Brownies con ganache al cioccolato

dirò forse (anzi sicuramente) una cosa impopolare, ma non vada matta per i dolci al cioccolato.
adoro la cioccolata, quella sì, sopratutto al latte e bianca, fondente un po’ meno, soprattutto quella supersuperfondente che ti fa accartocciare tutta la faccia come dopo aver succhiato una fetta di limone. però sono pochissimi i dolci in cui la cioccolata non venga svilita e viceversa il dolce riesca a venir esaltato dalla sua presenza.
mi è capitato non molto tempo fa di provare dei muffin al doppio cioccolato, che avevo visto in un programma su sky sul canale Gambero Rosso  presentato da un famoso pasticcere (a buon intenditore poche parole :P) e sono stati una grossissima delusione. piatti, monosapore, senza aroma, amari.
tutto questo lo pensavo fino a quando non ho provato i brownies, circa un annetto fa, ed è stata una folgorazione. un connubio perfetto tra dolce e cioccolato, una fusione riuscita alla perfezione, due cose che si esaltano a vicenda prefettamente e traggono beneficio l’una dall’altra. come non adorare la crosticina croccante, e l’interno burroso che si scioglie letteralmente in bocca e ci riporta a sapori di quando eravamo bambini, la nutella, gli impasti che ci facevano assaggiare le nostre mamme.brownies

brownies 2perchè il trucco di questa morbidezza ovviamente è azzeccare la giusta cottura.
e quell’aspetto un po’ rustico che hanno che ti conquista subito,  quadratini pieni di increspature e crepette, tagliati al coltello, biscotti non biscotti….torta non torta….un ibrido stranissimo.
poi col tempo mi sono chiesta se non potevo dagli anche una veste più elegante, così ho cominciato a farli in stampi monoporzioni a cupoletta e vedrete che risultato davvero carino!  quello che spero vi sorprenderà come ha sorpreso a me di questa versione, è l’inversione (scusate il gioco di parole) delle consistenze, ossia, di solito il brownie ha la crosticina dura sopra ed è morbido sotto, beh qui accade il contrario perchè vengono rovesciati, inoltre la ganache aggiunge un terzo grado di morbidezza che è il primo che raggiunge il palato e vi manderà in visibilio!!!! in un morso così sperimentere cremosità della ganache, sofficezza dell’interno del brownie e croccantezza della crosticina, PARADISIACI!!!
anche qui burro a profusione, ma la ricetta del brownies è così e va rispettava (direi piuttosto venerata!), è il burro a dargli quella inconfondibile consistenza, e renderli estremamente conservabili nel tempo. se riposti in una scatola ben chiusa restano fragranti anche per 5 giorni.

Ingredienti:
– 180 gr burro
– 160 gr cioccolata fondente
– 110 gr farina
– 250 gr zucchero
– 3 uova
– 100/150 gr nocciole (o noci) opzionali

Procedimento:
Montare le uova con lo zucchero finchè non diventano spumose e chiare e non raddoppiano di volume.
In un pentolino sciogliere il burro e il cioccolato,  o in alternativa nel forno a microonde, e lasciare raffreddare.
Quando il composto di cioccolato e burro è raffreddato colarlo a filo nelle uova sempre mescolando con le fruste elettriche o la planetaria, quindi per ultima aggiungere la farina.
Le nocciole sono facolative, a gusto personale.
Quando faccio i brownies in una teglia unica e poi taglio a quadrotti le metto sempre, se faccio le monoporzioni preferisco non aggiungerle.
Adesso avete due opzioni:
– foderare con la carta forno una teglia di “cookie alluminio” formato 8 porzioni (dovrebbe esserci scritto sulla confezione) e versarvi dentro il composto, livellare e infornare.
– imburrare 12 stampini a cupola di silicone e versarvi dentro il composto, mettere in forno.

Siccome la caratteristica del brownies è la cottura lasciata un attimo indietro, devono cuocere (nel mio forno) ESATTAMENTE 25 MINUTI, non uno più non uno meno. da forno a forno i minuti potrebbero variare, io ho un forno industriale a gas, con fiamma viva, quindi la cottura è abbastanza “violenta”. dovete fare qualche prova per capire qual’è la durata perfetta della permanenza in forno, ma come indicazione generale quando sopra la crosticina s’è formata da tutte le parti allora sono cotti!
impiegano lo stesso tempo, sia in teglia che in monoporzione, visto che la monoporzione è più piccola ma più alta.

Ganache al cioccolato:
-200 gr panna liquida
-200 gr cioccolato al latte

In un pentolino portare ad ebollizione la panna, al primo bollore spengere e versarci il cioccolato precendemente fatto a quadretti per agevolarne lo scioglimento. mescolare finchè i due ingredienti non si emulsionano perfettamente e la ganache diventa fluida e lucida.
Uso la ganache per decorare solitamente le monoporzioni a cupola, ma ovviamente nessuno vieta di usarla per i quadrotti.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI