Cookies al muesli e cocco

Cookies al muesli e cocco

…Era una notte buia e tempestosa….grigi nembi carichi di pioggia e oscuri presagi si addensavano all’orizzonte.
Lampi di luce rompevano a tratti l’oscurità soffocante, e cupi tuoni risuonavano in lontanza, simili a echi provenienti da mondi remoti e terrificanti…

no non è l’inizio di un film o un libro horror, come si potrebbe pensare…
è cio che accadeva intorno a me mentre mi apprestavo a fotografare i cookies al muesli e cocco, qualche mattinata fa.
in realtà non era neppure notte, anche se a guardar il cielo e l’oscurità si poteva tranquillamente dire il contrario.
un mattina più incavolata non la potevo trovare.
tra l’altro avevano pure chiuso le scuole, allarme rosso così dicevano. o allerta rossa. qualcosa del genere.
di fatto, per fortuna, apparte piovere, l’oscurità notturna, e qualche tuono, non è successo niente di particolarmente drammatico.
niente di drammatico? ma che dico… mi sono venute delle foto orribili per i miei cookies al muesli e cocco!
erano venuti così cariiiiniiiii.
i cookies più belli che avessi mai prodotto in tutta la mia carriera di mini-pasticcera.
e che fa? fa notte alle 11 di mattina, ovviamente.
e io con il mio cell mi ritrovo a dover fotografare l’impossibile.

Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco

giuro che l’ho tentate tutte.
mi sono messa di fronte alla porta finestra. inutile dato che fuori era praticamente buio e non entrava alcun chiarore.
ho provato a mettere un’orribile tovaglia bianca per catturare e riflettere tutta la luce possibile, e lì qualche foto ce l’ho fatta a farla, ma sembre bruttina.
poi ho provato a spostarmi (eh il vantaggio di fotografare nella sala delle colazioni è avere più tavoli a disposizione) su un’altro tavolo, con  diversa provenienza dell’illuminazione dal soffitto, ma nada.
ho preso una luce di quelle orientabili, ho provato in tutte le direzioni, ombre orribili, foto sfuocate.
ho provato pure a fare una specie di diffusore artigianale con la carta forno da piazzare davanti alla luce per diffonderla un pochetto di modo che le ombre fossero meno nette. peggio che mai.
insomma, come detto prima, le ho provate tutte.
i risultati migliori li ho ottenuti in post-produzione.
le foto erano tutte veramente brutte, luce innaturale, e un po ‘sfuocate, e inquadrature invedibili.
ho cercato di salvare il salvabile, tagliando, cucendo, aggiustando il colore, contrastando.
insomma, non è che sono molto brava in post-produzione, quindi ho fatto proprio il massimo che potevo con le mie minime conoscenze, ma photoshop è pur sempre un programma bello potente e anche se lo sai usare al minimo una piccola mano te la da! XD

Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco

peccato, perchè questi biscottini erano davvero una delizia, sia al palato che alla vista, e queste foto non gli rendono per niente giustizia.
tutti rustici all’ennesima potenza, con l’avena e il riso soffiato in bella vista. delineati, perfetti, quasi sembravano quelli acquistati (tipo i grancereale o  cose così)
tutti identici, cotti alla perfezione.
e quello che ho adorato di più di questi cookies al muesli e cocco è che sono croccantissimi fuori, fanno veramente “crunch crunch” quando li mastichi, ma restano morbidi e cremosi all’interno, grazie al cocco e al burro che gli donano questa consistenza particolare.
vorrei tanto dirvi che sono anche molto salutari.
ma con la valangata di burro che ci ho infilato,  non posso proprio affermarlo.
è vero che 100 gr di burro in 11 biscotti, facendo una rapida divisione non fa neppure 10 gr a biscotto, ma per qualcuno potrebbero essere sempre troppi.
quindi volendo il burro si può sempre diminuire, anche della metà, il risultato dovrebbe essere sempre buono, magari un po’ meno scioglievole in bocca.
sono una vera cavolata da fare, sono pronti in 5 minuti netti, ne cuociono circa 20.
buoni e veloci, mi sembra un ottimo connubio.
con questa dose mi sono venuti 11 cookies. numero strano, ma quando sono nel momento dell’ “invenzione mistica tipo pozione magica”, ossia quando tiro dentro l’impasto un po’ di questo e un po’ di quello, mica prevedo quanti me ne verranno?
l’unica cosa a cui sto veramente attenta è consistenza, sapore e bilanciamento degli ingredienti (grassi, uova e farina, etc).
quindi beh….se vi sembra un numero strano, se vi sembrano pochi o cose del genere, raddoppiate, triplicate, fate una volta e mezzo, oppure fateli più piccoli. insomma, la matematica e la geometria le conoscete, vero? 😛

