Crea sito

Zuppa Valpellinese

In Valle d’Aosta esiste un luogo magico, unico e che ha su di me un vero e proprio effetto calmante. Questo posto è il Parco Nazionale del Gran Paradiso.
Va da sé che quanto mi ritrovo a preparare la zuppa valpellinese, la mia contentezza è doppia sia per il gusto sia per i ricordi.
Qui di seguito trovate la mia versione.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Cosa ci serve?

  • 300 gfontina
  • 150 gspeck
  • 2 fettelardo di Arnad
  • 1 lbrodo vegetale
  • 1cavolo (Medio piccolo)
  • 350 gpane nero
  • 40burro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

  1. Per prima cosa, tagliate e lavate la verza, poi cuocetela in padella con un po’ di burro e prosciutto e lardo, tagliati fini fini.

    Quindi lasciate cuocere il tutto per 8 minuti, regolate di sale e pepe e spegnete il fuoco.

    Intanto fate abbrustolire il pane nero tagliato a fettine, imburrate le pirofile e assemblate, uno strato di pane, uno di fontina a cubetti e uno di verza.

    Continuate aggiungendo il brodo (va bene anche di carne) fino a bagnare tutto il pane.

    Terminate coprendo con fontina e un pochino di burro e infornate a 180º per 35 minuti.

    Gustate calda (attenti che vi scottate!).

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.