Crea sito

Curiosità: Le origini della Linzer Torte

Spesso quando si parla di cibo facilmente lo colloquiamo a un luogo, a un ricordo, a una tradizione. Ci sono cibi che appartengono a una identità culturale, ci sono delle specialità che fanno il marchio di provenienza. La Linzer Torte è per gli austriaci quello che la pizza e la pasta sono per noi italiani. La Linzer torte è un dolce dal sapore e profumo straordinario, si suppone che sia “nato” a Linz, città situata nell’Austria superiore che si trova lungo il Danubio. Comunque la disputa di proprietà è multipla. Curiose ed incerte sono le sue origini: si dice che sia stata la prima ricetta scritta e conosciuta al mondo, risale infatti al 1696 quella della Stadt-und Landesbibliothek di Vienna. Altra ipotesi ci conducono a un confettiere viennese dal nome Linzer. La grande popolarità di questo dolce è merito di Johann Konrad Vogel che nel 1822 iniziò a lavorare per la vedova di un pasticcere di Linz, Katherina Kreß che a quanto pare sposò. Vogel non è certo l’inventore della torta ma contribuì a conoscerla. Tuttavia nel 2005 Waltraud Faißner autore del libro “Wie mann die Linzer Dortten macht” (“Come fare la Linzer Torte”) e direttore della biblioteca, trovò nel Codex 35/31 nell’archivio dell’Abbazia benedettina di Admont, una ricetta addirittura veronese risalente a quarantatré anni prima, precisamente nel 1653. L’appartenenza rimane sicuramente incerta ma è sicuro che da qualunque luogo arrivi è una storia di gran successo.

Piccola curiosità: la pasticceria Jindrak di Linz entrò nel guinness dei primati per aver sfornato l’11 settembre 1999 la Linzer torte più grande del mondo. Le sue misure: quattro metri diametro e 650 kg di peso.

E’ considerato un dolce intramontabile, stupisce ogni qual volta la si assaggia. E’ un dolce friabile,  con un impasto dolce e speziato, molto profumato e dal sapore meraviglioso, si distingue per il reticolato di pasta che ricopre la deliziosa confettura di ribes rossi.

Ribes rosso

Non si può non assaggiarla, la si può gustare da sola oppure accompagnata da una pallina di gelato o da un ciuffo di panna.