni di ispirazione vichinga.
ovviamente sul grande ci si può sbizzarrire, impossibile ricreare tutto questo “ingarbugliamento” di intrecci (è questo quello di cui parlavo prima, i vari sotto-sopra) su un piccolo cupcake!!!

pavoni celtici
pavoni celtici
draghi vichinghi
draghi vichinghi