Crea sito

Stinco di maiale brasato

Lo stinco di maiale è uno dei principali protagonisti di molte cucine tradizionali europee, in particolare di quella tedesca. Lo stinco ha bisogno di una cottura molto lunga, in modo che il calore penetri profondamente nella carne per consentire alla stessa di staccarsi perfettamente dall’osso a fine cottura. Oggi vi propongo una ricetta per lo stinco di maiale brasato, cotto nel vino rosso a fuoco basso per circa 2 ore, il tutto accompagnato da un ottimo purè fatto in casa.
Vi consiglio caldamente questa ricetta, ne rimarrete letteralmente estasiati!

stinco di maiale brasato
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1stinco di maiale
  • 250 mlvino rosso
  • 1carota
  • cipolla rossa
  • sedano
  • 1 ramettorosmarino
  • 2 fogliealloro
  • brodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • burro
  • farina 00

Preparazione

  1. tutto il necessario

    Per la preparazione del nostro stinco di maiale brasato dovremo iniziare a pulire e tagliare le verdure. Con l’aiuto di un pelapatate rimuoviamo la buccia da una carota, la tagliamo in due e poi in quattro e riduciamola a cubetti più o meno delle stesse dimensioni. Sfiliamo il sedano e tagliamo anch’esso in 4 listarelle che andremo poi a ridurre a cubetti. Rimuoviamo la buccia dalla cipolla e tagliamola a metà, dopodichè affettiamola sottilmente.

  2. rosolatura stinco di maiale

    In una una pentola antiaderente facciamo sciogliere una noce di burro con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e facciamo soffriggere le nostre verdure a fuoco basso.

    Quando le cipolle si saranno ammorbidite alziamo la fiamma su intensità media e mettiamo a rosolare il nostro stinco di maiale. Aggiungiamo anche il rametto di rosmarino e le foglie di alloro e facciamo rosolare lo stinco su tutti i lati in maniera uniforme, stando attenti a non bruciare le verdure del soffritto.

  3. cottura nel nebbiolo

    Quando lo stinco sarà ben rosolato, aggiungiamo il vino rosso. In questo caso ho utilizzo un buon nebbiolo, ma potreste utilizzare anche altri tipi di vini rossi fermi, la scelta è puramente personale.

    Lasciamo cuocere il tutto girando frequentemente lo stinco, fino a che il vino non si sarà quasi completamente ridotto. A questo punto inseriamo brodo bollente fino a circa la metà del nostro stinco. Regoliamo di sale e di pepe, rimuoviamo l’alloro e il rosmarino e copriamo con un coperchio, abbassando la fiamma a livello basso.

  4. Nel mentre che lo stinco cuoce, occupiamoci della preparazione del purè di patate (facoltativo), per il quale vi lascio il relativo collegamento alla ricetta.

  5. Il nostro stinco di maiale dovrà cuocere per circa 2 ore. In queste 2 ore assicuriamoci di girare lo stinco ogni mezz’ora, e aggiungere del brodo bollente nel caso in cui il liquido di cottura si asciugasse troppo.

    Trascorse le 2 ore di cottura, muniamoci di frullatore a immersione e frulliamo il fondo di cottura insieme alle carote, il sedano e le cipolle. Aggiungiamo un cucchiaio di farina e continuiamo la cottura, facendo addensare per bene la nostra salsa.

  6. stinco di maiale brasato al nebbiolo

    Lo stinco di maiale brasato al nebbiolo è pronto per essere portato in tavola, accompagnato dal contorno che avrete deciso per questo piatto succulento.

    Buon appetito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!