Crea sito
12 In Dolci

Pizza ricresciuta

Questa ricetta è stata letta 2956volte

Cercavo da tempo la classica ricetta della pizza ricresciuta e l’ho trovata in questo bellissimo blog: Ammodomio

Vi assicuro che è meravigliosa e facile da preparare. La riporto così come presa dal sito:

pizza ricresciuta

Ingredienti:

500gr di farina (di cui 200g manitoba e 300g tipo 0 )
150g di zucchero
75g di strutto
25 di burro
30-35g di lievito di birra (o una bustina e mezzo di lievito liofilizzato)
4 uova medie (o 2 uova e tre tuorli)
100ml di acqua
un pizzico di sale

Aromi

scorze di un’arancia e di un limone grattugiate
anice in semi: un cucchiaio abbondante
Vaniglia: una bacca o 1 cucchiaino di estratto
Rum, Alkermes, Mistrà: un cucchiaio ciascuno

Spezie

noce moscata: mezzo cucchiaino scarso
cannella in polvere: un cucchiaio abbondante

 

Mescolare gli aromi e le spezie, sciogliendo tutto nei liquori. Coprire e lasciar amalgamare.

Sciogliere il lievito con l’acqua tiepida, e lasciare fermentare 4-5 min. Unire poca farina (circa 100g) per formare un pastello morbido, coprire con la farina e far riposare una mezz’ora coperto.

Quando il panetto sarà tutto screpolato, unire a poco a poco, lentamente, le uova sbattute con lo zucchero ed il sale, amalgamando con la farina, poi unire i liquori ed infine i grassi morbidi, ma non fusi. Lavorare a lungo l’impasto che sarà molto morbido. Si può aggiungere poca farina tenendo presente che l’impasto è lavorabile solo in ciotola o nella planetaria. Volendo si può utilizzare la macchina del pane .

Una volta pronto, l’impasto va fatto riposare circa quaranta minuti, dopodiché si arrotonda e si pone all’interno degli stampi alti stretti e leggermente svasati. Si lascia lievitare fino a che non raggiunge il bordo superiore, quindi si inforna a 190°C per circa cinquanta minuti. Anche questa torta sarebbe bene infornarla a forno appena tiepido con vapore, in modo che non faccia subito la crosta e si sviluppi di pìù. Se dopo cinquanta minuti la torta è ancora umida internamente, abbassare la temperatura a 150°C e finire di cuocere la pizza.

Far leggermente intiepidire, quindi sformarla e lasciarla freddare su una griglia. Si mantiene bene per alcuni giorni in un sacchetto di cellophane, acquistando profumo e sapore nel tempo.

gFoto1834

 

 

Questa ricetta è stata letta 2956volte

Print Friendly, PDF & Email

12 Commenti

  • Rispondi
    Emidio
    21 Marzo 2012 at

    La fa anche mia mamma, buonissima con la nutella 😀

    • Rispondi
      una tappa in cucina
      21 Marzo 2012 at

      E ci credo!
      Ciao Emidio un abbraccio!

      • Rispondi
        Emidio
        22 Marzo 2012 at

        Un abbraccio a te carissima 🙂

        • Rispondi
          una tappa in cucina
          23 Marzo 2012 at

          Buona giornata Emidio

  • Rispondi
    Le mezze stagioni
    21 Marzo 2012 at

    E’ enorme…che meraviglia! 😉 Prima o poi devo provarci anche io 🙂 Ciaooo

    • Rispondi
      una tappa in cucina
      21 Marzo 2012 at

      E’ buonissima te la consiglio! Ciao carissima

  • Rispondi
    lory&elisa
    21 Marzo 2012 at

    questa è davvero una novità per noi…mai provata..ma che forte!!

    • Rispondi
      una tappa in cucina
      22 Marzo 2012 at

      Beh provala perchè è fantastica!

  • Rispondi
    Stefano DK
    22 Marzo 2012 at

    barbie, se me lo dicevi mi facevo fare la ricetta da mia nonna.

    Non è il mio tipo di dolce favorito, ma a colazione inzuppato nel latte è molto buono.

    • Rispondi
      una tappa in cucina
      23 Marzo 2012 at

      E tu fattela dare comunque, lo sai che io provo tutto!

  • Rispondi
    Luisa
    26 Marzo 2012 at

    ecco anche questa non è niente male, solo che non ho stampi alti, a parte quelli dei budini. Mi sa che resto ancora sulla ciambella…

    • Rispondi
      una tappa in cucina
      26 Marzo 2012 at

      Ma Luisa questo stampo io l’ho comprato in un negozio di detersivi/caccavelle varie e l’ho pagato solo 5 euro! Mica ti arrenderai per una tortiera a forma di vaso spero!

    Lascia un Commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.