Ingredienti per 11 Cookies al muesli e cocco:

  • 130 gr di muesli al naturale (riso soffiato, avena, frutta essiccata, uva passa, insomma non prendete il Vitalis o il Kellogs che è tutto agglomerato)
  • 70 gr di cocco rapè
  • 80 gr di zucchero demerara
  • 100 gr di burro
  • 1 uovo (sì nella foto ce ne son due, ma poi ho visto che me ne bastava 1)
  • 1 cucchiaino di cannella

Procedimento:

Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco
Cookies al muesli e cocco

Preparare e pesare tutti gli ingredienti in modo da averli a portata di mano prima di cominciare (foto 1).
In una ciotola mettere il burro e lo zucchero di canna e lavorarli, con una forchetta o anche a mano. Unire poi il cocco rapè e amalgamare (foto 2).
Aggiungere quindi il muesli e l’ uovo, infine anche la cannella, e mescolare fino ad ottenere un impasto compatto e ben mescolato (foto 3).
Con le mani creare delle palline della dimensione di una noce, o poco più, sistemarle su una placca da forno rivestita di carta, ben distanziate, e schiacciarle un pochetto (foto 4).
Mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 20/25 minuti, il tempo dipende dal forno.
A circa metà cottura controllate i biscotti e girate la placca in modo da fare cuocere i biscotti uniformamente, infatti quelli nella parte interna del forno cuociono prima.
Controllare spesso la cottura.
Sono cotti quando assumono un colore dorato e formano una crosticina croccante in superficie.
Lasciare freddare sulla placca, perchè quando sono caldi sono mordibi e potrebbero spezzarsi se li spostate.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI

10 Comment

  1. zia consu says:

    Come ti capisco..quando hai la ricetta perfetta e le foto vengono una ciofeca perde di bontà anche il piatto 🙁
    Ti confesso che a me queste foto non sembrano poi così pessime e si vede perfettamente che i cookies sono deliziosi 🙂
    Mi segno la ricetta e la prossima volta che mi avanza il muesli li voglio provare ^_^
    Buona domenica cara..oggi c’è il sole e scommetto che non cucinerò niente di pubblicabile..capita sempre così U.U

    1. undolcealgiorno says:

      no guarda un giramento di biiiiip!
      eh davvero, oggi c’è il sole, e io non cucino ahaha anche perchè son mezza tronca, va a vedere che mi riviene l’influenza?
      eh noooo! è già la seconda volta!
      buona domanica anche a te carissima! un abbraccio XD

  2. Ma cosa scrivi?! Sono venute bene le foto e sono super invitanti questi cookies originali! ^_^ Ciao!!

    1. undolcealgiorno says:

      beeeene? ahahah no siete troppo buoni!
      sappiate che sono iper-iper auto-critica quindi non mi va mai bene niente di quello che faccio, e secondo me non vanno bene ahahaha
      no seriamente, le foto in interno con illuminazione artificiale sono bruttine parecchio. anche in generale dico.
      le prime, quelle su tovaglia bianca un po’ si salvano, ma le altre!!!! sono inguardaBBili 😛
      vabbè…andrà meglio la prossima volta XD

  3. IO TROVO LE FOTO MOLTO BELLE, SAI SONO ABITUATA ALLA MANCANZA DI LUCE, IN CASA MIA CE N’E’ POCA, SOLO IN ESTATE NE POSSO GODERE A PIENO, QUINDI LE MIE FOTO NON SONO MAI IL MASSIMO, POI IO NON LE RITOCCO PER NULLA, QUINDI NON ESSERE COSI’ CRITICA CON TE STESSA, IO LI VORREI ASSAGGIARE COMUNQUE, SONO TROPPO INVITANTI!!!!!BACI SABRY

    1. undolcealgiorno says:

      grazie sabri, sempre gentile <3
      eh la mancanza di luce è un grosso problema, soprattutto se non si fotografa con una reflex, come me e come te 😛
      cioè muniti di un obiettivo che cattura anche la pochissima luce che c'è!
      sai che ti dico? una ritoccatina male non fa...mai!
      non dico robe esagerate, ma anche quel pelo di contrasto in più o di saturazione (colore più brillante per intenderci) a volte possono rendere una foto da mediocre a carina. non sono una gran fan della post produzione, non so neppure fare bene, ma anche quando fotografavo più seriamente anni fa, con la reflex, non mi ha mai appassionato ritoccare pesantemente le foto, perchè secondo me è snaturarle.
      però quel goccino qua e là spesso va aggiustato XD

  4. Giulia says:

    Buonissimi! Hai salvato una confezione di muesli immangiabili nel latte dall’oblio della mia dispensa! Tuttavia avrei delle osservazioni da fare: diminuirei notevolmente il burro (dato che ho notato che durante la cottura sudava fuori dai biscotti e “friggeva” sulla carta forno!), i tempi di cottura e la temperatura nel forno: a 180 gradi ho sfornato giusto in tempo dopo neanche dieci minuti la prima infornata, che ormai era prossima alla bruciatura sul fondo, a 150 gradi sono stati comunque sufficienti 10 minuti per risultare cotti. Il sapore, neanche a dirlo, era comunque magnifico! 🙂
    Giulia

    1. undolcealgiorno says:

      ciao, grazie per la visita e il commento!
      felice che ti siano piaciuti, sarà felice anche il tuo muesli per questo salvataggio dell’ultima ora, prima di finire nel cestino XD
      come ho ammesso io stessa un po’ colpevolmente nell’ “intro” ho sghiozzato di burro perché amo i biscotti burrosi, ma si può tranquillamente diminuire, o dimezzare, a gusto personale.
      per quanto riguarda il forno beh…ogni forno come sai si comporta diversamente, anche lì le tempistiche sono sempre abbastanza imprevedibili, è impossibile dare un tempo preciso. ho scritto 20/25 minuti circa perché con il mio ho impiegato quel tempo, mi sono anche tenuta bassa a dare la temperatura perché li ho cotti a 200 invece che 180°.
      è un po’ difficile fare i paragoni, perché io uso un forno industriale a gas, è lungo 1.20 metri (in profondità intendo) e quando cuocio i biscotti non li metto proprio in fondo, che è la parte che cuoce di più in un forno, mentre in un forno “domestico” che sarà si e no 50/60 cm di profondità i biscotti sono in pratica già nella parte più calda.
      per questo scrivo sempre “il tempo dipende dal forno” o “a metà cottura controllare” e “girare i biscotti perché quelli nella parte più interna cuociono più velocemente” XD
      proprio per evitare questi problemi!

      1. Giulia says:

        Ah be, parliamo di due mondi completamente diversi allora, il mio è un semplice forno domestico elettrico! Ahah per quanto riguarda il burro avevo letto la tua premessa, ma tendo a rispettare le dosi di chi propone la propria ricetta: la prossima volta proverò a dimezzarne il quantitativo e ti farò sapere il risultato! 😉

        1. undolcealgiorno says:

          beh qui si rientra molto nel gusto personale. io sono una che ama i dolci extra-burrosi (e non me ne vergono, anzi lo sbandiero :P) però capisco che non tutti apprezzino questa cosa, per cui tendo solitamente a precisarlo, che il burro è tanto, che non sono dolci ipo-calorici (bhe qualche volta mi è anche capitato di fare dolci light, ma quasi per sbaglio :P), se però l’idea e il sapore ti è piaciuto, cosa di cui sono lieta, puoi benissimo aggiustare la ricetta secondo le tue esigenze, ed è per questo che credo i blog siano qua, per dare uno spunto, poi ognuno a casa sua fa come crede 😉
          sarò lieta di sapere il risultato della prova con meno burro, e anzi, quando me lo farai sapere aggiornerò anche l’articolo con i tuoi risultati preziosi XD

          sì penso che il mio forno si comporti un po’ a modo suo!
          quello che volevo chiederti soprattutto è: a che livello del forno cuoci i biscotti e su che modalità imposti il forno?
          perchè anche quello conta. come conta su che placca decidi di cuocerli.
          ad es se cuoci su una vaschetta di cuki alluminio (come è capitato a me qualche volta che ho dovuto fare pochi biscotti, sai quelle tipo da lasagne da 12 porzioni) fa molto molto presto e il fondo dei biscotti cuoce molto più velocemente. io ad es uso una placca forno moooolto spessa, quindi ci sta che influisca anche quello.
          sopratutto il calore del mio forno viene tutto dal basso (dove ho le fiamme) quindi la placca spessa inibisce molto la cottura.
          non so come funziona con l’elettrico, mai usato sinceramente. cioè ce l’ho a casa ma non ci cucino dolci, cucino esclusivamente al lavoro e mi basta e avanza ahahah
          ma credo, cioè immagino che il calore venga un po’ da sotto, un po da sopra, se è come il mio di casa è orientabile (solo sotto, solo sopra, sotto e sopra) quindi magari se metti sotto e sopra ci credo che ci vuole di meno.
          insomma, ci sono un sacco di variabili che possono allungare o accorciare la cottura di un dolce o biscotto XD

I commenti sono stati chiusi.